Touchdown Magazine logo

1ª Div Wild Card: ora si fa sul serio, chi vince va in semifinale

La Prima Divisione inizia la post season, si comincia con le wild card di Milano e Bolzano, ecco cosa ci aspettiamo di vedere.

Seamen Giaguari IFL 2016

Siamo arrivati, la stagione si scalda ora, nei playoff, con le wild card games della Prima Divisione che vedranno scendere in campo Seamen Milano, Giaguari Torino, Giants Bolzano e Lions Bergamo.

Cancellate tutto quello che avete visto fino ad ora, nei playoff cambia tutto, la sorpresa è dietro l’angolo… o forse no? No infatti, almeno per questo turno di post season il dubbio su eventuali upset è inesistente, troppo ampio il divario tra Seamen e Giaguari e anche tra Giants e Lions, anche se su quest’ultima partita, pesa il trend negativo del team di Bolzano, che ha steccato (in modo anche piuttosto eccentrico) i big match di fine regular season.

Che partite vedremo questo week end? Entrambe, perchè fortunatamente FIDAF TV trasmetterà entrambe sul canale Youtube, e questo è un bene. Le partite poi sono ben distribuite, una sabato sera e una domenica pomeriggio, ancora meglio!

Ma da un punto di vista tecnico, cosa vedremo in queste due partite?

Seamen Milano vs Giaguari Torino

Partiamo dal match di Milano. Il pronostico è al 99% a favore dei padroni di casa, che praticamente giocheranno al completo, mentre i Giaguari, ai playoff dopo 26 anni, scenderanno in campo con parecchie defezioni importanti, mancheranno infatti il running back oriundo Lou Cotrone e anche il quarterback USA (Paul), che avrebbe dovuto condurre l’attacco. Ci penserà Andrea Morelli a guidare i gialloneri, che in questo finale di stagione l’ha anche fatto egregiamente, ma il gap con Zahradka è comunque evidente e pure importante.

Giaguari vittima predestinata? Si, magari non al 100% ma è davvero difficile che i piemontesi possano replicare l’exploit della prima giornata dello scorso campionato, sono diversi loro e sono diversi i Seamen. L‘unica arma a disposizione dei gialloneri sarà la pass rush della difesa. In questo campionato abbiamo assistito più volte ad un Luke Zahradka in difficoltà, e l’unica possibilità che avranno i Giaguari per arginare l’attacco aereo dei Seamen sarà proprio sfruttare l’unica debolezza del qb avversario. Se saranno capaci di mettergli una pressione incessante, costringeranno i marinai declinare qualche azione su corsa, e le corse non sono un’arma micidiale per i blu navy come lo è l’attacco aereo. Oltre a mettere pressione dovranno tentare a tutti i costi di annullare Reece Horn, perchè quando c’è lui in campo, si sa già chi sia l’obiettivo preferito del quarterback. Certo poi l’attacco dovrà anche segnare però… anche se ci sono partite che a volte vengono vinte proprio dalle difese che segnano più dell’attacco!

I Seamen dal canto loro non avranno troppo da preoccuparsi, Danilo Bonaparte in veste di running back sta dando le soddisfazioni che quest’anno non è riuscito a dare Binda, e il fatto di avere Reece Horn in campo vuol dire che molti ricevitori saranno più liberi di ricevere. Se la linea dei marinai riuscirà a contenere l’arrembaggio sul proprio quarterback probabilmente vedremo una partita a senso unico, con un risultato tipo “tanto a pochissimo” (o a zero), perchè se c’è una cosa che riesce bene ai marinai è proprio quella di andare in touchdown con facilità, soprattutto sui lanci. In difesa i Seamen avranno inoltre un gioco più agevole rispetto agli avversari, perchè proprio la mancanza di Cotrone (e di un quarterback USA) permetterà a Morant di spadroneggiare nel backfield difensivo, sia sulle corse che sui lanci.

La partita potrà essere seguita su FIDAF TV sabato 17 giugno con kick off alle ore 19:00

Giants Bolzano vs Lions Bergamo

Un po’ più equilibrata la partita di Bolzano, principalmente per due motivi: i Giants sono in trend negativo, e questo seppur di poco potrebbe influire sulla gara, e i Lions a differenza dei Giaguari dovrebbero poter schierare tutti gli effettivi.

Statistiche alla mano però, si vede che l’arma più letale dei Lions è il gioco su corsa, a cui però fa da contraltare la difesa dei Giants, che proprio sulle corse è più attenta ed efficace. Se i Lions non dovessero riuscire ad imporre il proprio running game, si troveranno nella situazione scomoda di dover andare per via aerea, e il gioco aereo è il tallone d’achille della squadra bergamasca, perchè ha il più basso average per game del campionato (85.3), il più basso numero di touchdown pass (5) e una pass efficency che è penultima con un rating di 95.5, davanti solo ai retrocessi Grizzlies Roma, ed inoltre avrà di fronte la terza difesa più forte sui passaggi.

L’attacco nero e oro si basa molto sulla creatività di Bryant, che qualora non sia in grado di lanciare, è sicuramente in grado di correre con il pallone in mano, e infatti il quarterback americano è il primo runner del team con 537 yards, più di quanto abbia lanciato (456 yards con 1 solo touchdown pass). Di fronte però si troverà una difesa che è poco disposta a concedere yards su corsa, infatti i Giants hanno anche la terza miglior difesa su corsa del campionato, proprio davanti alla difesa orobica, che sulle corse è quarta.

Il problema per i Lions inoltre arriverà dall’attacco aereo di Bolzano, perchè parimenti alla guerra di trincea, anche qui si troveranno a colmare un gap non indifferente, poichè i Giants sono il primo attacco aereo del campionato con 2371 yards, 27 touchdown pass e una media di 237.1 yards a partita, mentre la difesa beragamasca sui lanci è solo settima, con una media di 169 yards subite a partita.

A differenza del match di Milano, Willingham non sembra il tipo da soffrire molto la pressione, però nel complesso, data la storicità e la rivalità tra i due team, potrebbe essere proprio la pressione psicologica e storica di tutti gli attori in campo a creare uno strappo a favore degli orobici. In sostanza se la partita dovesse declinare sull’agonismo più che sulla tecnica, si potrebbe aprire uno spiraglio per una partita più equilibrata e imprevedibile.

Anche Giants Bolzano vs Lions Bergamo potrà essere vista su FIDAF TV domenica 18 giugno alle ore 16,00.

Photo credit: Guido Gilberti