Touchdown logo

Lenaf: presentiamo week II

Sabato 8 Marzo, si disputa un’unica partita. Alle 20.30 derby veneto tra Castelfranco Veneto Cavaliers eIslanders Venezia. Esordio per entrambi i team. L’anno scorso nel doppio match, i trevigiani sono riusciti a mettere a segno soltanto 6 punti a fronte dei 34 del roster del Capoluogo regionale. La squadra di Coach Kraemer l’anno scorso è […]


Sabato 8 Marzo, si disputa un’unica partita. Alle 20.30 derby veneto tra Castelfranco Veneto Cavaliers eIslanders Venezia. Esordio per entrambi i team. L’anno scorso nel doppio match, i trevigiani sono riusciti a mettere a segno soltanto 6 punti a fronte dei 34 del roster del Capoluogo regionale. La squadra di Coach Kraemer l’anno scorso è uscita alle Wild Card, nel 2012 aveva comunque raggiunto i Play Off. I test vittoriosi di pre-season (vittorie con Saints Padova e Hurricanes Vicenza) hanno confermato le potenzialità dei Teals. L’obiettivo dichiarato è migliorare i traguardi raggiunti nella stagione scorsa. I Cavaliers vogliono invece migliorare il 2-6 che li ha, l’anno scorso, relegati all’ultimo posto del girone. E’ una squadra giovane e tenace, che darà filo da torcere sia ai più esperti e rodati Islanders, sia a qualsiasi altra franchigia della Lega. Si infrangerà la spada contro l’Onda? Sul terreno del CS Comunale di Via Redipuglia l’ardua risposta..

Domenica 9, un più nutrito gruppo di partite. Si inizia alle 13.30 con Crusaders Cagliari contro ElephantsCatania. In apertura, tutto come da pronostico. Gli etnei hanno dimostrato il ruolo che vogliono recitare in Campionato (16-0 agli Sharks), gli isolani hanno patito l’attacco micidiale dei Cardinals Palermo senza riuscire a segnare neanche un punto. L’anno scorso i due roster non si sono affrontati. Per i sardi, almeno in week 1, conferme della scorsa stagione: un attacco che non riesce a carburare e una difesa che non controbilancia le lacune offensive. Ma non c’è da fasciarsi il capo: il Campionato è appena iniziato ed è ancora lungo. Bisogna evitare di prendere troppi touchdown, come nel 2013. Per i catanesi: nessuna sorpresa. Non hanno mai nascosto le loro ambizioni. E se il buongiorno si vede dal mattino..ad ogni modo, non ci stancheremo mai di dirlo: le partite si giocano in 11 contro 11, e terminano solo all’ultimo secondo. Mai cullarsi su “certezze” statistiche. Cuore, sacrificio, lotta sfuggono a qualsiasi “matematica”. I tifosi non facciano mancare il loro calore ai Crociati!

Alle 14.30 si affrontano Angels Pesaro e Hogs Reggio Emilia. Per i reggiani è, di fatto, l’esordio visto che la loro partita in week 1 con i Titans è stata rinviata. Gli Angels hanno invece incominciato con un’esaltante vittoria a Bologna, sul campo dei Neptunes. Confermando di essere un roster di tutto rispetto. L’esperienza della IFL, da una parte e il blasone della storia del Football Americano in Italia, dall’altra sono gli ingredienti di un match interessante che si rivelerà indubbiamente frizzante.

Allo stesso orario, altro derby veneto. I Saints Padova affrontano i Mastini Verona. Anche quest’anno gli scaligeri hanno dimostrato già in apertura l’aria che tirerà: attacco stratosferico (43 punti ai vicentini Hurricanes) e defense quadrata e compatta. Per i patavini, nessun punto contro l’altro roster veronese (i Redskins). I gialloblù ci sono. Hanno lanciato il segnale: attenti alle loro zanne. Possono migliorare la pur ottima stagione 2013. E girare alle stesse cifre da capogiro. I Saints a fronte di una pur buona defense, continuano a soffrire lacune nel reparto d’attacco. Questo però non vuol dire nulla. Ogni partita è a sé e i derby, lo ribadiamo, sono apertissimi anche per le motivazioni campanilistiche. E chissà che i Santi non tirino fuori un miracolo!

Ancora, alle 14.30 terzo derby veneto della week 2: gli Hurricanes Vicenza ospitano i Redskins Verona. L’esordio in LeNAF, per i vicentini è stato durissimo. Ma di fronte avevano i Mastini. Un osso durissimo. Il giovane roster si è comportato con grande dignità, mostrando anche buone giocate. I tifosi possono essere comunque orgogliosi. I veronesi, uno dei team storici del nostro Football, hanno iniziato la stagione battendo i Saints Padova senza subire neanche un punto nonostante il campo pesante. Le ottime giocate in fase offensiva hanno sottolineato che questa stagione non vuole ricalcare la scorsa. Finita con 0 vittorie e 8 sconfitte. E’ già un miglioramento immediato. I Pellerossa non intendono “bissare” l’ultimo posto, anzi ogni squadra stia attenta allo scalpo. Gli Hurricanes sono un buon rosters e chiunque, sul campo, dovrà rispettare questi ragazzi magari inesperti ma dal grande cuore.

Alle ore 15.00, attesissimo derby stracittadino tra Cardinals e Sharks Palermo. “Speziato” da una rivalità appassionata (da buoni meridionali e siciliani). I Cardinals in Week 1 hanno ribadito la scorsa stagione. 32 punti ai Crusaders Cagliari. E 0 punti subiti. L’attacco resta il punto di forza: vario, spettacolare, incisivo. Ma se la difesa si ripete su questi livelli, i Cardinals possono superare anche gli ottimi risultati dell’anno scorso. Gli Sharks non hanno realizzato nessun punto subendone 16 dagli Elephants Catania. Vale lo stesso discorso della scorsa stagione: sembra che gli Squali non rendano al massimo delle loro potenzialità. In un girone, però, oggettivamente difficile. Nel 2013 doppia vittoria per i Cardinals (la prima in OT). In entrambe le partite, gli Sharks però avevano dato filo da torcere. Palermo ha di che inorgoglirsi: con un roster fortissimo e dal gioco spumeggiante (i Cardinals) e un altro che anche quando perde, fa sputare sangue (“sportivamente”) all’avversario rendendogli la vita difficile e uscendo a testa alta. E se contiamo anche gli Elephants Catania, la LeNAF, in meridione, parla prepotentemente siciliano!

Alle ore 15.00, è tempo di Emilia-Romagna. Esordio per i Titans Romagna, che in week 1 non hanno disputato la prevista partita con gli Hogs Reggio Emilia. I forlivesi ospitano i Neptunes Bologna, freschi di LeNAF, e reduci dalla sconfitta contro gli Angels Pesaro. I bolognesi come gli Hurricanes, scontano sia la giovane età che l’inesperienza in LeNAF (arrivando dal Cif9). Però, si sono comportati degnamente in campo. Quando si affrontano emiliani e romagnoli sono sempre “scintille”! Non ci sono precedenti. I Titans dovranno evitare un campionato altalenante come quello 2013 (in cui i playoff gli sono sfuggiti quasi all’ultimo). Prevarrà la maggiore esperienza nella serie dei romagnoli o la voglia di fare dei giovani ragazzi emiliani? Motivi di stimolo ce ne sono, su tutti e due i fronti. E questo è l’ingrediente principale di un incontro entusiasmante.

Alle ore 15.00, altro derby di fiamme: Draghi Udine contro Muli Trieste. La rivalità tra friulani e giuliani è notoria. E si può ben capire come quando si affrontano due team di Udine e Trieste in palio ci sia qualcosa di più di un semplice risultato sportivo. Nel 2012 gli udinesi si imposero a Trieste (con gli allora Mustangs), per 16 a 14. L’anno scorso invece, in week 6, vittoria dei Muli ad Udine (0-10) e in week 8 anche in casa, a Trieste (13-6). I pronostici parlano a favore dei Muli. Ma le loro vittorie sono comunque state sofferte. I Draghi hanno mille difficoltà eppure sono sempre un avversario temibile, soprattutto in queste sfide di campanile. Anzi, problemi e difficoltà spesso fungono da pungolo per un impegno maggiore. Sarà una sfida vera, vibrante, dura ma corretta. Per il “predominio” regionale (anche se momentaneo). Nessuno vuole perdere. Ne vedremo delle belle!

Alle ore 16.00, penultima partita. I Blue Storms Busto Arsizio affrontano i Frogs Legnano (Frogs che proprio con sede a Busto Arsizio hanno “dominato” gli anni d’oro degli inizi del Football Americano). Quindi, oltre al derby lombardo si “respira” anche aria di casa per un match in una città che tanto si è legata nel ricordo ai Frogs. Ma si sa, il passato è passato. E Busto Arsizio, oggi, sono i Blue Storms. Non si fanno sconti a nessuno. Per i Frogs ennesima stagione in salita, dopo la sconfitta con i Deamons Cernusco. I varesotti iniziano la loro avventura in LeNAF. Questo girone D è apertissimo: con due “cenerentole” entrambe dal territorio di Varese (provenienti dal Cif9), i Daemons (che sicuramente reciteranno un ruolo di primo piano), il blasone passato dei Frogs e gli unici non lombardi, i Blacks Rivoli. Si prospetta uno dei gironi più combattuti ed equilibrati. Ed anche questo incontro resta apertissimo. Ogni vittoria sarà pesantissima e decisiva in vista della classifica. Riusciranno le Rane a cancellare le troppe stagioni opache in LeNAF? Quali danni sono in grado di fare le Tempeste di Busto Arsizio? Domenica saremo in grado di farci un’idea più precisa.

Alle 16.30, a conclusione della week 2, di fronte Legio XIII e Grizzlies Roma. Tornano in campo i Campioni 2013. Dopo il 3-5 delle prime due stagioni (2011 e 2012), i Grizzlies hanno raggiunto la finale 2013, diplomandosi vicecampioni sino alla strepitosa annata 2013 culminata con la tanto agognata Vittoria (dopo il 7-1 della stagione regolare). Per i Legio XIII 0 vittorie in due stagioni e 16 sconfitte, sempre ultimi nel loro girone. L’anno scorso, nel derby capitolino, doppia vittoria senza storia per gli Orsi. Ma lo ribadiamo sempre. I Legio XIII hanno un vivaio interessante e i risultati negativi del passato possono servire di sprono per una determinazione maggiore a ben figurare. Numerosi arrivi interessanti e l’innesto di giocatori Under19 fanno dei Grizzlies ancora una volta una delle squadre da temere e da battere. I Legionari di Cesare terranno testa alla furia degli Orsi o verranno graffiati dalle loro zampate? Comunque finisca sul campo, resta l’evidenza che Roma è Capitale anche in LeNAF, con il curriculum delle sue squadre e il nutrito numero di formazioni presenti.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.