Touchdown logo

IFL crollano i primi: Seamen battuti dai Rhinos, Marines dai Dolphins

Metti il campionato IFL dello scorso anno a confronto di quello attuale e noti subito che qualcosa è cambiato: non ci sono più certezze! Lo scorso anno Panthers, Seamen e Giants giocavano un campionato a se, mentre le restanti si arrabattavano per il quarto posto playoff (andato poi ai Lions Bergamo), o per non retrocedere. […]

TJ Pryor Rhinos vs Seamen 2015

TJ Pryor Rhinos vs Seamen 2015

Metti il campionato IFL dello scorso anno a confronto di quello attuale e noti subito che qualcosa è cambiato: non ci sono più certezze!

Lo scorso anno Panthers, Seamen e Giants giocavano un campionato a se, mentre le restanti si arrabattavano per il quarto posto playoff (andato poi ai Lions Bergamo), o per non retrocedere.

Quest’anno invece l’equilibrio regna sovrano, un po’ esagerato nel girone Nord e moderato nel girone Sud, crollano i titani e salgono i gregari, la IFL con questa formula sta facendo divertire, magari non tutti ma sicuramente gli appassionati.

La chicca della settimana è il derby di Milano nel quale i Rhinos coronano la loro rincorsa playoff affondando la corazzata Seamen per 30-22, risultato che lascia intendere un equilibrio in campo che non c’è mai stato. I neroarancio infatti sono partiti in vantaggio ed hanno sempre avuto il pallino del gioco in mano, anche se c’è da dire che i marinai sono sempre rimasti a tiro rimonta grazie ad alcune invenzioni spettacolari di Jonathan Dally.

La sfida tra i due quarterback la vince TJ Pryor con un total offense personale di 349 yards (240 su pass e 109 su corsa) contro i 210 di Dally (189 su passaggio e 21 su corsa), per entrambi 3 touchdown (2 su passaggio e 1 su corsa), ma il quarterback neroarancio ha dato l’impressione di non sentire minimamente la pressione delle gara, conducendo il suo attacco a segnare 5 volte in 6 drive contro i campioni d’Italia in carica… altro che sudditanza psicologica.

Per una capolista che cade al nord c’è una capolista che cade al sud, dice il proverbio, ed ecco che i Marines macchiano il cammino in quel di Ancona con una sconfitta per 45 a 32 che matura nel finale, quando sul 37-32 per i Dolphins ai romani non riesce la rimonta e arriva invece la beffa. Poco male per gli aquilotti romani, infatti se dovessero arrivre a pari punti con i Dolphins avrebbero il vantaggio dello scontro diretto (+11).

Lo scettro al nord passa momentaneamente in mano ai Panthers Parma che sbaragliano i Lions Bergamo nella loro tana con un pesantissimo 38-0. Forse i leoni si sentivano troppo appagati dopo l’entusiasmante vittoria di settimana scorsa proprio sui Seamen per 25-21 maturata nei 3 minuti finali? Probabile.

A Bolzano i Giants tornano alla vittoria dopo i due scivoloni contro Rhinos e Panthers delle ultime due giornate, e si sbarazzano non senza fatica dei Giaguari Torino per 22-14. Gialloneri sfortunati, quest’anno in più occasioni si sono trovati a perdere partite importanti per pochi punti contro i top team… ma la sconfitta porta comunque sempre zero punti.

Infine da segnalare a Ferrara la festa delle Aquile che battono 55-7 i Briganti Napoli e tengono accesa la speranza playoff. Le Aquile se la giocheranno infatti a Roma domenica prossima contro i Grizzlies, o dentro o fuori per una delle due.

Dopo questa decima giornata IFL il quadro della situazione è ancora più complicato in ottica playoff. Il girone Nord vede i Panthers in testa 7-2, seguiti da Seamen e Giants a 6-3 e Rhinos a 5-3 (una gara in meno), paradossalmente il girone Nord potrebbe terminare con quattro squadre a 7-3, il che vorrebbe dire classifica avulsa come mai abbiamo visto, mentre nel girone Sud è quasi tutto delineato per i primi posti, con Marines primi e Dolphins secondi, ma la lotta al terzo e quarto posto è quanto mai complicata, con i Warriors a 4-4, i Grizzlies a 3-5 e le Aquile a 3-6.

E se non è bello questo campionato…


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.