Touchdown logo

NFL PICKS 2019 SPECIALE WILD CARDS

Torna il consueto appuntamento per gli scommettitori con Andrea Bertini che proverà a consigliarvi i giusti risultati per vincere la schedina della NFL.


Salve a tutti e bentornati nell’angolo scommesse della NFL, che oggi festeggia la prima puntata del 2020. Da parte nostra ci auguriamo che il capodanno sia andato bene e che il nuovo anno possa portarci tanto spettacolo, con i playoff che stanno per cominciare e soprattutto tanta fortuna con i nostri consigli. Come detto con la fine del 2019 abbiamo salutato la regular season, la cui ultima giornata ci ha proposto alcuni verdetti davvero impensabili alla vigilia, che hanno scombinato non poco i nostri pronostici, i quali comunque hanno fatto registrare uno score positivo anche nell’ultimo appuntamento con la stagione regolare: 9-7 è il punteggio della scorsa settimana e, a questo punto, il tabellone recita 62-33. Naturalmente, con l’avvento dei playoff, cambiano tantissime cose, a cominciare dal numero di partite da pronosticare, che si riducono drasticamente passando da 16 a 4 e, quindi, rendendo praticamente impossibile vincere troppo denaro; il nostro consiglio è quello di provare a giocarvele tutte e di accontentarvi di una vincita molto contenuta, poiché ovviamente esiste sempre la possibilità opposta, ovvero quella di scommettere cifre più alte ma noi, ci teniamo a dirlo e ribadirlo, NON INCORAGGIAMO MINIMAMENTE QUESTO GENERE DI STRATEGIA. GIOCATE SEMPRE SENZA ESAGERARE. Inoltre, a rendere ancora più complicato il tutto, i playoff sono sempre partite secche da dentro o fuori e questo cancella in parte molte delle considerazioni fatte durante la regular season; è un pò come se si ricominciasse da capo, ma noi, nell’analizzare le 4 partite in oggetto, useremo comunque alcuni dei dati che ci ha proposto la stagione regolare, in quanto crediamo che essi possano darci indizi importanti su come potrebbero andare le cose. Fatte queste doverose precisazioni, è tempo di analizzare le wild cards 2020, che ricordiamo si svolgeranno con un calendario del tutto particolare, costituito da 2 incontri al sabato e 2 alla domenica:

Texans-Bills

Il sabato delle wild cards sarà interamente dedicato alla AFC e, ad aprire le danze, sarà la sfida tra la quarta e la quinta classificata in regular season: i Texans hanno concluso la stagione regolare con un punteggio di 10-6, che gli è valso il titolo della AFC South e, quindi, il fattore campo. I Bills invece, pur avendo ottenuto uno score finale identico a quello dei rivali diretti, non sono riusciti a vincere la AFC East, in quanto quel titolo è andato ai New England Patriots e, dunque, si sono dovuti accontentare di un quinto posto che li ha condannati alla trasferta in quel di Houston. Il punteggio identico ottenuto da queste due franchigie nel corso della stagione regolare rende questa la wild card probabilmente più equilibrata e incerta di tutte, ma noi proveremmo a fidarci del vantaggio costituito dal già citato fattore campo e, quindi, vi consigliamo il segno 1, quotato a 1,69.

Patriots-Titans

L’altra wild card della AFC è davvero sorprendente, in particolare se si considera chi sono i padroni di casa: i New England Patriots non giocavano una wild card da ben 9 anni e l’ultima volta fu una sconfitta disastrosa contro i Ravens che sembrò mettere la parola fine sulla dinastia Brady-Belichick. Oggi come allora, la suddetta dinastia è messa in forte dubbio dall’ultima clamorosa sconfitta dei Patriots nella giornata finale di regular season, dove lo scivolone interno contro i già eliminati Miami Dolphins, ha complicato notevolmente la strada verso il settimo sigillo alla banda Brady, che ora dovrà compiere quella che si può tranquillamente considerare una vera e propria impresa sportiva per arrivare al titolo. La stagione regolare della franchigia di Foxboro non è comunque stata da buttare, avendo fatto registrare un 12-4 che le ha comunque permesso di vincere il titolo della AFC East e di arrivare alle wild cards forte della terza posizione in classifica e del fattore campo a proprio favore. A mettere la parola fine sulla dinastia ci proveranno i Titans che, con la loro ultima vittoria in casa dei Texans, hanno centrato la sesta e ultima piazza a disposizione per proseguire la loro stagione, grazie anche ad uno score di 9-7, battuto in AFC South soltanto dal 10-6 dei Texans. Se questa stagione segnerà la fine o meno dei Patriots è presto per scoprirlo, ma noi crediamo che i 6 volte campioni del mondo riusciranno almeno ad arrivare ai divisional e, quindi, vi suggeriamo di puntare sul segno 1, con una quota di 1,43.

Saints-Vikings

Se il sabato è dedicato alle wild cards della AFC, la domenica è tutta in salsa NFC, che ci propone anzitutto una sfida dall’esito che sembra piuttosto segnato: i Saints infatti giocano in casa, da terzi in classifica, una wild card che ha il sapore della beffa in quanto, il loro score finale di 13-3, nell’altra conference, (o alternativamente nella NFC East), sarebbe valso un divisional diretto, mentre è valso “soltanto” un posto alle wild cards e il titolo della NFC South, dati questi che comunque hanno garantito alla franchigia proveniente da New Orleans il fattore campo e l’avversario sulla carta più morbido di tutte le wild cards di NFC. A New Orleans infatti arrivano i Vikings che, grazie al loro punteggio finale di 10-6, hanno ottenuto l’ultimo biglietto della NFC disponibile per il post season, ma si sono regalati anche un tranquillo week end di paura da vivere in casa di una delle squadre più gettonate per la vittoria finale. Delle 4 sfide proposte a noi sembra questa quella meno difficile da indovinare e, perciò, punteremmo decisi sul segno 1, che difatti è anche la quota più bassa delle wild cards, a 1,27.

Eagles-Seahawks

La sfida con cui si concludono le wild cards 2020 è l’altra sfida della NFC che propone un incrocio davvero particolare, soprattutto se si pensa a come è impostato: da anni gli appassionati di football di tutto il mondo discutono animatamente se sia giusto il fatto che, alle 4 vincitrici delle altrettante sottodivisioni in cui una conference si articola, vengano assegnati i primi 4 posti in classifica, mentre invece ci sono magari squadre che hanno ottenuto uno score finale di regular season migliore ma che, per sfortuna tecnica e geografica, si ritrovano a giocare una partita in più, con l’ulteriore beffa di doverla giocare in trasferta. Questa diatriba trova ampio riscontro in questo match: gli Eagles hanno concluso la loro stagione regolare con il punteggio di 9-7, che gli ha permesso di vincere la NFC East e, dunque, di prendersi la piazza numero 4 della classifica NFC, oltre ovviamente al fattore campo per la wild card in oggetto. I Seahawks invece hanno fatto registrare uno score finale di 11-5 e quindi migliore di quello dei padroni di casa, ma hanno avuto altresì la sfortuna di capitare nella NFC West, dove sono arrivati secondi per via dello straordinario rendimento dei 49ers, che si sono presi la palma di miglior squadra della conference con il loro 13-3. Nonostante il fattore campo però, riteniamo che Seattle abbia dimostrato, nel corso della stagione regolare, di essere compagine più completa rispetto a Philadelphia e, dunque, riteniamo che questa potrebbe essere l’unica partita in cui si può assistere al rovesciamento del fattore campo e, perciò, ci sentiamo di consigliarvi il segno 2, che banca 1,82.

Bene abbiamo dunque concluso la puntata sulle wild cards: non ci resta quindi che augurarvi e augurarci buona fortuna e rinnovare il nostro appuntamento alla prossima settimana con questa rubrica, in cui ci occuperemo dei divisional playoffs.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.