Touchdown Magazine logo

Game over per i Dolphins, Chiefs ai playoff

Kansas City si aggiudica una partita soporifera e va ai playoff. Miami? Ritenta e sarai più fortunata nella prossima stagione, forse.

Jakeem Grant Jehu Chesson NFL 2017

Kansas City – Miami è una di quelle partite adatte ad essere trasmesse alla vigilia di Natale. Da una parte i Chiefs che hanno buonissime possibilità di entrare nei playoff della AFC, occupando al momento il quarto di 6 seed disponibili, dall’altra i Dolphins che ne hanno pochissime, in virtù del record di 6 vittorie e 8 sconfitte e, soprattutto, del basso livello sul quale si esprime il proprio attacco, evidenziato in pieno nell’ultima uscita a Buffalo. Tutto tranne che una partita equilibrata dunque, almeno sulla carta. Kansas City, davanti al pubblico amico, è sicuramente la favorita e il match appare più che adatto ad essere trascurato per il cenone natalizio.

Le premesse vengono rispettate fin dall’apertura. KC, con un field goal ed il TD del sempre decisivo tight end Travis Kelce, si porta in vantaggio per 10 a 3, prima che i Phins accorcino le distanze con un calcio nelle fasi iniziali del secondo quarto. A stretto giro si registrano altre due segnature da 6, una per squadra: aprono i Chiefs con il touchdown del davvero promettente rookie Kareem Hunt, running back dal futuro luminoso, e seguono gli ospiti con la bella ricezione e corsa – da 65 yards – in meta, del ricevitore Jakeem Grant. I punti successivi li mette tutti a segno Kansas City su calcio che, ad inizio del quarto periodo, fissa il punteggio sul 26 a 13, vantaggio che appare consistente dopo che Cody Parkey, kicker di Miami, fallisce un calcio per riavvicinare i suoi.

Una partita avara di emozioni, che continua a mantenersi tale anche nell’ultima frazione, dove due attacchi non esattamente entusiasmanti continuano ad offendere poco e malvolentieri fino all’ultimo possesso, e quando Alex Smith si inginocchia, per sancire la qualificazione della sua squadra ai playoff, tra il sostegno dei suoi tifosi, non sono in molti a dispiacersi della conclusione del match.

La stagione di Miami è invece giunta al capolinea. Il bilancio vittorie – sconfitte non consente alla squadra della Florida del Sud di agganciare un posto playoff, e una stagione che era partita con buone aspettative, si rivela un fiasco completo. Ora non resta che iniziare a lavorare da subito per l’anno prossimo.