Touchdown logo

Touchdown League 3: ecco le pagelle del draft

Le pagelle preseason della Touchdown League 3

il draft fantasy: cosa fare per farlo bene

Esordio per la League 3 del fantasy football di Touchdown Magazine, 12 squadre che si daranno battaglia per aggiudicarsi le 2 promozioni in palio. Ieri le nostre donne ci hanno maledetti per aver passato la serata al computer in cerca del fantasy team perfetto, ma vediamo insieme per chi ne è valsa la pena.

DIVISION 1

Santa Shields: voto 6

Prima scelta che arriva alla numero 10 con il nome di Nick Chubb, RB che sarà la stella del team insieme al compagno di reparto Mark Ingram, coadiuvati da un discreto team titolare composto dal sempreverde Aaron Rodgers in cabina di regia; Edelman, Thielen e J.J.S.S come wide recivers e i muscoli del rientrante Gronk. I Problemi arrivano in panca dove, eccezion fatta per Baker Mayfield, non troviamo nulla di speciale: come RBs ci saranno Lindsay, che soffrirà la presenza di Gordon a Denver, McCoy ed Edmonds; come WR Jerry Jeudy e Kenny Stills, mentre come TE Andrea ha optato per Greg Olsen. La difesa dei Titans, soffrirà l’addio di Logan Ryan, ma rimane comunque una buona difesa. Un’unica domanda: Dov’è il kicker???

Conversione al quarto down o la morte

Irish Sentinels: voto 7,5

Questa è probabilmente la squadra più completa della Lega, con un back field che vede protagonisti Barclay mixon and Gibson, mentre il pacchetto dei ricevitori è composto da Robinson, Kupp, Brandin Cooks e Tyler Boyd, quest’ultimo arrivato addirittura all’ottavo giro (94 assoluta). I quarterback saranno Tom Brady e Daniel Jones, mentre nel ruolo di TE Travis Kelce, arrivato al terzo giro, la farà da padrone. A chiudere il roster troviamo 3 RB di riserva Henderson, Pollard e Swift; la più che solida difesa dei Saints e il Kicker di Arizona Gonzales. Forse l’unica pecca è la mancanza del cambio di Kelce, ma per il resto è un draft più che positivo.

Travis non forzare

Apaches Firenze: voto 8-

Gli indiani nativi del capoluogo toscano, si affideranno molto all’attacco dei Rams, sperando che non sia come quello del superbowl LIII, viste le scelte di Jarred Goff, Robert Woods e Tyler Higbee. La pick al primo round arriva alla numero 6 e porta il nome di Dalvin Cook, che guiderà il reparto dei RB insieme al rookie Edwards-Helaire, David Montgomery e Alexander Mattison come cambio di Cook, ottima scelta visto il rapporto con gli infortuni del giocatore uscito da Florida State.

I ricevitori, oltre al già citato Woods, saranno Kenny Golladay, Amare Cooper e Diontae Johnson che chiudono un ottimo reparto, mentre il cambio di Hygbee sarà il TE di Miami Gesicki.

Il ROTY in carica Kyler Murray sarà il QB di riserva, seguito da Tua Tagovailoa.

La squadra si chiude con il Kicker Zuerlein e l’ottima difesa dei Baltimore Ravens.

Rams Fans

Cleveland Browns Lives Matter: voto 7

Derrick Henry e Julio Jones ai primi due giri fanno guadagnare subito tanti punti alla squadra col nome più lungo della lega, che per l’occasione abbrevierò con l’acronimo CBLM per cercare di finire entro stasera.

Il pezzo forte della squadra è rappresentato dai WR Beckham jr, Steffon Diggs appena trasferitosi a Buffalo e Will Fuller che troverà molto più spazio con l’addio di Hopkins. A cercare di servire i ricevitori ci saranno Matt Ryan e Cam Newton nella nuova cornice del Gillette Stadium, QB che avranno a disposizioni anche le ottime mani di Zach Ertz. Gli addetti alle corse, oltre a King Henry saranno James White, il rookie di Green Bay AJ Dillon e Leonard Fournette tagliato per errore poco dopo la chiusura del draft. Personalmente condivido la scelta di draftare 2 difese, quella dei Bills e dei Seahawks in questo caso, mentre il kicker sarà Jake Elliott di Philadelphia.

Se vuoi indietro Fournette, dovrai pagare

DIVISION 2

Sea Devils: voto 8+

Michael Thomas, Davante Adams, DJ Moore, Jamison Crowder e Sterling Shepard… Standing ovation per questi ricevitori fantastici che garantiranno sicuramente tantissimi punti. Come se non bastasse, il TE titolare sarà Darren Waller dei Raiders, mentre la riserva è rappresentata da Jack Doyle. Il backfield, oltre agli infortunati Armstead e Harris, sarà affidato a Melvin Gordon, Raheem Mostert e Ronald Jones che si giocherà il posto con Fournette a Tampa. Butcker e i 49ers sono il top per quanto riguarda Kicker e difesa. Mezzo voto in meno per l’assenza di un QB di riserva per l’unico titolare Josh Allen.

Josh Allen Highlander

Fortitudo Helmets: voto 6,5

Con la prima scelta assoluta non poteva che arrivare Christian McCaffrey, sorprendente come un delitto in una puntata di Don Matteo. Il reparto si completa con l’inserimento di Jordan Howard, Latavius Murray e il rookie scommessa Jonathan Taylor, arrivato probabilmente troppo presto con la numero 25 assoluta. All’ultima scelta del secondo round arriva George Kittle, che successivamente vedrà l’ingresso del suo compagno di reparto Hayden Hurst. Un’altra scommessa è quella del primo WR draftato: Terry McLaurin, prodotto di Ohio State University al secondo anno in NFL, e qui arrivano i problemi, un pacchetto di ricevitori piuttosto debole senza un vero e proprio leader (John Brown, Christian Kirk e Golden Tate). Questa mancanza è però compensata da 2 top QB come Dak Prescott e Drew Brees, con Gardner Minshew come terza opzione. La difesa dei Packers è una delle migliori in circolazione, mentre scegliere il kicker dei Vikings non è mai una buona idea, soprattutto nei momenti decisivi, Gary Anderson e Blair Walsh insegnano.

Si può fare di più

Atletico Pettone: voto 7-

L’assenza di QB potrebbe farsi sentire anche per la terza squadra di questa division 2, considerata la presenza del solo Drew Lock arrivato addirittura al 13° round. C’è da dire però che il talento offensivo non mancherà, soprattutto quello della tripletta di RB Kamara, Drake e Singletary, se poi ci mettiamo pure David Johnson come riserva… Talento puro anche per quanto riguarda i ricevitori, con un Keenan Allen fresco di rinnovo contrattuale con i Chargers, Chris Godwin che avrà Tom Brady come nuovo Quarterback, Marquise Brown e Jarvis Landry. Un altro giocatore di Cleveland si aggiunge alla squadra, trattasi di Austin Hooper, appena arrivato alla corte di Stefanski. Il TE di riserva sarà Jace Sternberger, che con molta probabilità non sarà titolare nei Packers. La difesa è quella dei Kansas City Chiefs campioni in carica, arrivata con la scelta al 14° round, mentre come kicker è stato preso Matt Prater, che potrà portare punti aggiuntivi sul tabellone.

QB… Quanto Basta

Zan Gin Don: voto 8,5

Chi non avrà sicuramente problemi di cuor…terback (ok, questa era veramente inappropriata) è la squadra, a mio parere, favorita per vincere la division. Sono infatti stati draftati ben 4 QB e tutti titolri nelle rispettive franchigie: Carson Wentz, Derreck Carr, Jimmy G e Matthew Stafford. I 3 RBs saranno Josh Jacobs preso con la quinta scelta assoluta, Miles Sanders e Todd Guerley, che garantiscono titolarità e punti importanti, mentre come riserva c’è Tevin Coleman, che difficilmente troverà spazio. Evan Engram e Noah Fant formano uno dei reparti di TE migliori della lega, mentre quello che mi convince di meno è la scelta di draftare solo 3 wide recivers AJ Brown, DK Metcalf e Tyler Lockett, soprattutto i due di Seattle saranno sicuramente assenti nella bye week della squadra di Carroll. Il roster si chiude con l’affidabile Koo come Kicker e la difesa dei Colts, anche se c’era di meglio.

I fantastici 4

DIVISION 3

WTAM TEAM V: voto 9

La prima squadra della division 3 si presenta con un draft molto equilibrato: Mattia sceglie alla numero 11 Austin Ekeler, che verrà poi seguito dai compagni di reparto Le’Veon Bell, Sony Michel ed Adrian Peterson. Il vero colpo arriva alla numero 14 con la pick di Patrick Mahomes, che si gioca il ruolo di miglior fantasy QB insieme a Jackson, mentre come riserva Joe Burrow, arrivato al round 10 è una delle mosse migliori. Jared Cook e Tyler Eifert forniscono buone mani e muscoli al team, mentre troviamo per la prima volta un doppio kicker: Gould e Gostkowski. Buonissima anche la scelta dei 4 ricevitori che saranno DeVante Parker, Michael Gallup, Cole Beasly e Sammy Watkins, quattro titolari che faranno comodissimo. Con la difesa degli Eagles, questa diventa una delle principali squadre candidate a titolo.

Chi comincia bene…

BIG BLUE TEAM: voto 8

Avere la scelta numero 12 non è mai tanto vantaggioso, Simone però si è comportato egregiamente nella selezione dei giocatori. Al primo giro è stato scelto Tyreek Hill, che farà reparto con TY Hilton, Darius Slayton, Mravin Jones e Mecole Hardman, garantendo titolarità e buone mani. Andrews è uno dei top TE in circolazione, mentre il cambio rappresentato da Goedert può essere una scelta importante nonostante la competizione con Zach Ertz che al momento vede in vantaggio quest’ultimo. Il ruolo nel backfield è coperto da Marlon Mack, che quest’anno sarà punzecchiato dalla concorrenza e dalla voglia di emergere di Jonathan Taylor, Chris Carson che, salvo infortuni, può garantire punti importanti vista a propensione a correre dei Seahawks, Matt Breida appena arrivato a Miami e Bryce Love, che troverà poco spazio. Per quanto riguarda i quarterback, Deshaun Watson arriva al terzo round alla numero 36, mentre il backup Teddy Bridgewater è stato scelto con l’ultima pick assoluta (180). Il kicker sarà Wil Lutz, grande scelta, mentre la difesa dei Patriots sarà orfana di numerosi giocatori per via della scelta dei giocatori di saltare la stagione per l’emergenza Covid, uno su tutti è Dont’a Hightower.

Gli ultimi…

VOGHERA COWBOYS: voto 7

Forse la squadra più debole di questa combattuta division, ma non per questo un brutto team. Carlo con la seconda scelta assoluta si assicura l’MVP della scorsa stagione Lamar Jackson, anche un po’ a sorpresa, mentre la riserva sarà Dwayne Haskins che cercherà, per quanto potrà, di portare avanti l’attacco dei Washington Football Team (fa male anche solo a scriverlo). Il ruolo di running back è sicuramente il punto debole della squadra che vede Aaron Jones, unico di grande qualità, Kerryon Johnson, Cam Akers e Giovani Bernard, questi ultimi due vedranno pochissimo il campo. Mike Evans come ricevitore di punta ha tutte le potenzialità per spaccare, mentre dietro di lui nelle gerarchie arrivano Courtland Sutton, DJ Chark e le scommesse Cee Dee Lamb e Henry Ruggs. Anche la coppia di TE con Hunter Henry e Jonnu Smith sulla carta è una delle più deboli, ma stravedo per il giocatore dei Titans. Chiusura in bellezza con Tucker come Kicker e la difesa degli Steelers, che per il fantasy è con distacco la migliore della lega.

Non vi temo

ORANGEISTHENEWBORDELLOS: voto 8+

Partiamo malissimo anche qui per via di un nome davvero troppo lungo che necessita di acronimo. Scherzi a parte, Raffaele si è mosso molto bene nella era del draft mettendo su una squadra che, nonostante la division molto combattuta, può ambire ai playoff. Zeke Elliott sarà sicuramente la punta di diamante della squadra, aiutato in reparto da James Conner, Kareem Hunt e Tarik Cohen… Pura velocità. Russell Wilson arriva al quarto giro e sarà affiancato da Philipp Rivers, pronto a rendersi protagonista in quel di Indianapolis. Alla numero 28 arriva invece DeAndre Hopkins, fresco di estensione de contratto e pronto a fare faville nella nuova cornice dello State Farm Stadium di Phoenix. Insieme a lui in squadra ci saranno AJ Green, che si affiderà al nuovo quarterback Joe Burrow, Calvin Ridley, Deebo Samuel ed Emmanuel Sanders. Il problema di questa squadra è il kicker Matt Gay che non sarà titolare a Tampa, quindi serve sfruttare i free agents. Il TE titolare sarà un altro giocatore in una nuova realtà: Eric Ebron, mentre la riserva sarà TJ Hockenson di Detroit. La difesa dei Vikings potrà soffrire l’infortunio di Danielle Hunter, che resterà ai box fino per 4 settimane.

New is alwais better

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.