Touchdown logo

MNF: La difesa di San Francisco domina i Browns

I Niners vincono ancora e vanno 4-0, un record che mancava dal 1990, quando in campo c’erano un certo Joe Montana con Jerry Rice e John Taylor.

NFL 2019 San Francisco Cleveland

Dopo avere vinto 31-3 contro i Browns in prime time, San Francisco rimane solo una delle due squadre imbattute in tutta la lega. I Niners non erano 4-0 dal 1990, quando il QB era un certo Joe Montana, ed i due ricevitori si chiamavano Jerry Rice e John Taylor.

In molti si chiedevano se i Niners si meritassero veramente il loro stato di imbattuti, se le loro 3 vittorie precedenti fossero dovute più al caso ed alla fortuna che non alla forza sul campo. Lunedi notte, a Levi’s Stadium, di fronte alla nazione, la squadra di San Francisco ha fornito una risposta convincente su quasi tutti i livelli. Che vittoria è stata per il capo allenatore Kyle Shanahan ed i suoi ragazzi. Il risultato non è mai stato in discussione.

Certo il gioco aereo ha avuto dei momenti no, e non è entrato pienamente a ritmo se non nella fase finale della partita, ma quando hai una difesa cosi dominante ed un gioco di corsa dinamico e spietato, grandi passaggi non servono. San Francisco ha chiuso il primo quarto di gioco avanti di due segnature, grazie al running back Matt Brieda, che ha sorpreso tutti con una corsa di più di 80 iarde finita con una meta. Una corsa in cui ha superato le 22 miglia all’ora, la corsa più veloce nella NFL dal 2017.

La difesa è stata straordinaria, ha incominciato subito con un’intercettazione di Richard Sherman, ed ha poi continuato sullo stesso tenore per tutta la partita. Guidata da una linea difensiva straordinaria che ha seminato terrore nel backfield dei Browns.

Tra tutti i difensori questa è stata la notte di Nick Bosa, il primo pick dei Niners nel draft di quest’anno. Bosa è stato capace di colpire il QB cinque volte, di generare 2 placcaggi del QB, di recuperare un fumble, di commettere placcaggi per perdita di terreno più volte, ed ha costretto Cleveland a raddoppiare il numero di linee offensive per tentare di tenerlo a bada.

Con i quattro giocatori della linea difensiva che seminavano terrore, San Francisco ha potuto mettere gli altri 7 giocatori difensivi a controllare i passaggi, limitando il QB dei Browns, Baker Mayfield,  a 8 passaggi completati su 22, per 100 iarde, con due intercetti, ed un rating di 13,4. La peggiore partita della sua carriera.

Alla fine del primo tempo la dominanza di San Francisco è stata suggellata da un touch down del tight end Kittle, il primo TD della stagione. Bella prestazione la sua, con 70 iarde di ricezioni, di cui tre, determinanti per chiudere downs durante i drive offensivi dei Niners.

Il QB dei Niners, il cui record con la squadra di San Francisco è 14 vittorie e due sconfitte, ha completato 20 passaggi per 181 iarde con due touchdowns, ed un passer rating di 108,5. Ma non è mai sembrato stellare. Si è solamente limitato a gestire la partita senza fare errori determinanti. Il suo record sarebbe stato ancora migliore se Pettis non avesse lasciato cadere un passaggio perfetto che lo avrebbe lanciato verso la meta nel quarto periodo.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Grandi entrambi i running back di San Francisco. Breida, il piccolo giocatore di Georgia Southern College, con 114 iarde e Tevis Coleman, ritornato da un infortunio proprio con i Browns, con 97 iarde. Chubb, il running back dei Browns ha giocato bene, ma ha raccolto meno di cento iarde, visto che i Browns per tutto il secondo tempo hanno dovuto passare la palla per cercare di recuperare lo svantaggio.

Alla fine, tutti i tentativi dei Browns sono falliti, in tutta la partita i Browns hanno guadagnato solo 180 iarde, e hanno convertito solo 1 terzo down sugli 11 che hanno avuto. Un’altra sorpresa per i Niners è stato il cornerback Emmanuel Moseley, che ha giocato la sua prima partita nella NFL ed è riuscito a marcare bene una stella come OJ Beckham che ha guadagnato solo 27 iarde in tutta la partita. Su tre tentativi, solo uno, per un guadagno di 7 iarde e` stato completato contro Mosley che ha anche rotto un passaggio destinato al tight end dei Browns Demetrius Harris nella end zone. 

I Browns hanno commesso troppi turnovers, incluso uno su ritorno su punt, e solo grazie ad una difesa che rimane dura da battere, malgrado la sconfitta hanno concesso a San Francisco solo 31 punti. Recupero del fumble a parte, gli special teams di San Francisco non hanno brillato. Il kicker Robbie Gould ha convertito solo 1 dei suoi quattro field goals.

San Francisco oggi ha mostrato le sue carte. Ha dimostrato di avere i pezzi necessari per succedere nel campionato. Ne avrà bisogno domenica prossima quando andrà a Los Angeles a giocarsi, con i Rams, il primo posto nella NFC West e la sua imbattibilità`. I Browns ritornano a casa e dovranno recuperare in fretta e dimenticare la sconfitta perché` domenica i Seahawks vengono a bussare a Cleveland.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.