Touchdown Magazine logo

Riassunto del Monday Night Football “condensed”, Steelers @ Bengals

Il Monday Night tra Pittsburgh Steelers e Cincinnati Bengals visto da Andrea Donati per Touchdown Magazine.

#mnf condensed

Quando pensi a Steelers contro Bengals ti viene in mente un pesante tubo d’acciaio che martella una tigre ormai deceduta da tempo.

Poi Roethlisberger lancia un intercetto che al solito scombina le aspettative.

I Bengals in questo primo quarto sono come quegli appuntamenti al buio in cui ti aspetti un partner inguardabile e ti ritrovi di fronte la bellezza fatta persona.

L’attacco degli Steelers invece è come l’ubriaco che cerca di infilare la chiave nella serratura della macchina, la macchina sbagliata naturalmente.

Dalton ogni tanto lancia talmente male che iniziano ad esserci dei dubbi sul fatto che i lanci a segno non siano frutto del caso.

Il primo tempo finisce con un dominio talmente netto dei Bengals che gli arbitri fanno togliere i caschi ai giocatori per timore abbiano invertito le divise.

Il secondo tempo si apre con i Bengals che con un three and out finalmente si fanno riconoscere.

Bell schiva gli avversari come fossero distributori di volantini alla festa dell’Unità, poi fa l’equilibrista sul filo della sideline e la partita si riapre.

Per un holding a Cincinnati viene annullato un big play con touchdown da 60 yard. T.J. Watt invita appena appena platealmente A.J. Green a tornare nella sua metà campo (foto).
TJ Watt Steelers vs Bengals 2017

Kirkpatrick deve capire che se tiene gioiosamente per mano i WR avversari si becca un fallo per interferenza.

Ci voleva il diluvio per far droppare una palla ad Antonio Brown.

L’attacco degli Steelers continua a faticare, quello dei Bengals è andato in iperventilazione.

Per semplificare il FG della vittoria, la difesa dei Bengals fa offside.

Finisce la partita con gli Steelers che battono i Bengals 23 a 20: gli Steelers prima soffrono poi rimontano, i Bengals prima dilagano poi si eclissano.