Touchdown logo

Aaron Rodgers – The last dance… or not! La storia di un “uomo complicato”

La storia tra Rodgers e i Packers sembra arrivata al capolinea, ma davvero la squadra di Green Bay potrà far a meno del suo leader?

Aaron Rodgers

Ebbene sì, Mark Murphy, il presidente dei Green Bay Packers, lo ha definito così… “complicated fella” e tutti ci siamo chiesti quanto possa aver gradito questa definizione il buon Aaron Rodgers. Conosciamo sicuramente la risposta. Ormai chiunque si interessi anche minimamente alla NFL o al football americano avrà letto sul web della diatriba che continua tra la posizione “inamovibile” del QB della franchigia gialloverde e la dirigenza dei Packers. Nessuna delle due parti sembra voler accontentare l’altra, nessuna delle due vuol cedere di una yard!

Frasi citate come quella appena riportata fanno presagire che il training camp di luglio ormai prossimo inizierà senza l’uomo franchigia dei gialloverdi, il QB titolare da 15 anni delle “teste di formaggio” è ormai vittima di quel mancato rispetto che la dirigenza gli ha riservato per anni in passato, giunti a questo punto è ormai certo di non esser più tra le fila della depth chart della prossima stagione.

La selezione al primo turno del draft del QB Jordan Love è stata la sciabolata finale ed ha sicuramente “incrinato” in maniera del tutto irrimediabile ogni possibilità di riavvicinamento tra le parti. Nelle prossime settimane capiremo se avrà la possibilità di essere “ceduto” per proseguire la sua carriera altrove, in un altro team NFL, oppure dovrà ridursi a passare la stagione sul divano di casa. Sembra una prospettiva disastrosa ma i Packers potrebbero trarne addirittura dei vantaggi economici trattenendolo, così che non possa scendere in campo.

Ad oggi non si hanno notizie che Aaron Rodgers stia pensando al ritiro ma lo scenario è davvero pessimo e gli sviluppi non fanno presagire ad un lieto fine di questa storia. Il mondo della NFL è sicuramente sorpreso dal fatto che un giocatore come lui, che nel suo ruolo ci ha deliziato di stagioni da oltre 50 passaggi da TD, 3 volte MVP, nell’Olimpo dei più grandi Quarterback di sempre… stia vivendo un’esperienza così poco sportiva!

Non ci resta che chiedersi se davvero, tornando alle origini di questo grande sbaglio, se il taglio del compagno di squadra “Jake (cazzo di) Kumerow sia stata l’ultima goccia” (cit. Aaron Nagler) davvero?!?!

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.