Touchdown logo

I Predatori battono i Blacks col cuore

Predatori Golfo del Tigullio – Blacks Rivoli 40-36 Era iniziato nel peggiore dei modi l’incontro interdivisionale che vedeva i Predatori Golfo del Tigullio ospitare a Caperana i Blacks Torino. I piemontesi, pur scesi in Riviera senza il qb titolare Andrea Bisiani, han subito messo in chiaro le loro intenzioni dettando legge per tutto il primo […]


predatoriPredatori Golfo del Tigullio – Blacks Rivoli 40-36

Era iniziato nel peggiore dei modi l’incontro interdivisionale che vedeva i Predatori Golfo del Tigullio ospitare a Caperana i Blacks Torino. I piemontesi, pur scesi in Riviera senza il qb titolare Andrea Bisiani, han subito messo in chiaro le loro intenzioni dettando legge per tutto il primo quarto di gioco e segnando praticamente subito con William Petrone (trasformato da due punti da Zucco). Ci provano i padroni di casa a rimettersi in partita, ma il td di Brakollari (non trasformato) riesce solamente a dare un’illusione ai Predatori. Illusione prontamente spenta dal velocissimo ricevitore piemontese Matteo Zucco che segna su corsa e trasforma da due punti. Sul 16 a 6 per gli ospiti si cambia campo. Nel secondo periodo i padroni di casa violano la end zone ospite con una corsa di potenza di Washington Orozco, che sta continuando a progredire a vista d’occhio. Nonostante il tentativo dei Predatori di rialzare la testa, gli ospiti di coach Brena ristabiliscono la gerarchia in campo segnando ancora con Zucco su passaggio, prima e su corsa poi. William Petrone trasforma da due punti. Prima della fine del primo tempo Alessandro Biasotti trova un varco sulla sinistra e segna l’ultimo touchdown del primo tempo, td trasformato da Riccardo Benaglia da due punti. Il primo tempo si chiude sul 30 a 20 per gli ospiti e molti sugli spalti gremiti, anche se non esauriti, davano ormai per chiusa la partita. Alla ripresa dopo l’intervallo la difesa dei Predatori riesce a controllare le sfuriate degli ospiti e il secondario mette qualche pezza al disastro del primo tempo vanificando i tentativi di Alessandro Brena di pescare il solito, bravissimo, Zucco. Si segna solo un td nel terzo periodo e ci pensa Brakollari a farlo, riportando in partita i padroni di casa.
******************************************************
Molta attesa per questo incontro che doveva essere la conferma per i nostri colori, il pronostico
a nostro favore faceva pensare ad un partita da vincere e basta, ma così non è stato ed a pochi
minuti dalla fine i Predatori, sempre in svantaggio, hanno chiuso la partita con una segnatura
che li ha portati alla vittoria seppure di misura. E’ stato un bello spettacolo per il pubblico presente che ha potuto vedere due attacchi in grado di costruire belle giocate e undici segnature in totale, con lanci e corse molto efficaci e due difese in difficoltà che hanno concesso molto.Grave passo falso per i nostri ragazzi che vedono così molto compromesso il percorso per i Play-Off, ma evidentemente questo è un anno strano dove tutto gira alla rovescia. Mancava il QB titolare Andrea Bisiani perché infortunato, ma non basta questo a giustificare la sconfitta visto che lo ha degnamente sostituito Alessandro Brena non un novellino in questo ruolo, ma è ovvio che le varianti negli schemi ci sono state e questo non ha aiutato. L’attacco ha comunque girato molto bene nei primi due quarti segnando 30 punti, per poi calare nella seconda parte dove ne ha marcati solo 6. Insoddisfacente il reparto difensivo che ha subito 20 punti nei primi due quarti ed altrettanti nei restanti due, qui fondamentale è stata la mancanza di Enrico Brena, ma non giustifica la prestazione insufficiente del reparto.
I° Quarto
Partenza con palla ai Blacks e subito in T.D. Matteo Zucco su passaggio di Alessandro Brena che si
ripeteva sempre su Zucco per la try del 0 – 8. Dentro la difesa, ma da subito in difficoltà e, dopo un lungo drive, l’attacco ospite riusciva a segnare con una corsa; la mancata try lasciava il punteggio sul 6 – 8. Palla ancora ai Blacks ed era ancora Matteo Zucco a varcare la end zone avversaria con una corsa e poi a ricevere da Alessandro Brena il passaggio per la try da due che portava le squadre sul 6 – 16 che chiudeva il quarto.
II° Quarto
Sembrava tutto facile, ma dopo un drive fermato dagli ospiti, era ancora con una corsa del FB che i
Predatori accorciavano andando sul 12 – 16 per la mancata trasformazione. Implacabile l’attacco nero-argento colpiva ancora con la coppia Brena- Zucco. Due T.D. su passaggio ed una sola trasformazione da due di William Petrone spingevano i Blacks sul 12- 30 che pareva segnare l’incontro. Bravi e determinati invece gli avanti ospiti che quasi allo scadere riuscivano a segnare con una corsa del QB Fabio Biaso ed a trasformare da due per il 20 – 30 che mandava negli spogliatoi.
III° Quarto
Forse qui la svolta della partita perché prima uno sfortunato fumble con la palla che, colpito il
piede del runner, schizzava tra la difesa ospite e poi un intercetto bloccava l’attacco; mentre, pur
migliorando e recuperando un fumble, la difesa Blacks consentiva una altra segnatura su corsa di
Brakollari che seppur non trasformata portava il punteggio sul 26 – 30 che di fatto riapriva l’incontro e ne cambiava sensibilmente l’inerzia e gli equilibri.
IV° Quarto
Tutto da rifare per i Blacks, e mentre un attacco innervosito dagli eventi si faceva ancora bloccare
erano ancora i Predatori a passare con un lungo passaggio e la trasformazione da uno consentiva
loro di passare in vantaggio a cinque minuti circa dal termine per 33 – 30. Immediata la reazione dei Blacks ed arriva il T.D. con una corsa del FB Yuri Durigon, non riesce la try, ma si va sul 33 – 36 che 4.30 dal termine pare chiudere l’incontro. Invece sono ancora i Predatori a segnare con l’ottimo Brakollari che segna su corsa, poi ancora la try da uno per il 40 – 36. Ad 1.40 dal temine la palla ripassa all’attacco Blacks che ci prova ed arriva a poche Y.ds dalla side line avversaria, ma viene fermato. La partita si chiude così sul 40 – 36. Ora una settimana di sosta e poi il 16/5 il derby che disputeremo sul campo del C.U.S. a Grugliasco alle ore 21.00. Il coach Gianni Brena: C’è poco da dire, grossa delusione per noi, ma bravi loro. Il nostro attacco ha funzionato bene per due quarti e poi si è un po’ spento, ma 36 punti sono un buon bottino, senza contare che su un T.D. annullato ho qualche riserva, ma i problemi sono
venuti da una difesa irriconoscibile e dove la mancanza di un titolare non deve creare problemi. Sono io il responsabile del reparto di difesa, quindi ho sicuramente sbagliato delle cose nella preparazione e nella gestione della partita, rivedremo con attenzione il filmato per capire i motivi di questa inattesa sconfitta. Ora è difficile l’accesso ai Play-Off e dobbiamo aspettare i risultati degli altri oltre ai nostri e questo è veramente scocciante. Quest’anno è così, fino ad ora ho potuto avere la formazione titolare solo per qualche minuto con i Falcons, però abbiamo cambi e validi, i problemi ci sono derivati da un Campionato con troppe soste ed intoppi vari che hanno indubbiamente intaccato la continuità della squadra. Mi dispiace molto per gli atleti, perché sono un ottimo gruppo e dopo avere faticato per mesi anche sulla neve meriterebbero più soddisfazioni, ma devo dire che anche noi abbiamo delle colpe e le analizzeremo con attenzione in seguito, ora dimentichiamo alla svelta e prepariamo le prossime partite.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.