Touchdown Magazine logo

Sintesi del Super Bowl LII NFL, Eagles @ Patriots

Super Bowl NFL condensed tra Philadelphia Eagles e New England Patriots visto da Andrea Donati per Touchdown Magazine.

Nick Foles touchdown reception

Pink non si scompone e resta se stessa, sputando la cicca in diretta e steccando l’inno nazionale.
– Durante il coin toss il veterano di guerra cerca di colpire Gronkowski con la moneta ma lo manca di poco.
Si parte! Gli Eagles aprono il congelatore ed estraggono un Foles di ghiaccio, che porta l’attacco fino quasi al TD.
– La difesa dei Patriots invece fa come Jack in the box: sbuca all’improvviso fuori dalla scatola giusto in tempo per spaventare l’attacco e limitarlo ad un FG.
Brady risponde con un drive talmente simile a quello degli Eagles che arriva anche lui a due passi dalla endzone, lasciando che con un FG si pareggi la partita.
– Non mangerò mai più una M&M’s rossa senza pensare che in forma umana è Danny De Vito.
– Foles spara la bomba che esplode in uno splendido TD Eagles.
– Tutti vogliono sackare Brady, così Amendola si ritrova a pascolare da solo 30 yard più avanti, pronto a ricevere: e riceve.
– Cooks decide di passare sopra al difensore invece che di fianco, solo che non riesce a saltare abbastanza in alto, sbattendogli il pacco in faccia e chiudendo con questa pessima scena il drive dei Patriots.
– Nella giocata potenzialmente più assurda della stagione, Amendola lancia per 15 yard verso Brady che però sfiora la palla per un incompleto… i nomi non sono stati invertiti, giuro.
– Jeffery stasera sarebbe capace di prendere al volo anche il boccino d’oro di Quidditch.
Blount accende il Telepass e passa dal casello dei Patriots indisturbato.
– Tra Jeffery e Gilmore litiganti, Harmon intercetta e gode.
– Gronkowski lo si vede correre nel campo perché è costantemente circondato da uno sciame di uomini in verde.
– White ha le ascelle che puzzano perché si invola verso la endzone lasciando dietro di sé una scia di Eagles a terra.
Gostkoski stasera calcia in memoria di Baggio 1994.
Questo secondo quarto sta durando quanto la trilogia del Signore degli Anelli.
– Ok, Foles riceve per un TD Eagles, stasera va così.
Finisce un gran primo tempo, il concerto di metà tempo può solo peggiorare la situazione.
– L’accoppiata Brady-Gronkowski fa dimenticare Timberlake in neanche due minuti di gioco.
– L’unica cosa che manca a Foles questa sera è la bella presenza.
– Il numero di yard guadagnate dalle due squadre è talmente alto che ha mandato in tilt il sistema.
– Gli attacchi girano come due biglie di vetro in una discesa asfaltata.
– Ora che i Patriots sono in vantaggio, se Foles non sbrocca vince l’anello indipendentemente dal risultato finale.
– La pubblicità dei Giants è l’unica a tenere testa alla partita.
– Il dodicesimo uomo dell’ultimo quarto di cognome fa “Tensione”.
– Gli Eagles a gestione della partita cacano in testa ai Falcons dello scorso anno.
– I Patriots hanno 2 minuti e 1 timeout per fare un TD, che conoscendo i Patriots è un tempo infinito.
– L’unica cosa sicura, a 2 minuti dalla fine, è che non si andrà all’overtime.
Brady lancia ma nel frattempo la palla gli era stata tolta: una partita dominata dagli attacchi e la giocata decisiva è stata conquistata dalla difesa degli Eagles.
– Con 8 punti di svantaggio, partendo dalle proprie 7 yard, niente timeout e 1 minuto di gioco, le possibilità di vittoria dei Patriots sono scese dal 90% allo 0,009%.
– Che poi occhio che non è una percentuale molto distante da uno svantaggio di 25 punti al terzo quarto…
…ma non può funzionare sempre: finisce la partita con gli Eagles che battono i Patriots 41 a 33: gli Eagles conquistano il Super Bowl, i tifosi più odiati vincono contro la squadra più odiata.