Touchdown Magazine

Panthers a valanga, i Seamen abbattono i Giants, ecco la week 3

Il Lollopronostico aveva previsto tutto, nella terza giornata di Prima Divisione non ci sono state sorprese… almeno per noi.

UTA Panthers 2018

Tutto come previsto dal Lollopronostico (5 su 5!) in questa terza giornata di campionato di Prima Divisione, dove se si vuole, la vera sorpresa è constatare che su 5 partite ci sono ben 3 sconfitte da parte delle squadre dell’ex girone nord, alla faccia dell’assioma “girone unico perchè coi gironi geografici le squadre del nord faticano di più”.

Ad aprire la terza giornata sono i sorprendenti Guelfi, che con un secco 21-6 battono i Lions e volano temporaneamente in testa alla classifica con un record (è proprio il caso di dirlo) di 3-0, sorpassando i Giants Bolzano che crollano sul fango di Pero contro i Seamen per 21-0 e si fermano a 2-1.

Seamen che un po’ a fatica (ma era la prima partita) e un po’ grazie alle ormai consuete defezioni in casa Giants (infortunio per il quarterback Brown e poi per l’oriundo Simone, che però a sprazzi cerca di rimanere in campo), dettano legge e tolgono subito dalla lista dei possibili avversari gli altoatesini, che comunque anche a ranghi completi, hanno patito parecchio le incursioni della difesa blu navy.

Campionato già chiuso? Ma nemmeno per sogno, proprio i Seamen hanno dimostrato l’anno scorso che nulla è scontato fino alla fine, anche perchè messi da parte (temporaneamente almeno) i Giants, un’altra pretendente fa il suo ingresso in campionato, i Panthers Parma, che passeggiano sugli UTA Pesaro, ancora privi degli import, e che stanno rischiando di fare un campionato assolutamente al di sotto delle aspettative di inizio stagione. A Pesaro finisce con un pesante 48-7 che non lascia spazio all’immaginazione.

Upset di giornata invece per i Ducks Lazio, che contro ogni pronostico (ma non quello di Lorenzo Branchi), vincono per 35-27 contro i Giaguari Torino, che possono recriminare per alcune assenze importanti, ma i biancocelesti hanno giocato una gran partita e si sono guadagnati la vittoria a tutto tondo.

Chiudiamo la carrellata di partite di Prima Divisione con la netta vittoria dei Dolphins Ancona che dopo un avvio lampo (touchdown sul primo drive), vengono raggiunti dai Rhinos ma riescono a segnare sull’ultima azione del secondo quarto per il vantaggio che taglia le gambe ai vice-campioni d’Italia. Nella seconda metà della gara la partita non decolla ma c’è il tempo per i Dolphins di arrotondare e di allungare in garbage time per un 28-7 che, anche qui, lascia poco spazio alle recriminazioni dei milanesi.

La classifica quindi vede per il momento i Guelfi Firenze in testa con un record immacolato di 3-0, seguiti da Panthers e Seamen (1-0), Ducks e Giants (2-1), Giaguari e Dolphins (1-1) e poi a zero vittorie Rhinos (0-2), Lions (0-2) e UTA (0-3).

La prossima settimana sarà bye week per la Prima Divisione, ma ci sarà il recupero di campionato della prima giornata a Torino tra Giaguari e Panthers.

Photo credit: ufficio stampa UTA Pesaro