Touchdown logo

Ducks 0-35 Dolphins: i dorici passeggiano

Nessun problema per i Dolphins di Ancona, che superano agilmente i decimati Ducks Lazio all’Armando Fuso di Ciampino.


La giornata inaugurale della prima divisione IFL si chiude con la partita domenicale delle 16.30 tra Lazio Ducks e Ancona Dolphins.

Si gioca al Centro Sportivo Armando Fuso di Ciampino in un campo, se vogliamo usare un eufemismo, non in perfette condizioni. I Ducks, decimati da infortuni e giocatori positivi al covid, sono a caccia dell’impresa, mentre i Dolphins vogliono chiaramente partire con il piede giusto in questo campionato, evitando di non toppare nella prima gara dell’anno nella quale, inoltre, partono decisamente favoriti.

Le due squadre sono sul terreno di gioco; il coin toss è stato effettuato; il tabellone segna 15 minuti sul cronometro… E invece no: il tabellone luminoso dell’Armando Fuso, purtroppo, non ci permette di sapere quanto manca alla fine del match, quindi mi scuso, ma non sarò in grado di segnalarvi a che minuto sono arrivati i touchdown e gli intercetti che vedremo ora nella cronaca della partita.

 

1° TEMPO: “GOAL SBAGLIATO, GOAL SUBITO”

Il primo possesso è per i Ducks, e i padroni di casa cercano subito di far capire che possono giocarsi questa partita: il duo Luke Casey (quarterback a West Virginia) e Matt Hazel (ricevitore con esperienza nei Miami Dolphins e nei Colts) provano a seminare il panico nella difesa ei dorici, riuscendo a convertire brillantemente i terzi down forzati da Ancona. il drive viene portato avanti ottimamente dai padroni di casa fino alle 10 yards, poi su un terzo e 9 il passaggio di Casey è troppo arretrato e viene intercettato dal difensive back Valentino Rotelli e il possesso passa nelle mani degli ospiti.

I Ducks riescono in poco tempo a recuperare l’ovale e a replicare clamorosamente il loro primo drive offensivo: l’asse Casey-Hazel porta ancora in red zone l’attacco laziale, ma un altro errore del numero 8 in maglia blu causa il secondo intercetto della partita, questa volta registrato dal numero 24 Hugo Dyrendahl.

Da questo momento i dorici prendono il comando della gara e cominciano a premere forte sull’acceleratore. Il primo touchdown di giornata arriva nel secondo quarto: il quarterback Collin DiGalbo sfrutta bene i blocchi di un’ottima linea offensiva e viaggia indisturbato verso la end zone siglando il 6 a 0. I punti diventano 7 grazie alla trasformazione del kicker.

A causa di un pasticcio del ritornatore, i padroni di casa saranno costretti a risalire 99 yards per arrivare in end zone, ma l’attacco non avanza di molto ed è costretto al punt; il calcio però non arriva nemmeno a metà campo e i dolphins ne approfittano per ripartire da un’ottima posizione e segnare il secondo touchdown della partita, questa volta grazie ad una corsa dell’import running back Zac Quattrone, che vola untouched verso la end zone. Il punteggio si muove e si va all’intervallo sul 14 a 0.

 

 

2° TEMPO: DOMINIO CONSOLIDATO

La seconda metà di gioco continua sulla falsa riga che ci ha lasciato il primo tempo. La difesa laziale fa molta fatica a contenere le corse e le ottime letture di DiGalbo. Il terzo touchdown arriva grazie ad un lancio del numero 15 dorico dalle 20 yards, che riesce a trovare in corner il ricevitore Teo Flamini; presa facile per lui, con il marcatore che se lo perde e il risultato che si aggiorna: 20 a 0 Dolphins. Brancaccio è perfetto nel PAT e aggiunge un altro punto al tabellone.

Il Kick off successivo è quasi comico: la palla calciata da Brancaccio colpisce la prima linea dei Ducks e la palla viene recuperata dal kicking team. Ancona ha dunque un altro possesso per cercare di allungare nel punteggio, ma Matt Hazel questa volta si rende protagonista in difesa recuperando un fumble e cercando di cambiare l’inerzia della sfida.

La speranza dei Ducks di riaprire il match, dura però solo qualche snap, perchè un altro intercetto lanciato da Casey nelle mani di Dyrendahl permette agli ospiti di usufruire di un nuovo possesso in una zona di campo favorevole. I Dolphins non si fanno pregare e trovano il touchdown che chiude la partita grazie alla ricezione centrale in end zone di Antonio Nocera.

Il quarto periodo ha davvero poco da dire: i padroni di casa non riescono a reagire ai due touchdown subiti nel terzo quarto e continuano a faticare in attacco. C’è ancora tempo per un’ultima marcatura degli ospiti che arriva grazie ad una splendida ricezione di Emanuele Gianfelici su una fade lanciata da DiGalbo, che trova il terzo TD pass della sua gara. Brancaccio fa 5/5 negli extra points e fissa il punteggio sul 35 a 0, risultato che verrà portato avanti fino al termine della gara.

MVP: Collin DiGalbo

 

Vincono e convincono dunque i Dolphins che non sbagliano la prima gara del campionato; ancora tanto da lavorare invece per i Lazio Ducks, che hanno cercato di fare ciò che potevano, ma gli infortuni e la migliore rosa degli avversari, hanno fatto sì che il risultato non fosse mai in discussione.

Per quanto riguarda i prossimi impegni: i Ducks saranno impegnati nel match in trasferta contro i Warriors di Bologna; mentre i Dolphins, dopo la bye week della prossima settimana, affronteranno in casa i Rhinos, vincenti anch’essi in week 1 proprio contro la compagine felsinea.

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.