Touchdown logo

Cam Newton non giocherà le ultime 2 partite di regular season

Una decisione sofferta per il QB dei Carolina Panthers. Salterà, per motivi tecnici e di salute, le ultime due sfide della stagione.

Cam Newton out 2018

Steelers, Lions, Seahawks, Buccaneers, Browns e Saints. Tutte squadre che hanno battuto, in un modo o nell’altro i Carolina Panthers. E la prima testa che rotola è proprio quella dell’ex Heisman Trophy, ex MVP della lega, ex QB di Florida e Auburn, e (possibile taglio futuro) attuale QB: Cameron “Cam” Newton. Sei sconfitte che hanno pesato molto sul suo rendimento, che hanno fatto sprofondare Carolina in una crisi profonda, a 2 partite dal termine.

C’è chi ha fatto peggio di loro: nella NFC South, i Buccaneers e i Falcons sono le squadre che se la passano decisamente peggio, 5 vittorie e 9 sconfitte ciascuna, e Atlanta che si giocherà una terribile partite per salvare l’onore della squadra. Cam Newton verrà preferito alla riserva, Taylor Heinicke, e Newton non verrà nemmeno convocato nella trasferta di Atlanta.

I numeri non sono contro il “Black Panther”, un rating di 94.2, con 3395 yard lanciate e 24 TD (Derek Carr, ad esempio, ha un rating di 96.4, con 3697 yard lanciate e solo 19 TD): queste statistiche potrebbero tranquillamente garantirgli il posto in squadra, ma sono state fatali il fil0tto di sconfitte maturate in un mese e mezzo.

Può giustificarlo il fatto che l’hanno fatto giocare con una spalla malconcia (e cam Jordan, convocato al Pro Bowl, non gli ha risparmiato nulla, lunedì sera), ma un cambio era dovuto: Coach Rivera spiega il motivo del cambio, avvenuto dopo una conversazione con Newton

“It was a very good conversation with Cam. He understood and understood our thinking behind this. He’s disappointed. He’s frustrated. He wants to play. This is one of those things that we just had a great conversation. He understands going forward”.

TRADUZIONE: C’è stata una buona conversazione con Cam. Lui ha capito e ha capito il nostro pensiero dietro questo [cambio]. È deluso. È frustrato. Vuole giocare. Questa è una di quelle cose, e abbiamo avuto una grande conversazione. Ha capito che c’è bisogno di andare avanti.

Cam Newton non andrà, al momento, nella lista degli infortunati.

Metterlo da parte è per precauzione, per uno degli uomini immagine della franchigia. Tuttavia, è possibile presumere che, a stagione ultimata, si siederanno tutti attorno ad un tavolo, per decidere il futuro di Newton. È ormai da un paio d’anni che gioca con una spalla che gli da noie, e i Panthers, potrebbero muoversi in fase di pre-Draft, scegliendo un nuovo QB fresco e in salute.

C’è da recuperare un QB di prospetto (nonostante i suoi 29 anni, è un veterano con un Super Bowl giocato, quindi può tranquillamente rifarsi), ma soprattutto deve riconquistare la fiducia dei suoi compagni, che comunque lo sentono, e lui si è sentito responsabile per la sesta sconfitta consecutiva.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy