Touchdown logo

NFL Power Rankings 2018 – week 11

I Saints non perdono un colpo, Rams e Chiefs continuano a dominare nell’AFC, brutta caduta dei Patriots per mano dei Titans.

Mariota e i Titans abbattono i Patriots

Non perdono un colpo i Saints, si rimettono in carreggiata i Rams e i Chiefs continuano a dominare nell’AFC, beneficiando anche della caduta dei Patriots per mano dei Titans.  

#1 (=): New Orleans Saints (8-1-0) – D’accordo che la difesa dei Bengals è un colabrodo, ma 51 punti sono pur sempre un indice che testimonia la salute della squadra più calda del momento.

#2 (=): Kansas City Chiefs (9-1-0) – I Cardinals sono ordinaria amministrazione per la migliore squadra della AFC. Il Monday Night contro i Rams, invece, potrebbe essere un anticipo di possibile Super Bowl.

#3 (=): Los Angeles Rams (9-1-0) – Molti brividi contro i Seahawks, ma tornano sorriso e vittoria dopo il rovescio patito a New Orleans.

#4 (=): New England Patriots (7-3-0) – La brutta sconfitta di Nashville può suonare come un campanello d’allarme ma testimonia anche la bontà della scuola Patriots, visto che l’allievo (Mike Vrabel) dà una vera e propria lezione al maestro (Bill Belichick).

#5 (=): Pittsburgh Steelers (6-2-1) – Chiusa definitivamente la telenovela Le’Veon Bell, arriva il momento di prendersi la rivincita dai playoff dell’anno scorso, contro i Jaguars in crisi nera.

#6 (=): Los Angeles Chargers (7-2-0) – Nell’indifferenza generale, è impossibile non riconoscere che i Chargers sarebbero una delle squadre più forti e celebrate di tutta la NFL se non avessero davanti a sé i Chiefs a sbarrare loro la strada nella AFC West.

#7 (=): Carolina Panthers (6-3-0) – Dopo la scoppola di Pittsburgh, l’occasione di riscattarsi a Detroit è ghiotta, anche se i Lions saranno animati dal desiderio di risollevarsi dopo la botta di Chicago.

#8 (=) Houston Texans (6-3-0) – Il bye arriva al momento giusto, prima della trasferta di DC contro una delle migliori squadre della NFC.

#9 (=): Chicago Bears (6-3-0) – I Bears continuano ad impressionare per la crescita di rendimento (sia offensivo che difensivo) e di personalità. Il Sunday Night contro i Vikings si preannuncia come un match di altissimo livello con importanti implicazioni in chiave playoff.

#10 (+2): Minnesota Vikings (5-3-1) – Approfittano delle disgrazie altrui per salire di posizione pur in una domenica di bye, ideale per arrivare riposati alla supersfida contro i Bears.

#11 (+2): Washington Redskins (6-3-0) – Riprendono la propria corsa contro i Buccaneers e riaffermano la propria supremazia nella AFC East, in attesa dell’importante test interno contro i Texans.

#12 (+4): Seattle Seahawks (5-5-0) – Danno del gran filo da torcere ai Rams e poi si prendono il lusso di beffare Aaron Rodgers nel Thursday Night. Una settimana positiva che conferma che i Seahawks sono una squadra decisamente migliore rispetto alle previsioni.

#13 (+5) Tennessee Titans (5-4-0) – Un bel balzo in avanti, ma quando rifili una lezione senza se e senza ma ai Patriots, il riconoscimento è meritato. Così come è meritata la copertina dei Power Rankings di questa settimana per Marcus Mariota & co.

#14 (-4): Cincinnati Bengals (5-4-0) – La difesa inguardabile dei Bengals per Brees e i Saints è un invito a nozze, ma con un record di 5-4 la speranza di competere per una wild card è ancora del tutto viva.

#15 (=): Miami Dolphins (5-5-0) – Mantengono la posizione unicamente perché gli altri fanno di peggio ma la frustrazione dei tifosi dei delfini è palpabile e giustificabile, con così tanti alti e bassi.

#16 (-5): Philadelphia Eagles (4-5-0) – La sconfitta contro i Cowboys non è solo pesante per la rivalità ma soprattutto perché aumenta la distanza dei campioni dai Redskins nella NFC East.

#17 (=): Green Bay Packers (4-5-1) – Vincere con i Dolphins e poi perdere con i Seahawks non modifica la situazione dei Packers e conferma senza dubbio che Mike McCarthy si trova decisamente sul famigerato “hot seat”.

#18 (+2): Dallas Cowboys (4-5-0) Vittoria che dà morale quella sugli Eagles, anche se la classifica rimane in salita per Dak Prescott e compagni.

#19 (=): Baltimore Ravens (4-5-0) – Il bye arriva al momento giusto per ritrovare le energie e trovare soluzioni per rimediare rapidamente al ritardo che stanno accumulando dagli Steelers.

#20 (-6): Atlanta Falcons (4-5-0) – Eh sì, bisogna punirli severamente, rispedendoli in basso (relativamente) perché l’occasione di prendere inerzia contro i Browns andava sfruttata molto meglio e invece ha solo portato una nuova delusione.

#21 (+2): Indianapolis Colts (4-5-0) – Malgrado la crisi dei Jaguars, battere un rivale divisionale più quotato è sicuramente un segnale di crescita che valida il lavoro incoraggiante sin qui svolto da Frank Reich.

#22 (+4): Cleveland Browns (3-6-1) – Prima vittoria della gestione provvisoria di Gregg Williams che serve a ricordare che questo roster ha un potenziale di tutto rispetto.

#23 (-1): Tampa Bay Buccaneers (3-6-0) – Non c’è molto da salvare nella sconfitta casalinga contro i Redskins. Il conto alla rovescia per Koetter ed il suo staff sembra procedere inesorabile.

#24 (=): Denver Broncos (3-6-0) – Non cambia nulla nella settimana di bye, in attesa del difficile impegno di Carson contro i Chargers.

#25 (-4): Detroit Lions (3-6-0) – La sconfitta inequivocabile di Chicago conferma che di strada da fare ce n’è ancora parecchia per i nuovi leoni di Matt Patricia.

#26 (-1): Jacksonville Jaguars (3-6-0) – Niente da fare nemmeno ad Indianapolis. Il ricordo dei playoff dell’anno scorso li aiuterà nella sfida contro gli Steelers? La stagione può essere ancora salvata, pur di cominciare con una vittoria di peso già questa domenica.

#27 (+2): Buffalo Bills (3-7-0) – La guida di Matt Barkley a QB si rivela un indiscutibile miglioramento rispetto al patetico Nate Peterman e il risultato consiste nel seppellire i malcapitati Jets sotto la bellezza di 41 punti.

#28 (-1): New York Jets (3-7-0) – Dopo la batosta sofferta contro i Bills, quante chances ancora restano a Todd Bowles per salvare la propria panchina?

#29 (+2): New York Giants (2-7-0) – Un Eli Manning che ricorda quello dei tempi migliori li porta ad espugnare in rimonta il campo dei 49ers. Una piccola ma meritata soddisfazione in una stagione costellata di delusioni.

#30 (-2): San Francisco 49ers (2-8-0) – Soccombono anche ai Giants e ritornano alla routine di sofferenza di questa stagione disgraziata.

#31 (-1): Arizona Cardinals (2-7-0) – Non sfigurano oltre modo a Kansas City ma va da sé che i Chiefs siano squadra di tutt’altra categoria per questi Cardinals.

#32 (=): Oakland Raiders (1-8-0) – Niente di nuovo all’orizzonte. La sconfitta contro i Chargers era largamente prevedibile e li conferma padroni incontrastati dell’ultimo posto nella graduatoria dei Power Rankings di Touchdown.it


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.