Touchdown logo

Sintesi del Sunday Night Football NFL “condensed”, Cowboys @ Raiders

Il Sunday Night tra Dallas Cowboys e Oakland Raiders visto da Andrea Donati per Touchdown Magazine.

#snf condensed

Quando i Raiders giocano di notte, la NBC toglie la saturazione ai colori e sembra sempre di guardare “I Guerrieri della notte”.

La difesa dei Raiders ha più buchi di Cicciobomba Cannoniere.

Marshawn Lynch c’ha ‘sta posa da “cheppaaalleee” che spacca (foto).
Marshawn Lynch Raiders Cowboys

Nel primo quarto l’attacco dei Raiders ha dovuto farsi curare le piaghe da decubito a furia di stare a sedere.

Carr crede che i Raiders siano vestiti di bianco e lancia ai 5 Cowboys che stanno circondando Crabtree.

Il primo tempo finisce con Taveeecchiooooo che calcia un field goal, la palla passa sopra al palo sinistr… ma porca pttttnnnaaaaaaaahhh!!!

Nell’half time i Raiders prendono la Sviluppina e cominciano il secondo tempo con un attacco degno di questo nome.

Telecronaca del secondo field goal di Tavecchio: “Oh I tell you… that was not a thing of beauty… but it’s good.” Traduzione: “Che loffia, ma è dentro”.

Il fake punt di Jones frutta più yard di quante ne ha fatte Morris fino ad ora.

Siamo arrivati ad un punto in cui ogni volta che i Cowboys segnano, i Raiders pareggiano. A pensarci bene per i Raiders non è buona cosa, perché in vantaggio non ci arrivano mai.

Aspetta! I Cowboys sono stati forzati al punt! I Raiders possono passare in vantagg… three-and-out.

Sul foglio di carta usato da Gene Steratore per assegnare il primo down a Dallas, Jack Del Rio un paio d’ore dopo c’ha scatarrato con vigore.

I Raiders hanno ufficializzato l’acquisto di Jourdan Lewis al termine della partita, dopo che ha fatto guadagnare ad Oakland 80 yard per una pass interference.

Carr tuffandosi verso la endzone perde la palla che supera il paletto. Touchback. Che vuol dire che Carr getta la palla oltre la endzone e getta la partita nel cesso contemporaneamente.

Finisce la partita con i Cowboys che battono in Raiders 20 a 17. Una partita bella e inutile, che lascia l’amaro in bocca come quelle serie TV meravigliose che vengono all’improvviso cancellate dopo un cliffhanger.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy