Touchdown logo

99 Fantasy Problems: Week 4

I migliori e i peggiori giocatori fantasy della giornata di campionato appena conclusa, i profili da tenere d’occhio per la week successiva e qualche nome da pescare nella lista dei Free Agents su cui “scommettere” per migliorare il vostro roster. Ecco i nostri consigli.


Con questa nuova rubrica, Touchdown Magazine vi propone anzitutto un’analisi dei migliori e peggiori giocatori della giornata di campionato appena conclusa; successivamente proveremo ad individuare quali saranno i profili da tenere d’occhio per la week successiva come potenziali breakout o bust; Infine, vi daremo qualche nome da pescare nella lista dei Free Agents su cui “scommettere” per migliorare il vostro roster.

Dedicato a chi lascia in panchina giocatori che segnano 3 touchdown in una sola partita mentre affronta i Dolphins del ’72. Non siete (i) soli.

FANTASY TOPS WEEK 4

Giocatori di spicco, rinomati, ma anche qualche sorpresa che ci lascia stupiti. Vediamo insieme quali stelle hanno brillato nel firmamento Fantasy di questa Week 2.

QB: DAK PRESCOTT – In una domenica in cui è ancor più difficile essere un tifoso di Dallas, brilla la stella Prescott, che mette a referto 502 passing yards, 4 touchdown e 2 tentativi di conversione da 2 punti che portano ad un totale di 37.28 fantasy points. Prestazione che non rispecchia la realtà dei fatti, anche perché è difficile credere ad una sconfitta per 49 a 38 in casa contro i Browns (sì, avete letto bene). Se Dak mantiene questi numeri, la prossima settimana contro i Giants potrebbe segnare anche ad occhi chiusi. CON LA SIGA.

RB: JOE MIXON – Incredibile ma vero, in questa lista c’è spazio anche per i giocatori di Cincinnati. Contro dei Jaguars che lasciano molto a desiderare, Mixon registra ben 151 yard su corsa condite con 3 touchdown, 2 su gioco di terra e 1 in ricezione. 36.10 punti fantasy che fanno ben sperare gli allenatori fino a quando non vedono che la prossima Week i Bengals affronteranno i Ravens. IN THE MIX

RB: DALVIN COOK – Siamo solo alla quarta giornata e ci stiamo già stancando di vedere Cook sempre qui. 26.60 fantasy points nati da un’altra prestazione eccellente del running back di Minnesota, ben 130 rushing yards e 2TD per chiudere in bellezza un’altra partita sul campo da gioco. Attenzione però alla prossima giornata, i Vikings se la vedranno coi Seahawks e la loro difesa traballante, ma non sulle corse. Suona strano, ma io ci penserei bene prima di schierarlo. WORKING CLASS HERO

WR: ODELL BECKHAM JR – Si era lamentato di “non divertirsi più a giocare”, poi accendi la TV e lo vedi che riceve un touchdon da Jarvis Landry su un trick play, corre un end-around e segna schivando gli avversari e ride. Insomma, al parco giochi di Dallas OBJ colleziona ben 33.40 fantasy points. JUST WANNA HAVE FUN

WR: DJ CHARK – 2 touchdown su ricezione e 95 yard, indovinate un po’ chi è tornato in pompa magna? DJ Chark era mancato a Minshew come il cacio sui maccheroni, e non appena rientrato da un piccolo infortunio ecco che si mette a registrare un nuovo mixtape, skratchando ben 21.50 punti per la gioia dei suoi manager. GUESS WHO’S BACK

TE: ROBERT TONYAN – Leggete bene il nome. Rileggetelo. Non lo sapete ancora bene, però potete chiamarlo mister 3 TD. Robert Tonyan è il nuovo target di Aaron Rodgers, in assenza di Allen Lazard e Davante Adams. Nel momento in cui il bad man ti dice “stasera tu segni”, non puoi permetterti di dirgli di no. Ecco spiegato l’exploit da 27.80 punti di Tonyan. Da tenere in considerazione. MISTER 3 T(ONYAN)D

RB/WR: MELVIN GORDON – Lo aspettavano a Denver, lo aspettavamo noi al Fanta. Complici dei New York Jets senza pretese, Gordon posta ben 23.80 punti e tagga le sue 107 rushing yards e 2 rushing tds per mostrare a tutti chi è il miglior corridore della lega. Direi di segnalarlo per contenuto inappropriato e spam, anche perché con tutti i soldi che si è preso e le scenate che ha fatto per prenderli, ci si aspetta molto di più. E non contro i Jets. OPPORTUNISTA

K: SAM FICKEN – Unica nota positiva dei Jets. Giuro che non mi viene in mente nulla da dire per un franchise alquanto imbarazzante. Complimenti al suo kicker che ha realizzato 16 dei 28 punti complessivi di giornata. HELLO DARKNESS, MY OLD FRIEND

DEF: KANSAS CITY CHIEFS – Un po’ come sparare sulla Croce Rossa data l’emergenza a QB dei Patriots, ma le partite sono da giocare e i Chiefs mettono a segno 2 sack, 3 intercetti ed un touchdown difensivo che Legion of Boom levati proprio. 20 punti d’oro per vincere all’ultimo secondo i fantasy matchups, cosa si può voler di più dalla vita? BITTERSWEET

 

FANTASY FLOPS WEEK 4

Quest’oggi nei flop, abbiamo nominato il capitano della squadra… So già che conoscete tutti il suo nome, ma concentriamoci anche sugli altri giocatori che hanno deluso in questa giornata.

QB: Philip Rivers – Mai una partita sopra i 15 fantasy points per il quarterback dei Colts, che è riuscito comunque a portare la sua squadra a 3 importantissime vittorie. Questa settimana per lui: 16/29; 190 yards; 1 TD e 11.20 Fantasy Points. QB CHE VINCE NON SI CAMBIA

RB: Kenyan Drake – Dopo la prima settimana, buio totale per il running back dei Cardinals, che questa giornata colleziona solo 3.50 fantasy points su 13 portate per un totale di 35 yards, contro una difesa, quella dei Panthers, che non rappresenta esattamente l’eccellenza nel fermare il running game. JUST WAKE DRAKE

RB: Josh Jacobs – So che forse è un po’ forzata come nomination perchè non è che abbia fatto così male, peró da lui ci si aspetta sempre qualcosa di più, soprattutto considerando che è la seconda settimana che non raggiunge la doppia cifra nei fantasy points. Per lui, nella sconfitta di Vegas contro i Bills, arrivano 48 yards corse su 15 portate e 25 yards su ricezione. DOVEVO… PER FORZA

WR: Calvin Ridley – Per il WR 1 del fantasy, questa settimana è stata un incubo. Nella sconfitta del Monday Night Football contro i Packers, il 25enne uscito dall’Università dell’Alabama riceve zero palloni su 5 targets e mette a segno un tondissimo 0 alla voce fantasy points. AGENT 0

WR: Julian Edelman – Il suo drop costa tantissimo a New England, che va a perdere in casa dei Kansas City Chiefs per 26 a 10, con il loro numero 11 protagonista in negativo, soprattutto per quella giocata che regala il pick 6 a Tyrran Mathieu. Tralasciando quell’errore, prestazione comunque opaca per Edelman che riceve 3 palloni per sole 35 yards. DROP IT LIKE IT’S HOT

TE: Zach Ertz – Nella prima vittoria di questa stagione per gli Eagles, Zach Ertz riceve 4 passaggi per sole 9 yards e mette a tabellone solo 2.90 fantasy points. C’è da dire peró che si è reso utilissimo per la vittoria, perchè è stata sua la ricezione nella conversione da 2 punti di Philly. QUELLO CHE SERVIVA.

W/R: AJ Green – E niente, vorrei nominarlo capitano ad honorem della Flop Squad. Una ricezione per 3 yard su 5 targets e 0.30 fantasy points. Vi dico la verità: avrei voluto mettere DeAndre Hopkins questa settimana, ma come faccio ad estromettere Green da questa lista? PUPILLO

K: Robbie Gould – Allora, io ho guardato e riguardato tutte le statistiche dei Kicker di questa giornata, ma non sono proprio riuscito a trovarne uno da mettere in croce, come le altre settimane del resto. Il malcapitato questa volta è Robbie Gould che ha come unica “colpa”, quella di non aver avuto la possibilità di calciare neanche un Field Goal. 2 fantasy points per lui. CAPRO ESPIATORIO.

 

TOP FREE AGENTS

Su chi puntare dunque per rilanciare il proprio fantasy team? Ecco i nostri consigli:

QB: Teddy Bridgewater – dopo un avvio a rilento, ha fatto vedere il suo talento, rendendosi protagonista nelle due vittorie consecutive messe a segno da Carolina. Teddy-B era rimasto ancora nell’ombra contro i Chargers, ma nella vittoria sui Cardinals si è reso protagonista di un’ottima prestazione da 26.24 punti, giocando sia in aria che a terra, e facendo emergere il suo indiscutibile talento. Teddy is Back

RB: Joshua Kelley – già nome caldo nelle prime due settimane di campionato, adesso Kelley diventerà senza dubbio il RB1 in quel di LA, sponda Chargers, a causa dell’infortunio di Ekeler, che salterà dalle 4 alle 6 settimane. La prestazione contro Tampa non è stata per niente brillante, ma dato le belle cose viste nelle prime due partite, ci si aspetta veramente tanto da lui. Carpe Diem

RB: Chase Edmunds – Drake ad Arizona sta deludendo, e questo ha significato sempre più spazio per Edmunds, specie nel passing game, dove riesce ad esprimere il suo meglio e mettere a segno anche qualche touchdown. Sicuramente si tratta di una scelta un pò disperata, ma se la scommessa paga, trovare un buon RB in Free Agency è considerato come oro. Oro Grezzo

WR: Allen Lazard – sembra strano vedere un giocatore appena inserito in IR e che salterà almeno un mese in questa rubrica, ma dato il suo stop, è stato droppato in moltissime leghe, e quando tornerà, grazie alle qualità dimostrate, ci sarà la fila come in posta per portarselo in squadra. Quindi se non siete in crisi con i titolari e avete un posto libero in panchina, la pazienza di aspettarlo potrà essere ripagata nella seconda metà di stagione, vale a dire quando ci si gioca l’intera annata. Basta saper aspettare…

WR: Nelson Agholor – Mr Drop si sta finalmente ritagliando il suo spazio in quel di Las Vegas, e data la pecunia di WR tra i Raiders, un giocatore con la sua esperienza potrebbe veramente stupire. Per la prima volta in questa stagione è andato in doppia cifra, e considerate le qualità che, seppur con incostanza, ha dimostrato di avere, sicuramente non sarà l’ultima. Fidati ancora di me

TE: Robert Tonyan – dopo la buona prestazione della settimana scorsa, Tonyan mette a segno una partita mostruosa nel Monday night, segnando a tabellino ben 27.80 punti, portandosi improvvisamente al numero uno del ranking stagionale. Forse questa sarà l’ultima settimana in cui potrà essere trovato libero, quindi non fatevelo scappare se ne avrete la possibilità. Così, dal nulla

K: Jason Sanders – fa tutto lui nella partita contro Seattle, mettendo a segno 5 field goal su 5 e portandosi a casa ben 15 punti. I kicker sono spesso sottovalutati, ma una loro buona prestazione è capace di svoltare parecchie volte l’esito di una partita, facendo la differenza tra vittoria e sconfitta. Perciò se siete in difficoltà per quel ruolo, Sanders può essere un’ottima opzione di ripiego. Kick that!

Def: Philadelphia Eagles – ottima prestazione per la difesa degli Eagles, che dopo i discreti 8 punti di settimana scorsa, ne mette a segno 18 contro un attacco dei 49ers azzoppato ma sempre pericoloso. Ormai le difese in FA sono rimaste poche, e se non si colgono le opportunità adesso, potrebbero essere guai nel corso della stagione. La speranza è l’ultima a morire

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.