Touchdown logo

NFL 2020 POWER RANKINGS – WEEK #6

Tante sorprese (piccole e grandi) nella Week 5 della NFL 2020 e nuovi leader per i Power Rankings di Touchdown Magazine.

Henry Norman NFL week 6

Tante sorprese (piccole e grandi) nella Week 5 della NFL 2020 e nuovi leader per i Power Rankings di Touchdown Magazine

#1 (+1) Seattle Seahawks (5-0-0) – Si salvano per il rotto della cuffia contro i Vikings ma meritano, a dispetto della peggiore difesa della NFL per iarde concesse in media per partita (471.2), la palma di nuovo leader dei Power Rankings.

#2 (+1) Green Bay Packers (4-0-0) – Niente di meglio che avanzare in una settimana di riposo. Per ora il passo in avanti è per demeriti altrui ma la partita di Tampa offrirà un’occasione per testare se l’inizio sprint dei Packers non sia stato illusorio.

#3 (-2) Kansas City Chiefs (4-1-0) – La sconfitta patita dai Raiders è un campanello d’allarme ma guai a dare già per pronta ad abdicare la truppa di Andy Reid.

#4 (+1) Baltimore Ravens (4-1-0) I Bengals non sono un problema ma i Ravens fanno quello che devono e giustificano la risalita di una posizione.

#5 (+2) Pittsburgh Steelers (4-0-0) – Vincono il derby della Pennsylvania contro gli Eagles, trascinati da una straripante prova del ricevitore rookie Chase Claypool (7 REC, 110 YDS, 3 TDs più un TD di corsa).

#6 (+3) Tennessee Titans (4-0-0) – Tornano dalla pausa forzata causa Covid-19 e schiantano letteralmente i Bills con una prova che li proietta (o conferma?) di diritto nell’élite della AFC.

#7 (+1) Los Angeles Rams (4-1-0) – Senza grandi problemi la gara contro Washington ma fondamentale W per restare agganciati a Seattle.

#8 (-4) Buffalo Bills (4-1-0) – Sconfitta senza attenuanti a Nashville ma l’esame di recupero arriva subito ed è di quelli tostissimi: lunedì contro i Chiefs riusciranno Josh Allen & co a riscattarsi?

#9 (+5) Chicago Bears (4-1-0) – Se sale di tono la difesa, gli Orsi di Chicago possono togliersi soddisfazioni, a cominciare per esempio dalla prima vittoria contro Tom Brady in un ventennio abbondante.

#10 (+5) Cleveland Browns (4-1-0) – Tre indizi fanno una prova, si suol dire. Quattro vittorie consecutive per i Browns fanno una meritata presenza nella top 10.

#11 (+1) New Orleans Saints (3-2-0) – Faticano da morire ma riescono a punire i Chargers (un po’ masochisti, a dire il vero) ai supplementari. Non sono i migliori Santi degli ultimi anni ma per ora basta così.

#12 (-6) Tampa Bay Buccaneers (3-2-0) – Ancora non funzionano alla perfezione vari dettagli dell’attacco guidato da Brady ma Arians ha in mano una macchina dalle potenzialità importanti. I Bucanieri possono ancora crescere a dispetto della seconda sconfitta stagionale.

#13 (-3) Indianapolis Colts (3-2-0) – Philip Rivers continua nella sua striscia di intercetti e malgrado la protezione offerta da Frank Reich, c’è chi comincia a dubitare se altri QB non sarebbero stati più adatti a far salire di livello i Colts.

#14 (+2) Las Vegas Raiders (3-2-0) – La bella vittoria di Kansas City è la prima W veramente pesante di Jon Gruden da che è tornato ai Raiders. Ora l’obbligo è costruire su questo successo e puntare ai playoff.

#15 (-2) New England Patriots (2-2-0) – Non siamo mai favorevoli a punire chi non gioca ma altri in questo momento hanno decisamente qualcosa in più di questi Patrioti.

#16 (+3) Carolina Panthers (3-2-0) – Bene anche ad Atlanta ed ora il test contro i Bears potrebbe essere il barometro per comprendere le reali potenzialità della Pantere delle Carolinas.

#17 (+1) Arizona Cardinals (3-2-0) – Vincono senza problemi contro i Jets ma purtroppo perdono Chandler Jones, fin qui impalpabile ma pur sempre uno dei più formidabili pass rushers della lega.

#18 (-7) San Francisco 49ers (23-0) Va bene gli infortuni, va bene non credere alla sbornia post-Super Bowl perso ma la batosta interna contro i Dolphins è più di un altro semplice segnale negativo.

#19 (+4) Miami Dolphins (2-3-0) – In pochi alzerebbero la mani se si chiedesse chi si aspettava una vittoria in casa dei 49ers. Meno ancora prevedibile un successo delle proporzioni che si sono viste. Continuano a crescere i Delfini di Flores che, giustamente, continua a tenere Tua tranquillo ad imparare sulle sidelines.

#20 (=) San Diego Chargers of Los Angeles (1-4-0) – Il record è quello che è ma la sensazione di avere pescato il QB del futuro all’ultimo draft si fa più solida di partita in partita.

#21 (+1) Dallas Cowboys (23-0) – La spuntano con fatica enorme sui derelitti Giants ma la giornata è sconvolta dalle emozioni suscitate dal triste infortunio occorso a Dak Prescott. Buona fortuna Dak!

#22 (-5) Philadelphia Eagles (1-3-1) – Anche dopo il rovescio sofferto contro gli Steelers, le speranze restano accese e praticamente invariate, visto il nulla cosmico espresso dalla NFC East.

#23 (-2) Minnesota Vikings (1-4-0) – Un po’ di sfortuna (tipo l’infortunio di Cook) e qualche scelta un po’ cervellotica di Mike Zimmer li condannano anche a Seattle.

#24 (=) Denver Broncos (1-3-0) Partita contro i Patriots rimandata causa Covid-19, si riprova questa settimana.

#25 (+2) Houston Texans (1-4-0) – Prima vittoria del regime di Romeo Crennel: che sia il segno di un’inversione di tendenza dopo il licenziamento di Bill O’Brien?

#26 (+3) Detroit Lions (1-3-0) – Visto quanto fanno pietà gli altri, ci sta di mandarli avanti anche se durante il bye non è certo una loro conquista.

#27 (-2) Cincinnati Bengals (1-3-1) – Burrow avrà bisogno di aiuto, molto aiuto. I Ravens, casomai fosse necessario, lo hanno ricordato ai Bengals.

#28 (-2) Jacksonville Jaguars (1-4-0) – Fanno da sparring partner per la prima vittoria stagionale dei Texans e mentre Minshew fa il possibile, questi Jaguars danno veramente l’impressione di essere totalmente senza qualità.

#29 (+1) Washington Football Team (1-4-0) – Rivedere miracolosamente su un campo di NFL Alex Smith è un evento che dovrebbe fare felici tutti i tifosi del calcio americano (e dare fiducia a Dak Prescott, vittima di un infortunio molto simile a quello di Smith).

#30 (-2) Atlanta Falcons (0-5-0) – Cadono infine le teste di Dan Quinn e del GM Thomas Dimitroff ad Atlanta. Il talento dei Falconi della Georgia non giustifica questo disastro prolungato.

#31 (=) New York Giants (0-5-0) – Encomiabile lo sforzo contro i Cowboys ma non basta. Mai una gioia nella Grande Mela.

#32 (=) New York Jets (0-5-0) – Niente da fare nemmeno contro i Cardinals. Mai una gioia nella Grande Mela (bis). O forse sì, se si considera che concludere il disastroso esperimento chiamato Le’Veon Bell forse è meglio che continuare in una relazione del tutto tossica.

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.