Touchdown logo

Fantasy Football: guida per un draft disastroso.

In questa seconda parte, vedremo le “cose da non fare” nel draft, per non rischiare di iniziare la stagione con una squadra poco competitiva.

il draft fantasy: cosa fare per farlo bene

 

Nella seconda parte della rubrica riguardante i consigli per la fantasy, vedremo alcuni tra gli errori da non commettere al draft, in maniera tale da evitare di arrivare all’inizio della stagione con una squadra di basso livello e che vi farà penare fino alla fine della stagione. Queste considerazioni sono basate su una lega come la Touchdown League (e Touchdown League 2), quindi un campionato a 12 squadre con punteggio standard con un draft composto da 15 turni.

Cosa non fare al fantasy draft?

  • Mahomes al primo round: nei tanti mock draft fatti negli ultimi mesi, spesso ho visto il QB di Kansans City andare via già al primo round. Effettivamente la scorsa stagione ha dominato in lungo e in largo, mettendo a referto punteggi da capogiro, ma, premettendo che un QB difficilmente ripete una stagione di quel tipo, sprecare la scelta di un primo round su di lui significherebbe rinunciare ad un RB o un WR di prima fascia, il che ci porterebbe a dover ripiegare su elementi più mediocri e meno prestazionali nei round successivi. Inoltre il mercato dei QB offre pezzi di elevatissimo calibro (in termini di fantasy) come Ryan o Newton fino al sesto o addirittura al settimo round.
  • Scegliere rookies come QB: qui si va sul classico: dopo aver sentito parlare per tutto l’inverno dei fenomeni usciti dal draft e sentire che entreranno sicuramente nella HOF, ci sale la scimmia e ne prendiamo uno al draft della fantasy. Mai errore fu più grave. Premettendo che giochino sin dalla week 1 (cosa molto rara), capiterà spesso e volentieri che nelle prime partite non vengano messi troppo sotto stress dai propri allenatori, che li coinvolgeranno poco nel gioco per farli abituare. Inoltre i Rookies tendono spesso a commettere tanti errori, anche grossolani, a causa della loro inesperienza all’interno del NFL, il che andrà a incidere sulle loro statistiche e sui loro punteggi nella fantasy. Tradotto: non prendete Kyler Murray.
  • Zero RB e zero WR: “Qual’è la strategia migliore? Zero RB o zero WR?” La risposta è nessuna delle due. L’ideale per una squadra è essere la più completa ed equilibrata possibile, perciò sacrificare i RB o i WR porterà sicuramente a guadagnare punti da una parte, ma causerà inesorabilmente un tracollo dall’altra. Perciò se non volete trovarvi a dover schierare gente come Chris Thompson o Cole Beasley (con tutto il rispetto) ogni settimana, evitate questi due tipi di approccio al draft.
  • Prendere subito le scommesse: come abbiamo detto nella prima parte di questa rubrica, è importante dare delle basi solide alla propria squadra, e i primi round sono i momenti perfetti per acquisire questi giocatori chiave. Poi è ovvio che ogni persona ha la sua lista di talenti che pensa potranno fare una grande annata, ma sceglierli nei primi round, quando si può comodamente aspettare la metà o la fine del draft, significa sprecare una pick alta per un rischi che spesso e volentieri non paga.
  • Sottovalutare Kicker e difese: è giusto aspettare per draftare questi ruoli, ma bisogna stare attenti a non fare troppo gli attendisti, perchè si rischia di trovarsi con dei bidoni. Sicuramente Kicker e difese non sono i ruoli più importanti della fantasy, ma fanno punti anche loro, e spesso ti fanno vincere le partite, specie quelle con poco margine di differenza. Quindi non temporeggiate e sceglieteli al momento giusto, perchè passare dai Bears ai Raiders è un attimo.
  • Non considerare le ultime notizie: avete appena finito il draft e tornate a casa soddisfatti con la vostra coppia Eliott-Gordon a guidare i reparto dei RB; peccato che siano entrambi in holdout e probabilmente non giocheranno parte della stagione per capricci contrattuali. Chi ha scelto Bell lo scorso anno sa bene quanto sia importante seguire le notizie sui giocatori di giorno in giorno, per evitare di rimanere fregati da una delle vostre scelte appena finito il draft. Perciò meglio rimanere informati per evitare di avere ripercussioni in futuro.

Queste erano delle mie personali opinioni sulle “cose da non fare” in vista del draft della fantasy, per evitare errori che potrebbero causarvi pene per ogni settimana della stagione. Detto questo, buona fantasy a tutti.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.