Touchdown logo

Rhinos 62-63 Ducks: Late drama in Milan

No, non è il punteggio di una partita di basket, ma il clamoroso risultato maturato alla fine del match tra i Rhinos Milano e i Lazio Ducks, nel quale la compagine laziale ha avuto la meglio negli ultimi istanti della gara.


Al Vigorelli di Milano si presentano due squadre in difficoltà, con i padroni di casa che vengono dalla pesante sconfitta in terra dorica contro i Dolphins, dopo aver sprecato un vantaggio di 19 punti maturato nel primo tempo.

Mentre, per quanto riguarda gli ospiti, i Ducks sono ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale, dopo le prime due sconfitte arrivate per mano dei Dolphins e dei Warriors, ma hanno dalla loro il vantaggio del turno di riposo dello scorso fine settimana.

Situazione piuttosto spinosa per i meneghini, che arrivano al match con un Rescigno piuttosto acciaccato, ma che scenderà comunque in campo da titolare cercando di non forzare troppo e peggiorare la propria situazione.

Al Vigorelli è tutto pronto e si può cominciare con il primo possesso in favore dei Lazio Ducks.

 

PRIMO TEMPO: QUALCHE FLAG DI TROPPO

Nel primo drive offensivo, i Ducks si mangiano il campo aiutati dalle numerose penalità della difesa dei Rhinos e vanno subito a segnare il primo touchdown della partita grazie alla corsa per 3 yards da parte del quarterback americano Luke Casey, che muove subito il punteggio sul tabellone e porta i suoi in vantaggio; il punto addizionale di Giovanni Bianco va a segno e siamo subito 7 a 0 in favore degli ospiti.

Immediata la risposta dei neroarancio, che con un drive rapidissimo riesce ad arrivare in end zone grazie alla bomba da 42 yards di Giovanni Rescigno per Jason Sharsh, che batte il proprio marcatore e va a siglare la prima meta per i padroni di casa. Il calcio di Federico Faoro pareggia i conti.

La tattica dei Rhinos è chiara: cercare di contenere Matt Hazel in difesa e andare a segno con dei drive veloci, caratterizzati da big plays, per cercare di non far stare troppo in campo Rescigno. Così avviene nel primo quarto, con i meneghini che passano a condurre grazie ad un lancio veloce di Rescigno dalle 52 yards per Simone Boni, che rompe due placcaggi e si invola verso la end zone con un’azione spettacolare che racchiude forza e velocità. Faoro non sbaglia il calcio e il punteggio è sul 14 a 7.

Ad inizio secondo quarto arriva la replica dei Ducks: su un primo e 10 dalle 21 yards, la difesa dei Rhions viene tratta in inganno dalla motion di Hazel e Casey spara un pallone centrale per Iudicone, che viene dimenticato dalla difesa neroarancio e sigla il secondo touchdown di giornata per la sua squadra. Il calcio di Bianco è però fuori dai pali e il punteggio rimane sul 14 a 13.

Ancora Rhinos, ancora con uno scoring drive: Rescigno lancia di nuovo profondo per Sharsh, che con una ricezione fuori dal comune porta l’attacco sulla linea delle 5 yards e, sullo snap successivo, il numero 17 americano trova liberissimo Luca Dotti, che sigla il +7 Rhinos, che rimane tale visto l’errore di Faoro.

Prima dell’intervallo, c’è ancora tempo per un ultimo touchdown nella prim metà della gara: nonostante un primo down e 35, i Ducks riescono a togliersi dai guai grazie a Matt Hazel, che riceve un lancio sulle 4 yards e permette a Casey di andare a segnare il suo secondo touchdown personale nell’azione successiva. Gli ospiti provano la conversione da due punti e la trovano grazie alla ricezione di Hazel in end zone. Lazio Ducks che vanno dunque in vantaggio all’intervallo per 20 a 21.

 

SECONDO TEMPO: IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE

Nel secondo tempo partono meglio i padroni di casa, con Rescigno che pesca per l’ennesima volta Simone Boni con un’altra bomba da 48 yards per il quarto touchdown dei Rhinos, il terzo da oltre 40 yards. Neroarancio che vanno di nuovo in vantaggio per 26 a 21, con la conversione da 2 punti che viene però fallita.

I Ducks però non ci stanno, e grazie ad un buon drive, aiutato ancora da una grossa penalità fischiata ai danni dei Rhinos, riescono a sorpassare di nuovo i meneghini nel punteggio con la corsa per una yard di Matteo Arca. Bianco calcia in mezzo ai pali e gli ospiti volano sul +2.

I laziali riescono a ripetersi e si portano in vantaggio di due possessi per la prima volta nella partita grazie alla splendida ricezione di Rinaldi in end zone, dopo un passaggio da più di 30 yards di Luke Casey. Allungo Ducks che provano a scappare nel terzo quarto.

Tentativo di fuga che non va per a buon fine, perchè grazie ai big plays di Boni e Sharsh, i padroni di casa si portano immediatamente a una yard dalla end zone. Ci pensa poi Kilani a segnare la meta e a ricevere il pallone dal Rescigno anche per la trasformazione da due punti, che permette ai Rhinos di tornare a -1.

Ad inizio quarto periodo, i biancoazzurri trovano ancora una volta la via per la end zone, e la trovano grazie al primo touchdown di giornata di Matt Hazel; l’ex NFL si esibisce in una spettacolare ricezione in tuffo che regala il nuovo allungo ospite. Vantaggio che aumenta anche per la conversione da due punti di Pozzebon. 34-43.

La partita sembra davvero non finire mai: Boni riceve un’altra bomba di Rescigno e segna la sua personale tripletta, la seconda consecutiva dopo quella di domenica scorsa contro i Dolphins. Quarta meta da oltre 40 yards (45) e il match si riapre nuovamente. La conversione da due punti è ancora buona e i neroarancio sono ancora a -1.

La partita continua così fino alla fine, con le difese che non riescono minimamente a bloccare gli attacchi avversari: Pozzebon riceve da Casey e corre verso la end zone completando un big play da 65 yards; poi tocca ancora a Sharsh, che riceve da Rescigno e riporta a un punto di distanza i suoi.

Poi arriva la reazione della difesa: Demas recupera un fumble su un pallone perso da Pozzebon e Kilani sigla il nuovo vantaggio Rhinos grazie ad una corsa da 7 yards; buona anche la sua corsa nella conversione da due punti e i meneghini sono avanti di 7. Vantaggio che però dura molto poco, perchè un altro drive lampo dei Ducks manda la partita in parità, grazie al terzo touchdown su corsa di Casey e al punto addizionale di Bianco.

Nel drive successivo, arriva la prima sanguinosissima palla persa dei padroni di casa, con Rescigno che lancia troppo corto per Sharsh e Nati è bravo ad intercettare e a regalare un nuovo drive offensivo alla propria squadra. Palla recuperata capitalizzata alla grande grazie alla meta di Alivernini a 1 minuto e 40 secondi dal termine; Bianco centra ancora i pali e i Ducks vanno sul 63 a 56.

Partita finita? Ma neanche per sogno: il kick off dei Ducks finisce fuori dal campo sulla linea della 50 yards e i milanesi hanno ancora una chance per pareggiare o andare a vincere la partita. Si rimette dunque al lavoro la premiata ditta Rescigno-Sharsh, con l’hawaian volcano che riceve un altro pallone in end zone e sigla un altro touchdown. Ora i Rhinos possono scegliere se andare per il pareggio con il calcio o cercare di vincere la partita con una conversione da due punti… Provano con quest’ultima opzione… Ma la difesa dei Ducks reagisce benissimo e il passaggio di Rescigno per Sharsh è impreciso!

Il match si chiude dunque sul punteggio di 62 a 63 in favore dei Lazio Ducks, che trovano quindi la loro prima vittoria in stagione. CHE PARTITA!!!

MVP: Luke Casey

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.