Touchdown logo

Power Rankings NFL 2016 week 4

I Broncos confermano la propria supremazia approfittando della caduta dei Pats e i Vikings si impongono come la squadra da battere nella NFC.

Harrison Smith in New York Giants vs Minnesota Vikings

2 of 4
Use your ← → (arrow) keys to browse

The Contenders

#4 (-2): New England Patriots (3-1) – Non si sapeva chi avrebbe giocato a QB, molti si aspettavano addirittura Edelman, invece Brissett ha recuperato in tempo, ma la vena offensiva dei Pats non è stata all’altezza delle previsioni. Brutta sconfitta, senza punti segnati, contro dei Bills forse un po’ sottovalutati. La buona notizia, finalmente torna Brady e il Deflate Gate è ufficialmente cosa del passato

#5 (+1): Pittsburgh Steelers (3-1) – Dopo il deragliamento di Philly, Tomlin ha toccato le corde giuste e rimesso sui binari la sua truppa. Distruggere una squadra come i Chiefs non è per niente scontato, ma certo è più facile quando Big Ben gioca così (22/27, 300 yds, 5 TD, 152.5 QBR)

#6 (+4): Seattle Seahwaks (3-1) – Confermano la propria crescita, sulla scorta di una prova finalmente sui suoi livelli abituali di Russell Wilson (23/32, 309 YDS, 3 TD). Possono andare al bye con la consapevolezza di essere sulla strada giusta per tornare protagonisti in una NFC i cui pesi massimi delle ultime stagioni stanno annaspando

#7 (+5): Atlanta Falcons (3-1) – Zitti zitti, i Falcons iniziano a fare sul serio. Trascinati da un attacco atomico (leader NFL per punti segnati, 38 di media a partita, il secondo migliore attacco, quello degli Eagles, é fermo a 30.7), per la prima volta nella NFL dell’era Super Bowl stabiliscono il record di avere un duo QB-WR capace di lanciare per almeno 500 YDS (Matt Ryan) e riceverne almeno 300 (Julio Jones) nel corso dello stesso incontro. Non c’è altro da aggiungere

#8 (-3): Baltimore Ravens (3-1) – Paradossalmente, perdono nel giorno in cui l’attacco macina più del previsto, ma i numeri sono ingannevoli. Forse è più preoccupante quello che la difesa ha concesso in casa. O forse bisogna solo iniziare a considerare i Raiders una vera forza, contro cui ci può stare anche di perdere al termine di una gara combattuta

#9 (+2) Oakland Raiders (3-1) – La vittoria sofferta contro i Titans aveva suscitato qualche perplessità, ma ripetersi a Baltimore, pur di misura, ha ben altro peso. Crabtree con 3 TD ricevuti merita la palma di giocatore decisivo

#10 (+3): Dallas Cowboys (3-1) – Avevamo scritto solo settimana scorsa del ruolo dei rookies Dak Prescott e Ezekiel Elliott nel buon avvio di stagione dei Cowboys e la gara di San Francisco non fa che confermare l’impressione. Complimenti a Dallas per le loro scelte all’ultimo draft, che fin qua hanno fatto dimenticare l’assenza di Tony Romo

2 of 4
Use your ← → (arrow) keys to browse

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.