Touchdown logo

La stagione dei Raiders si fa più nera che argento

Si allunga a tre sconfitte la striscia negativa dei Raiders che cedono le armi all’ O.Co Coliseum contro i sempre più lanciati Saints. L’ingresso della squadra della Lousiana nel match è di quelli da incubo con uno-due a lasciar presagire al generoso popolo nero argento, l’impianto era ancora una volta sold out, che non sarebbe […]


Si allunga a tre sconfitte la striscia negativa dei Raiders che cedono le armi all’ O.Co Coliseum contro i sempre più lanciati Saints. L’ingresso della squadra della Lousiana nel match è di quelli da incubo con uno-due a lasciar presagire al generoso popolo nero argento, l’impianto era ancora una volta sold out, che non sarebbe stata una giornata facile. Il primo drive condotto magistralmente da Dreew Brees (10 giochi per 80 yarde di guadagno in poco più di 4 minuti) si conclude con il primo touchdown di giornata ad opera di J. Graham (1 yd pass) prima che M. Jenkins cavalchi 55 yarde per ritornare l’ennesimo intercetto stagionale, cortesia di un Carson Palmer tanto produttivo quanto mancante d’incisività nei momenti topici di un match. Il botta e risposta del secondo quarto, mete realizzare per Oakland da B. Myers (1 yd pass) e per New Orleans da L. Moore, spedito in end zone con un pass da 38 yarde, precedono gli ultimi due minuti, croce californiana visto che i Raiders non producono punti dopo l’annuncio del “two minutes warning” da nove match consecutivi, nei quali l’attacco nero argento manca della tempra giusta per chiudere il primo tempo con uno scarto accettabile (7 a 21 all’half time). La seconda parte della gara, non è una novità, si rivela un monologo dei Saints a segno  con M. Ingram (27 yards run), L. Moore (15 yds pass) e il FG di G. Hartley (47 yds) cui rispondono parzialmente un FG di S. Janikowski (40 yds) e il brodino conclusivo del TD di J. Criner (3 yds pass) che fissa lo score sul 17 a 38, espressione numerica di una gara nella quale i Raiders producono yarde e i Saints raccolgono la posta. Per gli amanti delle statistiche si segnalano le performance dei QB (C. Palmer 22/40 per 312 yds 2 TD 2 int – D. Brees 20/27 per 219 3 TD 0 int.)  che evidenziano la maggior razionalità ed efficienza del regista di New Orleans e il dato delle yarde totali, favorevoli ai Raiders (404 contro 382), oltre che un tempo di possesso compessivo (31.24 contro 28.36 sempre a favore dei californiani) che pone ulteriormente in evidenza la maggiore concretezza degli ospiti, non sfavillanti, ma capaci di affondare la lama al momento giusto.

Saints at Raiders 38-17 (14-0 7-7 14-3 3-7)


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.