Touchdown logo

Errori e turnovers condannano San Francisco alla sconfitta

Troppi turnovers e i 49ers lasciano una vittoria che sembrava a portata di mano agli Arizona Cardinals, nonostante il dominio nelle statistiche.

San Francisco 49ers Richard Sherman dopo la sconfitta

La matematica del football è semplice ma spietata, se commetti 5 turnovers in più del tuo avversario la partita la perdi, anche se domini.

È questa, in sintesi, la storia della partita di domenica al Levis Stadium. Malgrado aver dominato in yards guadagnate (447-220), tempo di possesso della palla (40:12-19:48), primi down (33-10), i Niners hanno perso 28 a 18, perché invece di segnare, hanno dato palla all’avversario.

La partita tuttavia era cominciata bene, i 49ers erano già andati a segno nel primo drive del match, ma troppi festeggiamenti hanno fatto da terreno fertile per gli errori: 1) si comincia con l’extra point sbagliato; 2) la safety Colbert lascia da solo il ricevitore Kirk, dando ai Cardinals la possibilità di segnare con un touchdown da 75 yards in un solo tentativo, e 3) nel drive successivo Beathard passa a Garcon, che fa rimbalzare la palla sulle sue mani e diventa preda della safety dei Cardinals Tre Boston.

Anche se i Cardinals non hanno capitalizzato questo turnover, è bastato avere un po’ di pazienza per cambiare l’inerzia della partita. Nel drive successivo infatti San Francisco perde il running back Breida, infortunato, ed il suo sostituto Mostert commettere un fumble, che da ad Arizona la possibilità di segnare altri 7 punti e di portare il vantaggio a 14-6.

Dopo quell’errore San Francisco non è stata capace di ottenere altro per il resto del primo tempo, e Beathard ha avuto problemi a servire i suoi ricevitori per tutta la partita. Nonostante a referto vadano 349 yards in 54 tentativi, il problema principale non era tanto il quarterback quanto l’incapacità dei ricevitori di liberarsi dalle marcature difensive.

Beathard 49ers vs Cardinals 2018

La difesa di San Francisco comunque è riuscita a tenere la squadra in partita, limitando l’attacco dei Cardinals a molti punt e rendendosi decisamente efficace soprattutto in situazioni da terzo down.

Quando nel quarto periodo tutto sembrava tornare a regime per i 49ers, grazie ad un buon drive da 83 yards terminato con il touchdown del possibile pareggio, ecco che un altro errore (extrapoint da 2 punti fallito), che lascia i giocatori red&gold ancora dietro nel punteggio: 14-12 Cardinals.

Nel drive successivo la difesa ferma ancora i Cardinals in meno di un minuto, dando a Beathard ed all’offense la possibilità di vincere comodamente la partita con un calcio piazzato. Purtroppo per i Niners Beathard perde palla per la seconda volta (fumble), a causa della pass rush dei Cardinals, e il linebacker Josh Bynes raccoglie, ringrazia e la riporta in touchdown. Cardinals 21, 49ers 12 con ancora 4:30 lasciati sul cronometro, ma la partita è praticamente finita li.

I Niners ora sono a 1-4, e la sconfitta li mette ultimi nella NFC West. Una posizione che solamente un mese fa nessuno avrebbe creduto possibile. Con tre partite molto difficili all’orizzonte, il rischio è di arrivare ad un record di 1-7, cosa purtroppo dalle probabilità altissime.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy