Touchdown logo

I Bills rispondono alla chiamata

Ottima prestazione dei Bills Cavallermaggiore che, nella prima partita di play-off del campionato 2013, sconfiggono i temibili Knights Persiceto al termine di una partita combattuta e tirata dall’inizio alla fine. Il match è cominciato in salita per la squadra di casa che, dopo poche azioni, si trovava già sotto di 10 punti a causa delle […]


Ottima prestazione dei Bills Cavallermaggiore che, nella prima partita di play-off del campionato 2013, sconfiggono i temibili Knights Persiceto al termine di una partita combattuta e tirata dall’inizio alla fine. Il match è cominciato in salita per la squadra di casa che, dopo poche azioni, si trovava già sotto di 10 punti a causa delle difficoltà nello svolgimento degli schemi. I bufali arancio-blu non si sono persi d’animo e tirando fuori quella grinta, che è il loro segno distintivo, hanno trovato la quadra e hanno iniziato a macinare terreno. Così nel giro di due drive offensivi si sono portati in vantaggio con le segnature di Petrone William e Luigi Astore. Dal canto suo la difesa ha bloccato gli attacchi avversari concedendo poco e costringendo l’attacco Knights a restituire il pallone alla squadra di casa. Il tempo scorre e si arriva così al riposo sul punteggio di 14-10 per i padroni di casa. Con l’inerzia dalla propria parte, e la voglia di restare imbattuti in casa, i Bills rientrano in campo più convinti e dopo aver bloccato nuovamente gli avversari, la difesa arancio-blu restituisce il pallone al proprio attacco che ne approfitta e va a segno con una bella corsa del giovane Marwane Moumine, e in seguito alla trasformazione si va sul 21-10. Poco dopo, con la stessa dinamica, è di nuovo Moumine a portare la palla oltre la linea di meta per allungare il vantaggio, 28-10. Sebbene la partita possa sembrare terminata, siamo solo al terzo quarto e le due squadre continuano a lottare colpo su colpo, finché gli ospiti riescono a mettere a segno il loro secondo TD della giornata accorciando le distanze sul 28-17. I padroni di casa risentono del colpo e all’inizio dell’ultimo quarto i Knights segnano nuovamente, questa volta la trasformazione non va a buon fine e si va sul 28-23. Nonostante il caldo e la fatica si continua a lottare, e verso la metà dell’ultimo quarto, ancora William Petrone mette a segno il TD che vale il 35-23 per i padroni di casa, che allungano nuovamente. L’emozioni non sono finite, infatti gli ospiti continuano a lottare e a circa due minuti dalla fine segnano ancora su passaggio e accorciano le distanze, 35-30. A questo punto la palla passa in mano all’attacco di casa che, con un’intelligente gestione del cronometro e della palla, arrivano fino alla fine portando a casa una vittoria sofferta ma meritata. I Bills proseguono così il loro cammino che li vedrà affrontare domenica 9 giugno ore 14,30, di nuovo tra le mura amiche, gli Skorpions Varese, squadra di grande tradizione. La dirigenza coglie l’occasione per ringraziare il comune che si è adoperato affinchè le partite potessero essere disputate sul campo di casa e tutti gli sponsor che, con il loro contributo, danno una mano alla squadra.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.