Touchdown logo

Gli Sharks non danno scampo ai Predatori

Predatori Golfo del Tigullio – Sharks Palermo 12-28 (LENAF FIDAF) I Predatori lasciano il campionato di Serie A2 al primo turno di playoffs. Un risultato sul quale chiunque avrebbe messo la propria firma ad inizio campionato, ma che a questo punto della stagione sembrava “quasi” stretto: “Se ti dicono che la torta non c’è, non […]


035-09-03Predatori Golfo del Tigullio – Sharks Palermo 12-28 (LENAF FIDAF)

I Predatori lasciano il campionato di Serie A2 al primo turno di playoffs. Un risultato sul quale chiunque avrebbe messo la propria firma ad inizio campionato, ma che a questo punto della stagione sembrava “quasi” stretto: “Se ti dicono che la torta non c’è, non ci metti su il cuore. Ma quando te la fanno vedere e ne senti il profumo, beh, una fetta la vorresti anche te”, dicono in casa arancione… Inizia subito in salita la partita per i Predatori. Ci pensa Ignazio Spinelli a mettere in chiaro le intenzioni dei palermitani ritornando direttamente in end zone il pallone del kick off. Niente male come inizio partita… Zappalà quarterback tutto fare trasforma da due e partita che per i Predatori parte subito sotto di 8 punti. Nel primo quarto in campo non si vedono che gli ospiti a fare il bello e il cattivo tempo e infatti Zappalà ci mette del suo e segna un’altro td, il secondo del primo quarto. Eppure la difesa ligure non è stata a guardare, riuscendo a placcare il qb diverse volte e a causare (e soprattutto) a ricoprire un fumble in buona posizione offensiva. L’assenza di Alessandro Biasotti in cabina di regia (infrazione ad una costola rimediata nella partita contro i Titans) si è fatta sentire più del previsto e il buon Malabruzzi, pur mettendocela davvero tutta, ha fatto quello che ha potuto. Verso la metà del secondo quarto un passaggio sotto pressione del quarterback ospite Zappalà, inseguito da Piovini, viene intercettato da Giovanni Zanella intorno alle 30 yards. A nulla vale la rimonta disperata del palermitano De Lisi che raggiunge il difensore ligure ormai in end zone. Il td di Zanella dimezza (quasi) le distanze, visto che il calcio di trasformazione di Malabruzzi viene bloccato dalla difesa ospite. Parziale, quindi, sul 14 a 6. Nel terzo periodo i Predatori sembrano crederci e con un paio di corse dell’inossidabile Bronko Brakollari si portano a 5 yards dalla goal line di Palermo. Ci pensa Danilo Rossi a correre quel che resta per segnare il secondo td per i Predatori. Sotto 14 a 12 il coaching staff arancione opta per una trasformazione da due punti che avrebbe riportato il parità le squadre. Trasformazione che, purtroppo, non riesce e fine del terzo periodo con i Predatori sotto di due. Sul kickoff successivo, il ritornatore degli Sharks esita quel che basta per esser colpito ed affondato da un tackle di gruppo della difesa tigullina. In una posizione tutt’altro che invidiabile ci pensa ancora Zappalà a togliere le castagne dal fuoco per gli Sharks e con quattro azioni personali, tre delle quali qb sneak, si porta fin sulle 20 difensive dei predatori. Nello stretto la difesa ligure dà il meglio e neutralizza i 4 down a disposizione dei palermitani intercettando per la seconda volta il qb ospite, stavolta con Geraci che ritorna il pallone per una manciata di yards. Fine del quarto e inversione del campo. Palla a Brakollari che con una corsa si porta sulle 20 yards, poi, sul drive successivo la difesa ospite costringe i Predatori ad un punt (calcio di allontanamento) e ospiti che ripartono dalle 40 difensive dei padroni di casa. Il duo già visto prima Zappalà-Spinelli con la partecipazione dell’altro runner palermitano Fonti ribalta l’enfasi, macina campo e porta i palermitani ad una yards dalla linea di meta. Alessandro Fonti segna il td che porta gli ospiti sul 20 a 12. Nulla di compromesso per i Predatori nonostante manchino solo 3 minuti (di tempo semieffettivo) alla fine del periodo, finchè nel successivo possesso di palla un maledettissimo fumble regala la palla agli Sharks sulle 20 yards. Palla a Fabrizio Catalano che si ferma in end zone per quello che sarà l’ultimo td della partita. Nell’huddle finale a metà campo i ringraziamenti alla squadra dei coach Camporese e Biasotti e le parole d’addio al football giocato di Riccardo Benaglia, che dopo 26 anni passati sui campi da football ha deciso di appendere il casco al chiodo (anche se non è detto che prima dell’anno prossimo non ci ripensi ancora…) I Predatori escono sconfitti dagli Sharks ma felici per il risultato comunque raggiunto: arrivare ai playoffs alla prima stagione di A2 non era nelle aspettative di nessuno tra le fila arancioni. Il secondo posto conquistato nel girone sarà ottima base di partenza per la prossima stagione.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.