Touchdown logo

99 Fantasy Problems: Week 2

I migliori e i peggiori giocatori fantasy della giornata di campionato appena conclusa, i profili da tenere d’occhio per la week successiva e qualche nome da pescare nella lista dei Free Agents su cui “scommettere” per migliorare il vostro roster. Ecco i nostri consigli.


Con questa nuova rubrica, Touchdown Magazine vi propone anzitutto un’analisi dei migliori e peggiori giocatori della giornata di campionato appena conclusa; successivamente proveremo ad individuare quali saranno i profili da tenere d’occhio per la week successiva come potenziali breakout o bust; Infine, vi daremo qualche nome da pescare nella lista dei Free Agents su cui “scommettere” per migliorare il vostro roster.

Dedicato a chi lascia in panchina giocatori che segnano 3 touchdown in una sola partita mentre affronta i Dolphins del ’72. Non siete (i) soli.

FANTASY TOPS WEEK 2

Giocatori di spicco, rinomati, ma anche qualche sorpresa che ci lascia stupiti. Vediamo insieme quali stelle hanno brillato nel firmamento Fantasy di questa Week 2.

QB: DAK PRESCOTT – 450 passing yards, 1 passing touchdown e 3 rushing touchdowns. Prescott si è caricato sulle spalle i Cowboys nella serata di domenica e anche le squadre fantasy in cui è stato titolare. Prestazione eccezionale per il quarterback di Dallas che registra 39.80 fantasy points. Consigliato anche per la prossima giornata, Seattle concede molto in difesa. LOOK AT MY DAK

RB: AARON JONES – 168 rushing yards, 3 touchdown in totale e anche 68 yard di ricezione. Jones ha trascinato i Packers alla vittoria, producendo 45.60 fantasy points tutto solo. In Week 3 si troverà dinanzi i Saints, difesa agguerrita ma non insormontabile per un top come Jones. Pensateci. CORRI AARON, CORRI!

RB: ALVIN KAMARA – Continua il riscatto del running back dalla stagione sottotono dell’anno scorso. Nella sconfitta dei Saints contro i Raiders, Kamara ha corso per sole 79 yard ma segnando 2 touchdown, aggiungiamo anche 95 yard in ricezione e otteniamo i 38.40 punti necessari alla vittoria del nostro fantasy team. Mettere in panchina un Kamara in forma non si fa, ma attenzione ai Packers la prossima settimana. PANE AL PANE, VINO AL…VIN

WR: CALVIN RIDLEY – 29.90 punti e una prestazione superlativa anche questa settimana. Con Julio Jones acciaccato è Ridley la sopresa di questa stagione. 109 yard dai lanci di Matt Ryan e ben 2 touchdown sono il suo bottino di giornata. I Bears sono pronti a fermarlo, ma noi lo schieriamo ad occhi chiusi. CONSACRATO

WR: STEFON DIGGS – Finalmente è arrivato Diggs. Dopo una prima giornata leggermente in sordina, ecco che spicca assieme a Josh Allen con 153 receiving yards e 1 touchdown. Attenzione al prossimo incontro, i Bills affronteranno i Rams, potrebbe avere qualche difficoltà. DIGGIN’ IT

TE: TYLER HIGBEE – Philadelphia concede molto in difesa, e lo testimonia anche Higbee, il TE dei Rams che ha prodotto ben 3 touchdown assieme a 54 yard di ricezione. 28.40 punti per il fantasy team di chi ha voluto puntare su di lui. Contro Buffalo la sua produzione potrebbe calare. IMPREVEDIBILE

RB/WR: LEONARD FORNETTE – Approdo a Tampa difficile, ma basta una settimana per ambientarsi, capire gli schemi e correre per 103 yard con 2 touchdown come ciliegina sulla torta. Vincono i Bucs, vince Fournette e chi lo schiera, il running back ex Jacksonville può portare ancora molti punti durante la stagione nonostante la concorrenza nel backfield. Prossimo incontro: Denver, potete farci un pensierino. CORSARO

K: YOUNGHOE KOO – Il kicker divenuto famoso lo scorso anno, oltre che per il suo nome, per i due onside kick riusciti in una partita. Oggi a soffrire per lo stesso motivo sono i suoi Falcons, ma anche chi lo ha schierato nel roster e si è visto 15 punti registrati. Ben fatto. UP AND GOOD

DEF: INDIANAPOLIS COLTS – A pari punti coi Ravens, ma conosciamo bene Baltimora mentre Indy ci stupisce. 3 sack, 3 intercetti, 1 safety e solo 11 punti concessi ai Minnesota Vikings. Non ce l’aspettavamo, proprio come Cousins&Co. Da riproporre cotntro i Jets. USS INDIANAPOLIS

 

FANTASY FLOPS WEEK 2

Per ogni pro c’è sempre un contro, quindi, senza indugi, andiamo a vedere chi ha veramente deluso questa settimana.

 

QB: KIRK COUSINS – 113 yard lanciate; 3 intercetti; 0 TD; seconda safety subita in 2 partite; -1.40 fantasy points. C’è davvero bisogno di spiegarvi il motivo per cui sia tra i flop, o bastano i dati che vi ho fornito ora?. INGUARDABILE.

RB: SAQUON BARKLEY – Lo so, lo so che si è infortunato e non ha giocato nemmeno metà gara, però è oggettivamente un flop per chi l’ha preso al fantasy. Certo al draft non si può andare ad immaginare un infortunio che lo tenga fuori tutta la stagione, ma per chi l’ha scelto, è e sarà sicuramente una grandissima delusione. GET WELL SOON.

RB: TODD GURLEY – 21 portate per 61 yard totali, con la media di 2.9 yard a corsa, troppo poco per il numero 30 di Atlanta he non ha convinto nella clamorosa sconfitta dei Falcons all’AT&T Stadium. Uno zero nella casella dei TD che pesa parecchio. IMPALPABILE.

WR: JULIO JONES – Wow, che brutta prestazione da parte del numero 11 dei Falcons, con la sua squadra che finisce con 39 punti sul tabellone, lui mette a segno solo 2 ricezioni su 4 targets per 24 yard totali e un drop su un tricky play che probabilmente avrebbe evitato la rimonta dei Cowboys. BUIO JULIO.

WR: AJ GREEN – 3 ricezioni su 13 targets e zero TD. Sembra veramente di vedere un giocatore perso, che non rende più come prima, e dire che adesso ha anche un quarterback di livello superiore rispetto agli scorsi anni. Con 2.90 punti si merita di stare tra i peggiori di questa settimana. INSPIEGABILE.

TE: MARK ANDREWS – Sarebbe stato difficile per qualsiasi TE ripetere una gara da più di 17 fantasy points, ma realizzarne solo 2.90 è da flop della settimana. I soli 3 targets durante tutta la partita certamente non lo aiutano, ma da uno dei migliori nel suo ruolo, ci si aspetta quasi sempre una doppia cifra. ERA COMPLICATO.

W/R: DERRICK HENRY – Uno di quelli che non ti aspetteresti mai di vedere all’interno dei flops della settimana. Questa volta però King Henry ha davvero toppato: 25 portate per 84 yard totali e zero touchdowns, con soli 8.40 fantasy points; di certo ci si aspetta di più da una first round pick. LONG LIVE THE KING, MA NON COSI’.

K: DAN BAILEY – In una settimana in cui i kicker sono stati quasi perfetti, ho deciso di inserire quello che ha totalizzato meno punti, perché nessuno ha giocato male o sbagliato tanto. Giuro che non l’ho fatto per semplificarmi il compito. Comunque, 3 fantasy points per un Dan Bailey che ha l’unica colpa di essere in una squadra che la scorsa settimana ha fatto fatica a superare la metà campo. UNO PAGA PER TUTTI.

DEF: COWBOYS – Un solo sack e niente di più per la squadra di Dallas che domenica sera ha concesso 39 punti ai Falcons. Dopo un primo tempo inguardabile, però, sono riusciti a riprendersi e ad aiutare la squadra in una storica rimonta ma i -3.00 fantasy points li fanno entrare di diritto in questa lista dei cattivi. RINGRAZIAMO DAK PRESCOTT.

 

TOP FREE AGENTS

Su chi puntare dunque per rilanciare il proprio fantasy team? Ecco i nostri consigli:

QB: GARDNER MINSHEW – è tornata la Minshew-mania, e la corsa per prendere il QB di Jacksonville si fa sempre più agguerrita. Se siete nel 50% delle leghe in cui è ancora a disposizione non pensateci 2 volte e mettetelo in squadra. Non vi farà mai 30/40 punti, ma possiede una costanza unica nella lega, e la ventina di punti che ci si aspetta da un buon QB2 te la porta sempre a casa.

Baffo d’Oro

RB: DEVONTA FREEMAN – ritorna l’ex stella di Atlanta e lo fa in quel di New York, sponda Giants, per sostituire l’infortunato Barckley. Non si sa se recupererà la forma di 3/4 anni fa, specialmente in un attacco di basso livello come quello dei Giants, ma in caso di crisi del reparto è un tentativo che non ci si può lasciar scappare.

Chi non muore si rivede

RB: FRANK GORE -Bell non c’è e i Jets non lo rimpiangono particolarmente. Gore, nonostante l’avanzamento inesorabile degli anni, è in grado di mettere assieme ancora prestazioni decenti, e nel caso mancanza di alternative, dovuta magari anche ai tanti infortuni, potrebbe essere la soluzione che fa per voi.

Sempreverde

WR: CHASE CLAYPOOL -qui scelgo di andare molto ad istinto, perché so che 14.40 punti sui 14.80 fatti da Claypool derivano da una singola azione, però è anche ben noto che i secondi/terzi ricevitori di Pittsburgh possono tirar fuori grandi prestazioni più volte a stagione. Consiglio di prendere Claypool solo in caso di difficoltà estrema, ma se lo beccate in giornata, può fare realmente la differenza.

Incognita

WR: KEELAN COLE – 2 partite, 2 touchdown e due doppie cifre. Questo per il momento è lo score di Cole, e nonostante ciò è ancora snobbato e libero in tantissime leghe (oltre 85%). Potrebbe rivelarsi un validissimo sostituito o un titolare insolito, specie quest’anno in cui ci sono molti WR che stanno deludendo.

Emarginato

TE: JONNU SMITH – il ruolo di TE è sempre particolarmente ostico da gestire, e appena spunta fuori qualcosa, viene subito presa d’assalto da chiunque. Se doveste trovare Smith ancora libero, prendetelo nell’immediato, perché si sta rivelando un formidabile talento, e se dovesse continuare così, potrebbe competere con i primi della classe.

Sensazione…

K: RANDY BULLOCK – kicker disponibile ancora in più dell’ottanta per cento delle leghe, e capace di mettere a segno ben 21 punti in 2 partite (#6 nel ranking). Se già produce bene con una offende che deve ancora ingranare, il suo rendimento potrà solo che migliorare assieme ad essa.

Incompreso

DEF: INDIANAPOLIS COLTS: 19 punti in 2 partite e #3 nel ranking delle difese. Indy concede poco e butta a terra tanto, grazie a Buckner che si sta rivelando l’arma in più. Approfittatene prima che sia troppo tardi.

DeForrset Sackner

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.