Touchdown logo

Si ferma in semifinale la corsa dei Patriots

Si ferma in semifinale di conference sud il campionato di football americano a 9 per i Patriots Bari. I ragazzi del presidente Damiani, sul nuovo campo di San Pio, sono costretti a incassare una sconfitta netta, senza attenuanti al cospetto di una squadra dimostratasi di livello superiore. Non c’è stato nulla da fare per i […]


Si ferma in semifinale di conference sud il campionato di football americano a 9 per i Patriots Bari. I ragazzi del presidente Damiani, sul nuovo campo di San Pio, sono costretti a incassare una sconfitta netta, senza attenuanti al cospetto di una squadra dimostratasi di livello superiore. Non c’è stato nulla da fare per i nero oro che sembravano incappati in una giornata storta, in cui nulla è andato nel verso giusto, a partire dal primo drive. Nonostante gli sforzi i Patriots non sono riusciti a invertire l’andamento della partita che si è andata via via sviluppando a favore dei Red Jackets Lunigiana. E pensare che gli avversari avevano sulle spalle anche una trasferta di 900 km. Eppure sono scesi in campo determinati a vincere e freschi come rose. Una situazione che ha spiazzato i nero oro che, va detto, sono stati anche sfortunati. Nel primo quarto, infatti, i ragazzi di coach Cassano hanno perso anche tre dei loro giocatori per infortunio. Gelao è costretto ad abbandonare la partita e Milano, giovane di belle speranze, nel giro della nazionale e con all’attivo un campionato negli USA, si frattura la clavicola. Anche altri due nero-oro vengono buttati fuori dal campo. Sono Papapicco, a causa della rottura del malleolo e Di Tullio che invece riporta la rottura dello scafoide.

Il risultato finale dopo i quattro tempi di gioco è stato di 48 – 0 per i Red Jackets Lunigiana. La sconfitta per i nero oro è netta. Nessuna prova di appello per loro. “I nostri avversari si sono dimostrati superiori sia da un punto di vista atletico che tecnico ed hanno interpretato la partita nel migliore dei modi nonostante la difficile trasferta – commenta a caldo Marco Paradisi, dei Patriots Bari – Da parte nostra hanno pesato molto le assenze e gli infortuni che comunque non giustificano una prestazione ben al di sotto delle nostre possibilità.Non siamo mai veramente entrati in partita, saremmo dovuti essere perfetti ed invece abbiamo commesso molti errori per nervosismo e mancanza di concentrazione”.
Adesso è il tempo della tristezza e della rabbia. Subito dopo si dovrà riflettere sugli errori commessi. I ragazzi non intendono mollare. Questo è certo. La sconfitta servirà come trampolino di partenza per la prossima stagione. Adesso non si può più scherzare. 

LA CRONACA DELLA PARTITA

I Quarto Al cospetto di un caloroso pubblico, accomodato finalmente in un impianto degno della città di Bari, i Patriots ritornano il kick off con Papapicco sulle proprie 30 yard. E subito arriva la prima tegola: il giovane ritornatore si fa male e deve abbandonare la gara. Il primo drive parte bene: Martina chiude con due corse, poi Milano corre esterno per 20 yard e porta i Patriots nel territorio avversario. Lo snap successivo però è errato, Perrone ricopre mantenendo il possesso, ma concede una cospiqua perdita di yard ed i Patriots tornano a metà campo. Martina entusiasma il pubblico con una corsa da 40 yard, fino alla red zone. Qui il drive dei Patriots perde la spinta propulsiva e si prova il field goal. Il calcio inganna il pubblico che festeggia, ma non centra i pali di poco. I Red Jackets ringraziano ed entrano con l’attacco in campo sulle 20. Buchi si presenta alla difesa barese recapitando un passaggio sul profondo: ospiti sulle 40 baresi. Dopo una corsa che porta ad un guadagno limitato, una corsa laterale viene fermata da Cassano che salva il td, ma non può impedire la chiusura del down. Sciacqua ricopre un fumble dell’attacco e permette all’attacco nero oro di tornare in campo. Il drive non decolla, anzi su terzo e 12, c’è un fumble ricoperto dall’attacco che però viene sanzionato per comportamento antisportivo. Si va al punt, ritornato sulle 40 baresi. Il drive dei Red Jackets è invece produttivo. Basta una corsa a Milani per andare a segnare. La trasformazione da 2 non riesce ed il risultato è pertanto di 6-0 per gli ospiti. Lo squib kick finisce in touchback. Martina viene fermato 10 yard dietro la linea, lancio incompleto, terzo e 20, altra perdita di yard, punt. Sul punt, una flag per offside. Intanto fioccano gli infortuni per i Patriots: Gelao è costretto ad abbandonare la partita e Milano, giovane di belle speranze, nel giro della nazionale e con all’attivo un campionato negli USA, si frattura la clavicola. Una gran corsa di Milani porta i Red Jackets sulle 25 baresi. Con un doppio fallo nell’azione successiva si chiude il primo quarto.

II Quarto Buchi guadagna il primo down su scramble: primo e goal. Poi TD su Corsa di Milani. La trasformazione da 2, sempre su corsa, è buona e porta il risultato sul 14-0. Patriots in campo sulle proprie 30. Cacucci guadagna qualche yard su corsa, poi corre anche Cipolla, ma senza avanzare la palla. Scramble di Tane: quarto e 4. I Patriots la giocano ed è nuovamente scramble di Tane, che chiude. Incompleto, corsa di Cacucci: terzo e 6. Corsa di Cassano, quarto e 2 poco oltre la metà campo. Corsa di Cassano, che sfonda centrale e guadagna circa 20 yard. Il drive dei Patriots si esaurisce qui, dopo due incompleti ed una corsa che non produce guadagno, i Patriots provano un lancio che però è incompleto. Rientra in campo l’attacco ospite e con un nuovo big play va a segno con un solo snap: lancio profondo e precisissimo. La trasformazione da 2 su corsa e buona: 22-0. I Patriots tornano in campo sulle 40, consci di dover arrivare alla segnatura per riaprire la partita, ma è invece un 3 and out. Buon calcio di Bello, il cui punt esce a circa 5 yard dalla linea di meta ad 1’44”. Con una corsa di Milani gli ospiti chiudono il down. Poi uno scramble di Buchi vale il secondo ed 1. Lancio sul lungo non completato. Poi Milani è nuovamente protagonista di una lunga corsa, fin nella end zone barese. La trasformazione da 2 non va a segno: 28-0. Prima dell’intervallo, l’attacco dei padroni di casa dà segni di vita con un drive che arriva nella red zone avversaria, tuttavia senza portare alla segnatura grazie all’attenta copertura sui ricevitori che impedisce il perfezionamento della ricezione da parte dei wr baresi.

III Quarto I Patriots devono fare al più presto qualcosa per rientrare in partita, ma è invece la squadra ospite ad andare per la giugulare con un td su lunghissima corsa del solito Milani per il 34-0. Un ritorno fino alla metà campo dei Patriots viene vanificato da un fallo che li fa partire dalle proprie 25. Tane corre e porta i suoi sulle 30 avversarie. Altre due corse di tane portano al terzo e 6. Qui un nuovo fallo dei baresi li porta a giocare un terzo e lungo. Tane lancia per Cacucci, che riceve e chiude. Il drive si ferma a 3 yard dalla segnatura, perchè Tane, su terzo e lungo, riceve uno snap basso, non trova i ricevitori ed allora corre. Sembra aver chiuso il down, ma perde palla, che viene ricoperta dalla difesa ospite. La difesa dei Patriots mette finalmente in difficoltà l’attacco dei Red Jackets, costretti al terzo e 10 con le spalle al muro, quando un improvvido incitamento scorretto dalla panchina viene sanzionato dalla crew arbitrale. Milani è implacabile e segna nuovamente su corsa lunga, per il 40-0. La partita era con ogni probabilità già finita, ma l’impressione è che qui ci sia stata la svolta tra la sconfitta e la figuraccia. L’attacco dei Patriots non è per nulla fortunato: un lancio del QB viene intercettato dalla difesa con un gesto degno di un WR. Red Jackets ancora a segno con un bellissimo lancio di Buchi applaudito dal pubblico, ma il bel gesto viene vanificato da un holding. Questi 5 minuti non sono propizi per il forte QB dei Red Jackets, che qualche azione dopo, su scramble, deve subire una botta al ginocchio, che però fortunatamente non si rivela nulla di serio. La difesa costringe i Red Jackets al terzo e lungo, ma Milani chiude il down e per poco non segna nuovamente, grazie all’intervento di Sciacqua che lo ferma a qualche y dalla meta.

IV Quarto La musica non cambia nell’ultima frazione di gioco: ospiti subito a segno con un lancio corto in TD. La trasformazione da due, sempre su lancio, è buona e porta il risultato sul 48-0. Tane perde nuovamente palla in attacco, ed il fumble viene ricoperto dalla difesa. Gli ospiti si portano sulle 20 baresi, ma questa volta la difesa tiene. Un ultimo drive dei Patriots arriva nel territorio dei Red Jackets, ma la partita finisce sulla palla di Perrone ricevuta da Cassio. I Red Jackets escono dal campo tra gli applausi e vincitori. Per i Patriots non resta che mettere a frutto una dura lezione di football, impartita da una squadra che ha dimostrato la propria superiorità sul campo.  

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.