Touchdown logo

Squadre senza sconfitte ? Nella NFL sono già finite

Indy batte l’ultima rimasta sino a ieri, Kansas City 19-9 senza concedere neppure un touchdown ai Chiefs con Vinatieri grande protagonista con un ottimo 4 su 4 ed un TD sul finale di Hart. Restano, invece, ancora tre squadre senza vittorie: Buffalo che dopo un inizio scoppiettante contro Jacksonville (13-3 alla fine del primo quarto) […]


Matt Cassel (#7), quarterback dei Kansas City Chiefs esce sconsolato dal campo dopo la sconfitta contro Indianapolis (Foto credit: AP Photo/Michael Conroy)

Indy batte l’ultima rimasta sino a ieri, Kansas City 19-9 senza concedere neppure un touchdown ai Chiefs con Vinatieri grande protagonista con un ottimo 4 su 4 ed un TD sul finale di Hart.

Restano, invece, ancora tre squadre senza vittorie: Buffalo che dopo un inizio scoppiettante contro Jacksonville (13-3 alla fine del primo quarto) molla decisamente nella ripresa e perde la sua quinta di fila per 36-26; Carolina che non riesce a capitalizzare i quattro intercetti rifilati a Collins nella partita visto che ne subisce tre a sua volta e, soprattutto, viene asfaltata nel primo quarto da un Forte che sembra tornato quello dei tempi d’oro, 166 yards e 2 touchdown su corsa e 22 yards su passaggio. Torna Peppers a far visita alla sua ex squadra e lascia il segno con un intercetto rocambolesco su un passaggio che aveva lui stesso deflettato.
Qualcuno rumoreggiava dagli spalti, non si sa se contro di lui o contro il fatto di non esserselo tenuto stretto. Tant’è, 23 a 6 e tanti saluti.

La terza squadra senza vittorie, e non succedeva dal 1979 alla quinta giornata, è san Francisco. Un errore, a mio personale parere clamoroso (e si è visto dalle immagini che anche Singletary si trovava d’accordo col sottoscritto), di Smith spiana la strada a Philadelphia nonostante il tentativo finale dei fortyniners concluso con un intercetto, anche qui su grave errore del quarterback che pressato la butta in mezzo al campo anzicchè andare verso la sideline e riprovarci su un quarto e 10 dalle 44. Non sono sicuro che rivedremo Smith in campo nella prossima, una scossa sicuramente ci vuole, chissà non sia questa…

Nelle altre partite, bello spettacolo e partita molto combattuta tra Washington e Green Bay con i Redskins che vincono all’overtime dopo un palo colpito dai Packers su field goal a pochissimo dalla fine dei tempi regolamentari, Detroit che vince la sua prima partita strapazzando St. Louis per 44-6 sotto la guida di Hill e Dallas che perde contro Tennessee nonostante le 406 yards di Romo su passaggio (con 3 TD pass) e le 109 yards su corsa di Jones. Colpevoli, i 3 Intercetti ed i 6 Sacks subiti, ma anche le 133 yards di penalità accumulate nel corso della partita, un record negativo di cui non essere molto fieri.

Perdono anche i campioni del mondo, i Saints, contro Arizona in una partita dai molti passaggi visto che New Orleans ha quasi finito i runningbacks (Thomas e Bush fuori per infortunio) e Arizona ha fatto in tutto 41 yarde di corsa.
Sempre più combattuto quest’anno, e senza nessuna squadra dominante sinora.
Continuerà ?

“Betto”

Foto: AP Photo/Michael Conroy


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.