Touchdown Magazine

1ª Div: Parma di difesa, Giants KO, Seamen a fatica sugli UTA

A due giornate dal termine i Rhinos blindano l’accesso alle semifinali, Parma quasi, mentre Giants e Seamen dovranno partire dalle wild card.

Giants Bolzano vs Panthers Parma Prima Divisione 2017

In testa alla classifica della 1ª Divisione non ci sono scossoni significativi, i Rhinos e Seamen vincono rispettivamente a Firenze e Pesaro, i Lions dopo la pausa riposo abbattono i Dolphins mentre il derby di Roma vede trionfare i Marines, pure se in formazione rimaneggiata.

Manca qualcosa? Si, il big match della giornata, Giants Bolzano vs Panthers Parma! La partita è letteralmente dominata dalle difese, i Panthers per sopperire agli infortuni schierano in campo persino l’head coach Andrew Papoccia in posizione di linebacker/safety, mossa che si dimostrerà vincente, non tanto per le prestazioni di coach Papoccia in campo, quanto magari per il carisma, l’esperienza e la tranquillità può aver trasmesso ai propri ragazzi/compagni.

Che la difesa di Parma fosse forse si sapeva, come si sapeva però che anche l’attacco di Bolzano lo era, e anzi, proprio l’attacco dei Tisma boys doveva essere la chiave della partita, perchè data la sua versatilità poteva puntare sul logorìo della difesa avversaria, soprattutto perchè oltre a Willingham c’è sempre in campo un certo Mark Simone. Eppure nulla, la pressione della linea e del backfield difensivo dei Panthers sull’offense rosso-blu è stata micidiale, e per la prima volta in stagione Bolzano rimane a secco.

Da parte sua l’attacco di Parma non ha fatto i numeri, ma si è dimostrato concreto quanto bastava per portare a casa la quasi matematica certezza del secondo posto. Monardi ha pescato Durham sul lungo nel primo quarto e Alinovi direttamente in endzone nel secondo, tanto è bastato per mettere 13 punti a referto (il secondo extrapoint di Felli non è andato a buon fine) che sono stati sufficienti per vincere la partita.

Parma avrebbe anche potuto arrotondare nel terzo quarto, quando per ben due volte arriva quasi sulla goal line, ma in entrambe le occasioni la difesa Giants si ricompatta, e non va a buon fine nemmeno il tentativo da 3 punti di Felli. Risultato dunque che resta inchiodato anche perché l’attacco di Bolzano sparisce letteralmente.

Parma conquista quindi il secondo posto in solitaria, che potrebbe essere definitivo se nel prossimo turno avrà la meglio dei Giaguari Torino. Un secondo posto che vorrebbe dire accesso direttamente alla semifinale in casa.

Dalla delusione dei Giants passiamo alla gioia dei Rhinos che pur in formazione largamente rimaneggiata e con il solo Pryor nella figura di import, vincono piuttosto agevolmente sui Guelfi Firenze con un netto 42-14. Rhinos sulla cui panchina è tornato, dopo il viaggio negli USA, l’head coach Chris Ault. Per avere la meglio sui toscani ci pensa l’asse Pryor-Bonanno e il running back Cira, veri mattatori dell’incontro.

Da una milanese all’altra, c’è soddisfazione anche per i Seamen Milano, che nonostante una prova non proprio brillante, riescono ad avere la meglio sugli UTA Pesaro. Miglior giocatore dei milanesi Danilo Bonaparte, capace di mettere da solo in crisi la difesa avversaria, mentre Zahradka da quando non ha più Reece Horn come obiettivo primario, vive momenti di rendimento alterni, nel complesso infatti la squadra è sembrata ancora imballata, almeno in attacco. Fortuna vuole, per i marinai, che il coaching staff pesarese tenti (con successo) il suicidio, quando su un quarto down sulle proprie 38, con il risultato fermo sul 7-0 a favore degli ospiti, decida di andare alla mano, non chiudendo il down e anzi, subendo nel drive successivo il touchdown che taglia definitivamente le gambe ad una possibile rimonta. Forse proprio Pesaro non ha creduto fino in fondo di poter fare il colpaccio, e lo dimostra l’aver messo in campo solo nel terzo quarto il quarterback Fiordoro, nettamente superiore nelle prestazioni e nel condurre l’attacco rispetto all’import Venuto. Un peccato per Pesaro perchè i Seamen di questa settimana sembravano i parenti distanti da quelli che un mese fa battevano i Rebels Berlino.

A Bergamo i Lions riconquistano i playoff imponendosi per 38-7 sui Dolphins Ancona, che dal canto loro, salutano matematicamente la possibilità di andare in post season, poichè anche vincendo contro i Grizzlies all’ultima giornata, non riuscirebbero a superare i Giaguari Torino (attualmente a 4 vittorie) nemmeno arrivando a parità di punti, poichè lo scontro diretto di un mese fa dava ragione ai piemontesi con un netto 34-12.

Chiudiamo con il derby di Roma, che è stato sicuramente un evento importante per i capitolini e che ha visto tornare alla vittoria i Marines Lazio, capaci in questo modo, di tenere accesa la fiammella playoff, anche se appare improbabile che all’ultima giornata i Giaguari possano perdere a Roma coi Grizzlies e contestualmente i Marines possano battere i Rhinos. Tuttavia la squadra delle “aquile” ha ancora la possibilità di chiudere la stagione con un record di tutto rispetto, se si considera che oltre ad aver perso molti giocatori ad inizio campionato, ha dovuto salutare (cacciare) anche il quarterback americano, pregiudicando, in qualche modo, le performance dell’attacco.

Nel complesso potremmo dire che le forze in campo si sono allineate esattamente (o quasi) come lo scorso anno, la prima parte della classifica, quella che da accesso alla post season, è tutta a favore delle squadre dell’ex girone Nord, con l’eccezione che lo scorso anno i Giaguari arrivarono davanti ai Lions (potrebbe comunque ancora succedere).

Le ultime due giornate a questo punto serviranno solo a delineare il calendario playoff, cosa non da poco perchè dando per assodato che Rhinos e Panthers difficilmente usciranno dalla top2, tra Seamen e Giants c’è ancora una partita in sospeso, che si giocherà proprio domenica prossima, e sarà determinante per gli accoppiamenti di wild card e semifinali.

Ecco la classifica aggiornata, i risultati del week end e le partite in programma la settimana prossima

POS TEAM W L PF PS Diff. %
Rhinos Milano 8 0 271 94 177 1.000
Panthers Parma 7 1 207 95 112 0.875
Seamen Milano 6 2 261 92 169 0.750
Giants Bolzano 6 2 189 90 99 0.750
Lions Bergamo 5 3 196 116 80 0.625
Giaguari Torino 4 4 157 201 -44 0.500
Marines Lazio 3 5 151 172 -47 0.375
Dolphins Ancona 3 6 186 291 -105 0.333
Guelfi Firenze 2 7 174 324 -150 0.222
10° UTA Pesaro 1 7 98 195 -97 0.125
11° Grizzlies Roma 0 8 81 301 -220 0.000
semifinali
wild card
retrocessione in 2ª Divisione
Week 9 – 20/21 Maggio 2017

Guelfi Firenze 14, Rhinos Milano 42
UTA Pesaro 7, Seamen Milano 27
Giants Bolzano 0, Panthers Parma 13
Lions Bergamo 38, Dolphins Ancona 7
Grizzlies Roma 6, Marines Lazio 32

PROSSIMO TURNO
Week 10 – 27/28 Maggio 2017

Panthers Parma vs Giaguari Torino
Seamen Milano vs Giants Bolzano
Dolphins Ancona vs Grizzlies Roma
Rhinos Milano vs Lions Bergamo
Marines Lazio vs UTA Pesaro

Photo credit: panthers.it