Touchdown logo

Fantasy Week Review: TD league 1

Archiviata anche la week 2, vidiamo cosa è successo in TD legue 1, analizzando tutti gli scontri e vedendo come è cambiata la classifica, che da un quasi completo riallineamento con solo un paio di squadre che tentano una iniziale fuga dal gruppo.

il draft fantasy: cosa fare per farlo bene

In questa rubrica che seguirà la legue 1 di Touchdown magazine, analizzeremo di settimana in settimana tutte le partite e i risultati più sorprendenti della giornata, commentandoli brevemente e aggiornandovi sulla classifica.

Le partite

Legnano Frogs (1-1) 128.54 – Vandali (1-1) 119.08

Ci si aspettava il rimbalzo dei Frogs dopo la brutta prestazione in week 1, e il rimbalzo è più che arrivato: Escludendo un Henry ancora spento ed AJ Green che pare irriconoscibile, vanno tutti in doppia cifra, con alcune prestazioni ben più che degne di nota, tra cui i 16.30 punti di Waller, i 25.30 di Chubb e i 32.14 di Murray, che anche questa settimana si dimostra la stella trascinatrice della squadra. Difesa dei Seahawks ancora così così, ma il tempo per sistemare è ancora tanto. Dall’altra parte i Vandali, forti di una vittoria a bruciapelo in week 1, ci provano in tutti i modi, e stanno davanti ai Frogs per più di metà giornata. Dopo il sorpasso non lasciano scappare via gli avversari, grazie ai 15.20 punti di Metcalf, che portano il tutto al Monday night, dove però un Jacobs mediocre (10.50 punti), li fa cedere definitivamente, nonostante i tanti punti messi a segno. La nota positiva è sicuramente una, il fatto di possedere la coppia di QB al momento più forte della lega (alla pari con i 92ers), composta da un Mahomes che torna ad alti livelli (27.48 punti) e Newton che sembra ringiovanito di 5 anni, mettendo in saccoccia 34.58 punti. Sarà molto difficile scegliere tra i 2 di settimana in settimana.

Palermo Vampiri (1-1) 110.28 – Rhinos (1-1) 91.40

Come per i Frogs, anche i Vampiri rimbalzano dalla pessima prestazione in week 1, battendo i Rhinos nell’ultima partita di giornata grazie ai 29.40 punti messi a segno da uno splendido Kamara. Trascinati da quest’ultimo, dall’esplosione di Taylor a Indy e dalla difesa degli Steelers, riescono a compensare qualche brutta prestazione tra i titolari (ad esempio gli zero punti di Miller), e portare a casa il risultato con un ottimo punteggio. Beffati i Rhinos, che, ad esclusione della difesa dei Ravens, di Butker e di Kealce, non trovano nessuna buona prestazione, andando con tutti i giocatori in singola cifra ad esclusione di Watson, che però mette a segno 14.70 punti. Se vogliono cercare di tornare competitivi i Rhinos devono iniziare a guardarsi attorno, specialmente per quanto riguarda i RB, perchè se l’altra volta si sono salvati, questa settimana è proprio lì che hanno perso la partita.

Marines Ostia (1-1) 135.96 – Wanderers (1-1) 74.16

Ormai l’andazzo della giornata è più che chiaro: chi in week 1 è stato bastonato, in week 2 ha bastonato a sua volta. Un ulteriore caso è stato quello dei Marines, che dopo aver deluso i week 1, si trovavano un match più abbordabile in week 2 e non hanno avuto pietà: 26.76 punti di Tannehill, 21.30 punti di Diggs e l’esagerazione dei 41.60 punti di Aaron Jones sono solo alcuni dei motivi che hanno portato i Marines a dominare la giornata, finendo come miglior punteggio della settimana. Certo che gli avversari non hanno opposto resistenza, con i Wanderers che per la seconda settimana di fila stanno sotto gli 80 punti e non accennano a volersi riprendere. La scelta di Jackson con la seconda assoluta già non sta dando i risultati sperati, e inoltre i dubbi sollevati durante le pagelle si stanno più che concretizzando: reparto WR in crisi nera e RB poco costanti e spesso inefficaci stanno costando caro agli ex campioni 2018, che se non si daranno da fare rischiano seriamente una clamorosa retrocessione.

UFOTEAM (1-1) 100.18 – Vikings on Broncos (0-2) 95.78

Nel quarto episodio di “bounce back win”, troviamo l’UFOTEAM che porta a casa una partita tiratissima, scampandola al monday night grazie a una brutta prestazione del QB dei VoB Brees (14.48 punti). UFOTEAM vengono decisamente trascinati da Atlanta, in cui tolta la brutta prestazione di Jones, si trovano 2 grandi punteggi portati da Ridley e Hurst, a cui si aggiungono i 23.98 punti di Goff e i ben 14 punti della difesa di Tampa Bay. Brutto colpo l’infortunio di Barcley, che aggiunto a quello di Mostert lasciano con quasi zero alternative la squadra per le prossime settimane. Per i VoB buona giornata nel backfiel, con Ekeler e Sanders che portano a casa 32 punti in due, a grande prestazione di Robinson nel ruolo di flex (18 punti), ma la brutta giornata del sopracitato Brees, e di altri elementi cardine della squadra come Hilton ed Andrews li condannano alla sconfitta e a rimandare la prima vittoria stagionale.

Ceolains (1-1) 88.30 – Denmark 92ers (2-0) 119.72

Dopo la non convincente vittoria della settimana scorsa, i 92ers mettono a segno quasi 120 punti e zittiscono ogni dubbio sulla loro formazione. Tutti (o quasi) fanno molto più del loro dovere: il primo è la stella Wilson, che piazza 33.42 punti, segue Edelman (17.90 punti), ed infine quello che a lungo andare potrebbe rivelarsi il furto di questa Fantasy, vale a dire Leonard Fournette, che si prende il backfield di Tampa e stampa uno scontrino da 23.60 punti. Unico vero neo della squadra è il TE Grownkoski, che se già settimana scorsa aveva deluso, ma questa settimana arriva proprio a zero, come i punti da lui portati a casa; ci sarà da lavorare in FA. Per i Ceolaints giornata storta, con tutti che calano di rendimento rispetto alla week 1 e troppi giocatori in singola cifra, che condannano la squadra ad inseguire fin da subito. Provano a risollevarla Carson e Tucker, ma se bisogna affidarsi al kicker per vincere le partite, la sconfitta è inevitabile. Pesa tanto l’assenza di Michael Thomas, che costringe a schierare l’inefficace Shepard (3.50 punti), mentre la nota positiva è la scoperta di avere un ottimo secondo QB in Joe Burrow, che potrebbe creare una rotazione efficiente con Rodgers.

SparaCanguri (2-0) 114.08 – CP EAGLES (0-2) 95.90

Gli SparaCanguri dominano, anche se in maniera più limitata, anche questa giornata, grazie alla completezza della loro squadra e a risultati sopra la media, uno su tutti, i 34.48 punti di Josh Allen. Poca preoccupazione per il brutto risultato del TE Grahm (1.80 punti), perchè l’alternativa sta crescendo in casa e si chiama Higbee, che domenica ha fatto registrare ben 23.40 punti, portandosi il diritto a competere con i top di categoria. CP che vengono sicuramente trascinati dai quasi 40 punti di Prescott, ma che deludono sotto tutti gli altri fronti, il che implica la necessità di un rimpasto in FA, anche perchè il record inizia ad essere pesante, e il treno per i playoff potrebbe già essere passato.

La classifica

Livellamento quasi completo in questa seconda giornata, dopo cui ben 8 squadre si trovano sul record di 1-1, mentre delle due che si staccano dal gruppo solo una sembra veramente di un livello superiore alla competizione. La division 3 si conferma ancora come la più competitiva, con tutte e 4 le squadre sopra i 200 punti stagionali, mentre in division 1, la lotta è di minor livello ma molto più serrata, con quattro squadre ad egual record.

Division 1 Squadra Record Streak Punti fatti Punti subiti
1(4)+5 Marines Ostia 1-1 W1 219.02 176.38
2(5)-1 Rhinos 1-1 L1 194.02 193.34
3(6)+6 Palermo Vampiri 1-1 W1 180.38 170.30
4(7)-1 Wanderers 1-1 L1 153.06 206.06
Division 2
1(2)+3 Denmark 92ers 2-0 W2 209.10 167.20
2(9)-7 Ceolaints 1-1 L1 204.16 205.52
3(10)+1 UFOTEAM 1-1 W1 179.08 185.16
4(12)-4 Vikings on Broncos 0-2 L2 181.58 216.04
Division 3
1(1) SparaCanguri 2-0 W2 238.00 176.30
2(3)+7 Legnano Frogs 1-1 W1 209.34 243.00
3(8)-5 Vandali 1-1 L1 230.42 238.18
4(11)-4 CP EAGLES 0-2 L2 205.14 225.42

 

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.