Touchdown logo

Aquile in finale di conference

Restano in quattro a contendersi la vittoria del campionato di football americano a 9. Sono le Aquile Ferrara i Bills Cavallermaggiore i Gladiatori Roma ed i Red Jackets Lunigiana. Le Aquile sabato scorso hanno conquistato la finale di conference respingendo l’assalto dei Blue Storms Busto Arsizio, esprimendo un gioco offensivo vario ed efficace che è […]


Restano in quattro a contendersi la vittoria del campionato di football americano a 9. Sono le Aquile Ferrara i Bills Cavallermaggiore i Gladiatori Roma ed i Red Jackets Lunigiana. Le Aquile sabato scorso hanno conquistato la finale di conference respingendo l’assalto dei Blue Storms Busto Arsizio, esprimendo un gioco offensivo vario ed efficace che è riuscito immediatamente ha scardinare la robusta difesa lombarda, mentre al contrario la difesa delle Aquile è riuscita a mettere in grande difficoltà l’attacco ospite, respingendo ogni tentativo di rimonta. Così, sabato prossimo sul terreno amico del “Mike Wyatt Field” di Via Veneziani i ferraresi sfideranno nella finale della North Conference i fortissimi Bills Cavallermaggiore che domenica pomeriggio hanno dovuto comunque soffrire non poco per avere ragione della resistenza degli Skorpions Varese, passati in vantaggio con Gallardo e, dopo le risposte di Petrone e Astore, tornati a condurre con una bella corsa di Bianchi. Poi si scatenano i piemontesi con il runner Petrone, che realizza tre touchdown di fila che di fatto indirizzano definitivamente la partita, chiusa con le segnature di Gallardo per gli Skorpions ed ancora Saglia per i Bills. La sfida Aquile-Bills sarà davvero interessante, entrambe le squadre esprimono un football valido e tecnico ed il match sarà aperto ad ogni risultato. La squadra vincente guadagnerà l’accesso al “Ninebowl”, la finalissima del campionato che si disputerà il 22 Giugno a Spoleto, dove si contenderanno il titolo la migliore formazione del nord contro la migliore della sud.  E parlando delle squadre del sud in finale di conference andranno i Gladiatori Roma, che domenica scorsa hanno dovuto sudare non poco contro gli Eagles Salerno in una partita dominata dai campani nel primo tempo e con i romani vincitori in rimonta nella ripresa. Gli ospiti si erano portati sul 12-0, ma i laziali non si sono demoralizzati ed hanno reagito  chiudendo il match 21-12. Nella finale di conference i Gladiatori troveranno i Red Jackets Lunigiana, capaci di vincere 48-0 a Bari in casa dei Patriots. Grande dimostrazione di forza alla quale i padroni di casa, penalizzati da tanti infortuni, non possono far altro che arrendersi chiudendo una stagione comunque molto positiva.

 

Domenica è stato campionato anche per le ragazze delle BlackMarines che hanno incontrato sul campo di Roma le Furie Milano. La partita era molto sentita soprattutto dalle milanesi che si giocavano tutto il campionato in questa partita. Subito in avvio due buoni drive delle milanesi portano il doppio vantaggio su corsa, nulle tutte e due le conversioni. Finalmente arriva il TD delle BlackMarines che con una buonissima corsa della runner Rizzuti porta il punteggio sul 12 a 7. Partita che prosegue sulla falsa riga dei primi drive con la difesa di coach Golfieri e coach Orlandi che prova a fermare le milanesi che riescono ad imporre costantemente il loro gioco a terra. Halftime che si chiude 18 a 7 per le Furie. Al rientro in campo sono le difese la difesa BlackMarines e gli arbitri che con chiamate, giudicabili al limite dell’interpretazione del regolamento, chiudono ogni speranza di rimonta. La situazione così creata ha reso l’atmosfera tesa in campo, sulla sideline e sugli spalti. La partita intanto proseguiva con un bellissimo intercetto di Battistelli riportato in TD che riapre la speranza di riaprire la partita, ma sul drive successivo le milanesi allungano nuovamente portandosi sul 32 a 13. La partita si chiude con un bellissimo TD lanciato dalla QB ferrarese Valieri che completa in endzone per la receiver romana Palazzi. Il punteggio finale si fissa sul 32 a 20, risultato che qualifica le Furie per il Rosebowl del 6 luglio a Ferrara e rimanda al 23 giugno a Bologna la definizione della seconda finalista, finalista che sarà la vincente della sfida-spareggio tra BlackMarines e Lobster Pescara. Unica nota stonata della giornata la cattiva prestazione della crew arbitrale, fortemente criticata nel secondo match della giornata, Neptunes Bologna – Lobster Pescara, per aver affossato la partita con chiamate incerte che hanno generato nervosismo tra atlete e coaching staff. Frutto di questa spiacevole situazione è stata  la fine anticipata dell’incontro per ritiro della squadra bolognese stanca e decimata da una partita che, un arbitraggio più sicuro, avrebbe sicuramente avuto un andamento più avvincente e equilibrato.

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.