Touchdown logo

IFL week 5: le partite

30 marzo 2012 – Ecco il dettaglio della quinta giornata, che si apre con il fantastico derby milanese, tra nomi glamour, terreno sintetico all’americana e spettacolo fuori dal campo, per proseguire domenica con un programma ricco e vario. Che comprende Energy Building Dolphins Ancona-Panthers Parma, partita di grandioso interesse spettacolare e tecnico. SEAMEN MILANO-SAMPLA BELTING […]



30 marzo 2012 – Ecco il dettaglio della quinta giornata, che si apre con il fantastico derby milanese, tra nomi glamour, terreno sintetico all’americana e spettacolo fuori dal campo, per proseguire domenica con un programma ricco e vario. Che comprende Energy Building Dolphins Ancona-Panthers Parma, partita di grandioso interesse spettacolare e tecnico.

SEAMEN MILANO-SAMPLA BELTING RHINOS MILANO (sabato 31 marzo 2012 ore 18 Velodromo Vigorelli via Arona 19 Milano) – Derby! Secondo anno consecutivo per la stracittadina milanese, tornata con il riaffacciarsi alla massima serie dei Seamen nel 2011. Ed è anche appropriato che Seamen-Rhinos sia questa settimana l’unica partita prevista al sabato, quasi ad avere il massimo risalto. La sfida vale doppio, anzi triplo: primato cittadino, rincorsa playoff per i Rhinos (2 vittorie e 1 sconfitta) e forse ultima occasione per puntare ai playoff stessi per i Seamen (0-3), che nelle due settimane tra la sconfitta di Parma e questo appuntamento al Vigorelli hanno cercato di recuperare terreno e compattarsi sotto la guida di Joe Avezzano, cui viene richiesta tutta l’esperienza di cui è dotato in una situazione come questa. Decisamente diverso lo stato d’animo dei Rhinos, che fin qui hanno vinto due partite in maniera netta e perso un’unica gara, quella di debutto, al tempo supplementare. Il cambio di americano, con Lane Olson a sostituire Travis Shelton proprio dopo la prima partita, per ora ha dato i suoi frutti e il quarterback Taylor Harris ha presto garantito quell’efficacia sul gioco aereo che gli era stata richiesta, trovando tra l’altro ottime mani italiani a ricevere, quelle dei vari Giacomo Bonanno e Luca Catalano. Ottime premesse per una grande partita in una bella giornata milanese, con una curiosità in più: al già ricco programma tradizionale delle partite interne dei Seamen, ovvero cheerleaders, animazione, deejay e musica, si aggiunge questa volta l’assaggio gratuito dei marshmallow della Rocky Mountain, motivo per cui la sfida è stata ribattezzata per l’occasione Marshmallow Bowl.

ELMO DOVES BOLOGNA-ELEPHANTS CATANIA (domenica 1 aprile 2012 ore 14.30 Stadio Lunetta Gamberini via degli Orti 60 Bologna) – Come i Seamen, anche i Doves sono a zero in classifica (su due partite giocate) e reduci da un inizio difficile dentro e fuori dal campo. Gli infortuni della prima giornata contro gli Hogs hanno trascinato i loro effetti anche nella seconda gara, quella di Cernusco, persa 40-0 con qualche strascico: il defensive coordinator Neil Hamilton è stato lasciato a casa e la cura della difesa è stata divisa tra alcuni giocatori, tra cui il linebacker americano Gavin Romanick. Della difesa ci sarà particolarmente bisogno contro un attacco, quello degli Elephants (1-1), tradizionalmente esplosivo, anche se ben contenuto dalla difesa di Ancona nella partita che i siciliani hanno perso in casa (27-37) contro i Dolphins due settimane fa. La combinazione tra il quarterback Eric Marty, la batteria di ricevitori nostrani, il running back Nate Kmic e il tuttofare Jordan Lake, fin qui brillante anche sui ritorni, è tale da preoccupare qualsiasi difesa, ma c’è qualche grattacapo a causa degli infortuni: per la trasferta di Bologna è in dubbio il forte OL Andrea Specchiarello, colpito in settimana da un gravissimo lutto (la morte del padre) per cui tutta la IFL gli porge le proprie condoglianze, mentre sarò sicuramente assente il tight end Giuseppe Strano. In difesa niente da fare per il defensive end Fabio Scuto, per i linebacker Alberto Gallina e Fabrizio Treccarichi e per il cornerback Antonello Gulisano, mentre rientrano il LB/SS Renato Gargiulo e il CB Claudio Caruso.

GIANTS BOLZANO-WARRIORS BOLOGNA (domenica 1 aprile 2012 ore 14.30 Stadio Europa via Resia Bolzano) – Partita importante sotto vari aspetti, per i Giants (2-1). Finora, infatti, gli altoatesini hanno vinto solo in trasferta, cedendo invece nell’unica partita casalinga, contro i Rhinos. Logica e determinazione vogliono che debba arrivare un successo interno, specialmente se i Giants desiderano confermarsi squadra da playoff, il problema è dato dall’avversaria, i Warriors (3-1), battuti solo all’esordio, sul terreno dei campioni d’Italia dei Panthers. Per i ragazzi di coach Argeo Tisma un roster pressoché al completo, con il ritorno del linebacker Nicolò Gallina e la presenza di Giuseppe Bonacci, il ricevitore che ha procrastinato di qualche giorno la partenza per l’Australia proprio per poter giocare questa partita. A proposito di ricevitori, i Warriors ne hanno due, anzi tre (ma uno ora è difensore) che a Bolzano hanno lasciato un grande ricordo: Mario Panzani, Marco Piva e Paolo Ricchiuti, ora al ritorno come punti di forza di una squadra che ha avuto qualche problema fisico in alcuni dei giocatori scesi in campo con la nazionale sabato scorso, ma che ritrova Ivan Ropa, il linebacker che ha scontato le quattro giornate di squalifica risalenti all’Italian Super Bowl del luglio scorso.

LIONS BERGAMO-HOGS REGGIO EMILIA (domenica 1 aprile 2012 ore 14.30 Stadio Comunale via Stezzano 33 Azzano San Paolo, Bergamo) – Terza gara casalinga in quattro giornate per i Lions (1-2), che hanno approfittato della pausa per sistemare alcune delle situazioni che non erano piaciute nel corso della partita persa contro i Giants due domeniche fa, risultato che a Bergamo ha lasciato qualche rimpianto perché ottenuto, questa la sensazione degli orobici, contro una squadra alla loro portata. Il fascino della sfida contro gli Hogs (2-1) è quello che accompagna sempre le gare contro i reggiani, che affidandosi alla loro filosofia basata sulla Wing-T arricchita però dai lanci di Niccolò Scaglia pongono alle difese una serie di problemi inediti, anche se questa attenzione all’attacco fa a volte dimenticare una difesa, quella degli Hogs, che ha ottimi protagonisti e l’apporto di tanti giovani. Servirà tutto, contro l’esplosivo attacco dei Lions guidato dal quarterback Bart Blanchard e dal ricevitore Chaz Thompson, fin qui forse il giocatore più spettacolare del campionato.

ENERGY BUILDING DOLPHINS ANCONA-PANTHERS PARMA (domenica 1 aprile 2012 ore 15.30 Stadio Giuliani via Esino Torrette, Ancona) – La partita più importante della giornata, considerando le vittorie fin qui ottenute dalle due squadre. 2-0 i Dolphins, 3-1 i Panthers che durante la sosta per la nazionale hanno poi brillantemente superato anche il primo ostacolo di Eurobowl, i Catalonia Dracs, mantenendosi “caldi” anche se permane la preoccupazione per alcuni infortuni, tra cui quelli di Tommaso Antonetti, Andrea Parri, Sergio Leoni, Valerio Panico e Maxim Bulgac. Un problema però sentito anche dalla squadra di casa: in settimana non hanno potuto allenarsi, e dunque quasi certamente non saranno in campo, Lorenzo Pignataro, Luca Ragnetti, Luigi Annichini e Luca Canonico, mentre Fulvio Renzi, che non è al 100%, dovrebbe operare più da cornerback che da ricevitore. Un destino che attende anche John Pagliaro, uno dei tre americani, che aveva saltato già la trasferta vincente a Catania per un infortunio alla gamba e non sarà dunque schierato a tempo pieno. In difesa rientra comunque, come defensive lineman e non più linebacker, Simone Domenichetti, assente da oltre un anno. Difesa, difesa, difesa: perché se si dà quasi per scontato che l’attacco dorico possa produrre punti grazie alle invenzioni di Rocky Pentello, il quarterback per cui nessun down è causa persa, è da mettere in evidenza come l’attacco di Parma sia cresciuto con il passare del tempo, in contemporanea con il ritorno alla forma del ricevitore Kevin Grayson, che aveva saltato per infortunio il Kick-Off Classic. La versatilità dei Panthers in fase offensiva è confermata da Jaycen Taylor-Spears, il running back che garantisce un costante apporto di yards e dunque possesso di palla. Fondamentale in un sfida come quella di domenica, ovviamente, in cui sarà forse il numero di possessi a determinare il risultato, e il primato in classifica.

MISTERSEX LAZIO MARINES-DAEMONS CERNUSCO (domenica 1 aprile 2012 ore 16 Stadio Giannattasio via Mar Arabico Ostia Lido, Roma) – Marines (0-3) sempre al lavoro, e sempre alle prese con il compito di cancellare lo zero in classifica, frutto di tre partite tra l’avventato e il rocambolesco. Nette le sconfitte lombarde contro i Lions e i Rhinos, più equilibrata la gara interna contro i Panthers, nella quale i laziani avevano chiuso in vantaggio il primo tempo. La crescita in attacco e difesa dev’essere accompagnata dalla convinzione di poter chiudere le partite, e in questo la visita dei Daemons offre un’avversaria molto interessante e… pericolosa, se vista dalla prospettiva dei padroni di casa. I Daemons (1-1) hanno fatto bella impressione nelle due partite disputate, perdendo in maniera onorevole contro i Warriors e superando nettamente i Doves: appare azzeccata la filosofia di utilizzare un quarterback italiano, Andrea Bisiani, e selezionare i tre americani Jeff Souder (al ritorno a tempo pieno dopo qualche problema fisico), Jeff Franklin e Major Culbert nel ruolo di difensori da sfruttare però con grande profitto anche in attacco, come è accaduto finora. Occhio anche – ma qui ci ripetiamo – a Stefano Di Tunisi, che ha trasformato il brillante inizio di stagione come ricevitore in una presenza con la nazionale nell’amichevole dello scorso fine settimana.

IL DETTAGLIO DELLA QUINTA GIORNATA
– Seamen Milano-Sampla Belting Rhinos Milano sabato 31 marzo 2012 ore 18 Velodromo Vigorelli via Arona 19 Milano
– Elmo Doves Bologna-Elephants Catania domenica 1 aprile 2012 ore 14.30 Stadio Lunetta Gamberini via degli Orti 60 Bologna
– Giants Bolzano-Warriors Bologna domenica 1 aprile 2012 ore 14.30 Stadio Europa via Resia Bolzano
– Lions Bergamo-Hogs Reggio Emilia domenica 1 aprile 2012 ore 15.30 Stadio Comunale via Stezzano 33 Azzano San Paolo (Bergamo)
– Energy Building Dolphins Ancona-Panthers Parma domenica 1 aprile 2012 ore 15.30 Stadio Giuliani via Esino Torrette (Ancona)
– Mistersex Lazio Marines-Daemons Cernusco domenica 1 aprile 2012 ore 16 Stadio Giannattasio via Mar Arabico Ostia Lido (Roma)

LA CLASSIFICA
Energy Building Dolphins Ancona 2-0; Panthers Parma e Warriors Bologna 3-1; Giants Bolzano, Hogs Reggio Emilia e Sampla Belting Rhinos Milano 2-1; Daemons Cernusco 1-1 ed Elephants Catania 1-1; Lions Bergamo 1-2; Doves Bologna 0-2; MisterSex Lazio Marines e Seamen Milano 0-3.

Il calendario della stagione 2012 IFL è consultabile presso il sito www.ifleague.it all’url www.ifleague.it/cms/?option=com_foocal&task=calendario.

La IFL, Italian Football League, è la lega che sovrintende al massimo campionato di football italiano. Sono 12, due in più rispetto alla stagione 2011, le squadre partecipanti, tra cui la novità Daemons Martesana e il ritorno dei Lions Bergamo, la squadra più titolata del football nostrano. Ai playoff si qualificheranno le prime sei squadre della regular season: le prime due passeranno direttamente alle semifinali, mentre le classificate dal terzo al sesto posto si sfideranno in una wild card. L’Italian Super Bowl si giocherà sabato 7 luglio allo Stadio Ossola di Varese.

Aggiornamenti sul Kick-Off Classic e su tutte le partite saranno disponibili sull’account Twitter della IFL, @IflPress

fonte Uff. Stampa IFL


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.