Touchdown logo

Fantasy football: chi sale e chi scende. Week 6

Sesto appuntamento con la rubrica settimanale sulla fantasy in cui andremo ad analizzare chi sta stupendo e chi deludendo dopo la week 6.

il draft fantasy: cosa fare per farlo bene

Chi sale?

  • Sam Darnold: torna dopo la malattia e da spettacolo contro i Cowboys. Quasi 20 punti e una possibile aggiunta come QB2 per tantissime squadre. Se dovesse confermarsi, potrebbe rivelarsi una sorpresa di questa fantasy, anche con quel solito problema dei regolari intercetti…
  • Jaron Brown: con Dissily infortunato, e Luke Willson che non si prospetta come valida alternativa, Russell Wilson a Cleveland ha cercato altri bersagli, trovando più volte (di cui 2 in end zone) Brown, che fino ad ora si era visto veramente poco. Il WR di Seattle potrebbe rivelarsi una buona alternativa per aiutare reparti in crisi, ma si cerca la conferma nella sfida di week 7.
  • NY Giants def: 42 punti nelle ultime 3 partite di cui 12 contro New England fanno risalire le quotazioni per questa difesa inaspettata. Non sono sicuramente una sicurezza, ma con le bye week sempre più incombenti, possono essere un rimpiazzo più che buono.

Chi scende?

  • tutti i WR di KC che non si chiamano Tyreek Hill: Hill ritorna in grande stile e fa terra bruciata attorno a lui. Se con la sua assenza erano emersi nuovi nomi nell’attacco di KC, con il suo ritorno gli ha già fatti fuori tutti. Quindi lasciateli stare e cercate alternative più valide.
  • Buccaneers def: dopo un inizio di stagione scoppiettante, la difesa di TB colleziona 1 punto in week 5 e 0 in week 6. Prima viveva quasi solo di sack, ma quando queste sono venute a mancare, i 30 e passa punti subiti in ogni partita si sono fatti più che sentire. Consiglio di cercare altro.
  • Chi si illude per i giocatori di Miami e Washington: ok, hanno giocato bene e fatto qualche punti, ma solo perché le 2 squadre più scarse della lega giocavano una contro l’altra. Per Miami avevo già espresso il mio giudizio qualche settimana fa, in cui dicevo di liberarvi di ogni delfino che vi trovavate in squadra. Per Washington si salva McLaurin e forse Peterson, ma tutto il resto lasciatelo stare.

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.