Touchdown logo

NFL 2020 POWER RANKINGS – WEEK #6

Tante sorprese (piccole e grandi) nella Week 5 della NFL 2020 e nuovi leader per i Power Rankings di Touchdown Magazine.

Henry Norman NFL week 6

Tante sorprese (piccole e grandi) nella Week 5 della NFL 2020 e nuovi leader per i Power Rankings di Touchdown Magazine

#1 (+1) Seattle Seahawks (5-0-0) – Si salvano per il rotto della cuffia contro i Vikings ma meritano, a dispetto della peggiore difesa della NFL per iarde concesse in media per partita (471.2), la palma di nuovo leader dei Power Rankings.

#2 (+1) Green Bay Packers (4-0-0) – Niente di meglio che avanzare in una settimana di riposo. Per ora il passo in avanti è per demeriti altrui ma la partita di Tampa offrirà un’occasione per testare se l’inizio sprint dei Packers non sia stato illusorio.

#3 (-2) Kansas City Chiefs (4-1-0) – La sconfitta patita dai Raiders è un campanello d’allarme ma guai a dare già per pronta ad abdicare la truppa di Andy Reid.

#4 (+1) Baltimore Ravens (4-1-0) I Bengals non sono un problema ma i Ravens fanno quello che devono e giustificano la risalita di una posizione.

#5 (+2) Pittsburgh Steelers (4-0-0) – Vincono il derby della Pennsylvania contro gli Eagles, trascinati da una straripante prova del ricevitore rookie Chase Claypool (7 REC, 110 YDS, 3 TDs più un TD di corsa).

#6 (+3) Tennessee Titans (4-0-0) – Tornano dalla pausa forzata causa Covid-19 e schiantano letteralmente i Bills con una prova che li proietta (o conferma?) di diritto nell’élite della AFC.

#7 (+1) Los Angeles Rams (4-1-0) – Senza grandi problemi la gara contro Washington ma fondamentale W per restare agganciati a Seattle.

#8 (-4) Buffalo Bills (4-1-0) – Sconfitta senza attenuanti a Nashville ma l’esame di recupero arriva subito ed è di quelli tostissimi: lunedì contro i Chiefs riusciranno Josh Allen & co a riscattarsi?

#9 (+5) Chicago Bears (4-1-0) – Se sale di tono la difesa, gli Orsi di Chicago possono togliersi soddisfazioni, a cominciare per esempio dalla prima vittoria contro Tom Brady in un ventennio abbondante.

#10 (+5) Cleveland Browns (4-1-0) – Tre indizi fanno una prova, si suol dire. Quattro vittorie consecutive per i Browns fanno una meritata presenza nella top 10.

#11 (+1) New Orleans Saints (3-2-0) – Faticano da morire ma riescono a punire i Chargers (un po’ masochisti, a dire il vero) ai supplementari. Non sono i migliori Santi degli ultimi anni ma per ora basta così.

#12 (-6) Tampa Bay Buccaneers (3-2-0) – Ancora non funzionano alla perfezione vari dettagli dell’attacco guidato da Brady ma Arians ha in mano una macchina dalle potenzialità importanti. I Bucanieri possono ancora crescere a dispetto della seconda sconfitta stagionale.

#13 (-3) Indianapolis Colts (3-2-0) – Philip Rivers continua nella sua striscia di intercetti e malgrado la protezione offerta da Frank Reich, c’è chi comincia a dubitare se altri QB non sarebbero stati più adatti a far salire di livello i Colts.

#14 (+2) Las Vegas Raiders (3-2-0) – La bella vittoria di Kansas City è la prima W veramente pesante di Jon Gruden da che è tornato ai Raiders. Ora l’obbligo è costruire su questo successo e puntare ai playoff.

#15 (-2) New England Patriots (2-2-0) – Non siamo mai favorevoli a punire chi non gioca ma altri in questo momento hanno decisamente qualcosa in più di questi Patrioti.

#16 (+3) Carolina Panthers (3-2-0) – Bene anche ad Atlanta ed ora il test contro i Bears potrebbe essere il barometro per comprendere le reali potenzialità della Pantere delle Carolinas.

#17 (+1) Arizona Cardinals (3-2-0) – Vincono senza problemi contro i Jets ma purtroppo perdono Chandler Jones, fin qui impalpabile ma pur sempre uno dei più formidabili pass rushers della lega.

#18 (-7) San Francisco 49ers (23-0) Va bene gli infortuni, va bene non credere alla sbornia post-Super Bowl perso ma la batosta interna contro i Dolphins è più di un altro semplice segnale negativo.

#19 (+4) Miami Dolphins (2-3-0) – In pochi alzerebbero la mani se si chiedesse chi si aspettava una vittoria in casa dei 49ers. Meno ancora prevedibile un successo delle proporzioni che si sono viste. Continuano a crescere i Delfini di Flores che, giustamente, continua a tenere Tua tranquillo ad imparare sulle sidelines.

#20 (=) San Diego Chargers of Los Angeles (1-4-0) – Il record è quello che è ma la sensazione di avere pescato il QB del futuro all’ultimo draft si fa più solida di partita in partita.

#21 (+1) Dallas Cowboys (23-0) – La spuntano con fatica enorme sui derelitti Giants ma la giornata è sconvolta dalle emozioni suscitate dal triste infortunio occorso a Dak Prescott. Buona fortuna Dak!

#22 (-5) Philadelphia Eagles (1-3-1) – Anche dopo il rovescio sofferto contro gli Steelers, le speranze restano accese e praticamente invariate, visto il nulla cosmico espresso dalla NFC East.

#23 (-2) Minnesota Vikings (1-4-0) – Un po’ di sfortuna (tipo l’infortunio di Cook) e qualche scelta un po’ cervellotica di Mike Zimmer li condannano anche a Seattle.

#24 (=) Denver Broncos (1-3-0) Partita contro i Patriots rimandata causa Covid-19, si riprova questa settimana.

#25 (+2) Houston Texans (1-4-0) – Prima vittoria del regime di Romeo Crennel: che sia il segno di un’inversione di tendenza dopo il licenziamento di Bill O’Brien?

#26 (+3) Detroit Lions (1-3-0) – Visto quanto fanno pietà gli altri, ci sta di mandarli avanti anche se durante il bye non è certo una loro conquista.

#27 (-2) Cincinnati Bengals (1-3-1) – Burrow avrà bisogno di aiuto, molto aiuto. I Ravens, casomai fosse necessario, lo hanno ricordato ai Bengals.

#28 (-2) Jacksonville Jaguars (1-4-0) – Fanno da sparring partner per la prima vittoria stagionale dei Texans e mentre Minshew fa il possibile, questi Jaguars danno veramente l’impressione di essere totalmente senza qualità.

#29 (+1) Washington Football Team (1-4-0) – Rivedere miracolosamente su un campo di NFL Alex Smith è un evento che dovrebbe fare felici tutti i tifosi del calcio americano (e dare fiducia a Dak Prescott, vittima di un infortunio molto simile a quello di Smith).

#30 (-2) Atlanta Falcons (0-5-0) – Cadono infine le teste di Dan Quinn e del GM Thomas Dimitroff ad Atlanta. Il talento dei Falconi della Georgia non giustifica questo disastro prolungato.

#31 (=) New York Giants (0-5-0) – Encomiabile lo sforzo contro i Cowboys ma non basta. Mai una gioia nella Grande Mela.

#32 (=) New York Jets (0-5-0) – Niente da fare nemmeno contro i Cardinals. Mai una gioia nella Grande Mela (bis). O forse sì, se si considera che concludere il disastroso esperimento chiamato Le’Veon Bell forse è meglio che continuare in una relazione del tutto tossica.

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.