Touchdown logo

NFL Focus: chi sta meglio nella NFC?

Dopo il termine della week 11 conclusasi con il Monday Night tra i Niners e i Bears proviamo ad analizzare la NFC e le sue divisions

Roddy White salta Alfonso Smith

Roddy White salta Alfonso Smith

Dopo il termine della week 11 conclusasi con il Monday Night tra i Niners e i Bears proviamo ad analizzare la NFC e le sue divisions.

NFC East

  • NY Giants 6-4
  • Dallas Cowboys 5-5
  • Washington Redskins 4-6
  • Philadelphia Eagles 3-7

Classifica ingarbugliata causa due sconfitte di fila dei Giants, e soprattutto l’ultima partita persa coi Bengals complica un poco il cammino dei newyorkesi; anche il calendario non aiuta visto che la prossima partita li vede contro i Packers in rimonta.

Di questa situazione potrebbero approfittare i Cowboys e magari buttar fuori dai playoffs i campioni in carica. Oddio non è che Dallas sia così in salute da dare tutte queste certezze basti pensare al “miracolo” compiuto nel recupero contro i Browns, e la forma altalenante del QB Romo non induce a ottimismi esagerati, ma un buon calendario potrebbe anche consentire ai Cowboys il sorpasso.

Tuttavia visto l’alto numero di scontri divisionali si dovrà fare i conti con i Redskins.
Eccoli i “pellerossa” pronti a fare lo scalpo ai Cowboys, freschi di una spazzolata ai danni degli Eagles con il loro QB rookie Robert Griffin III che, benché giovane ed inesperto, ha già fatto vedere di avere braccio e faccia tosta in appena 11 settimane di football. Il calendario non è entusiasmante, doppio scontro coi Cowboys condito da partite contro i Giants e Ravens. Proprio questo calendario però potrebbe consentire ai Redskins di ottenere risultati che rivoluzionerebbero la leadership dei Giants. Division incertissima e non mi sorprenderei che con un record 9-7 si arrivasse ai playoff via wild card.

Discorso diverso per i derelitti Eagles che sono in striscia perdente da 6 partite e ormai sono consapevoli che non ci sarà post-season per loro, alle prese sempre con le bizze ed il talento di Michael Vick.

NFC North

  • Green Bay Packers 7-3
  • Chicago Bears 7-3
  • Minnesota Vikings 6-4
  • Detroit Lions 4-6

Green Bay ha messo la freccia e sarà difficile fermarla, c’è da dire che forse la partita coi Lions è andata oltre i meriti stessi dei Packs ma sta di fatto che comunque l’hanno portata a casa. Il calendario presenta molti scontri divisionali che potrebbero confermare la tendenza a dominare questa division. Se si tiene conto che l’1 nella casella sconfitte dei Texans (accreditati al Superbowl per la AFC) è per merito dei Packers potrebbe voler dire che tutte le squadre dell’NFC dovranno fare i conti con loro.

I Bears sono usciti con le ossa rotte dal Monday night e pagano tremendamente la mancanza del QB titolare quindi fino a che non rientrerà ci sarà da soffrire anche se la difesa ha dimostrato di essere solida ed affidabile.

Per i Vikings il discorso è lo stesso dei Bears, hanno il doppio scontro con Chicago da sfruttare e prevedendo la fuga dei Packers potrebbero essere loro i secondi della division e giocarsi fino alla fine un posto alle wild card. Certo essere la 30esima squadra nei passaggi non aiuta molto ma tant’è!
I Detroit Lions invece dopo l’amara sconfitta con i Packers si trovano ad affrontare i futuro 3 squadre prime nelle division compresi i Texans e potrebbe essere ormai tardi rimediare a questo record sotto il 50%.

NFC South

  • Atlanta Falcons 9-1
  • Tampa Bay Buccaniers 6-4
  • New Orleans Saints 5-5
  • Carolina Panthers 2-8

In questa division c’è Atlanta che domina e a meno di clamorosi rovesci dovrebbe aggiudicarsela, anche se visti gli scontri diretti il divario con le squadre che seguono potrebbe accorciarsi.

In favore di Tampa o dei Saints? I Bucs sono in striscia da 4 e i Saints da 3. I Bucs hanno un calendario con partite toste tranne che con gli Eagles e i Rams e dovranno andare a casa Brees a New Orleans.

Forse è probabile che si deciderà molto delle speranze di playoffs proprio in questa partita. Però i Saints hanno esperienza per poter riuscire a guadagnarsi il posto playoff e spaventare tutti in una gara secca. Tuttavia per Tampa si tratta di una stagione positiva.
Tanti saluti ai Panthers, ormai sul baratro, e buone scelte per il draft 2013.

NFC West

  • San Francisco 49ers 7-2-1
  • Seattle Seahawks 6-4
  • Arizona Cardinals 4-6
  • St. Louis Rams 3-6-1

Dopo il Monday night nella Baia sono tornati i sorrisi grazie al QB di riserva Kaepernick che per assonanza potrebbe essere anche un famoso antivirus!! A parte gli scherzi, il problema QB nei niners rischia di fare anche dei danni visto la poca stima che Alex Smith ha nell’ambiente. Resta difficile però anche riuscire a pensare di affidare i destini futuri alla riserva. Per fortuna che c’è la miglior difesa della lega che garantisce stabilità e sicurezze. Il calendario non è difficilissimo a parte gli scontri con i Saints e i Patriots e anche se 4 incontri su 6 sono in trasferta SanFra dovrebbe riuscire a conservare la testa della division.

Seattle viene da due vittorie ed ha un calendario abbastanza buono Dolphins, Cardinals, Bills e Rams dovrebbero consentire di accumulare vittorie per riuscire ad andare ai playoffs.

I Cardinals sono partiti forte (4-0) e poi hanno accumulato 6 sconfitte di fila e quindi dovrebbero non essere un pericolo per Seattle. Ma vista la partenza sprint potrebbero anche regalarsi un finale col botto.

Per i Rams il distacco da un record che porterebbe alle wild card è troppo ampio per poter pensare di arrivarci ma si dovranno giocare le residue chance negli scontri divisionali, almeno per impensierire e rendere avvicente il finale di stagione.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.