Touchdown logo

NFL 2020 POWER RANKINGS – WEEK #10

Sconfitte dolorose per Buccaneers e Seahawks e per i Titans che cedono contro i Colts nel TNF, Steelers sempre in vetta dopo il bye.

Wilson Seattle week 9

Sconfitte dolorose per Buccaneers e Seahawks nei big match contro rispettivamente Saints e Bills. I Titans cedono contro i Colts nel Thursday Night di Week 10. Steelers sempre in vetta dopo il bye.

#1 (=) Pittsburgh Steelers (8-0-0) – Una domenica di bye per ricaricare le pile.

#2 (=) Kansas City Chiefs (8-1-0) – La spuntano non senza sudare contro i Panthers, ma con un Mahomes così (30/45, 372 YDS, 4 TDs, 121.7 QB rating) c’è poco da fare, in un giornata in cui hanno quasi rinunciato a correre.

#3 (+3) Buffalo Bills (7-2-0) – La difesa disastrata dei Seahawks non ha potuto nulla contro il Josh Allen show (31/38, 415 YDS, 3 TDs, 138.5 QB rating, 1 rush TD) E chissà che non si sia riaperto il discorso MVP nel duello da vicino con Russell Wilson…

#4 (+1) Baltimore Ravens (6-2-0) La vittoria sui Colts è stata la migliore medicina per dimenticare la sconfitta patita dagli Steelers.

#5 (+2) Green Bay Packers (6-2-0) – Il calendario sorride: dopo 10 giorni di pausa i Jaguars non sono uno scoglio insormontabile, anzi.

#6 (+3) New Orleans Saints (6-2-0) – Distruggono i Buccaneers e con due vittorie su due contro la squadra di Tom Brady hanno un vantaggio preziosissimo nella corsa al titolo della NFC South.

#7 (-4) Tampa Bay Buccaneers (6-3-0) – Sconfitta bruttissima quella contro i Saints ed improvvisamente le certezze delle ultime settimane si sgretolano. I Bucs non sembrano più la squadra più equilibrata della NFC.

#8 (-4) Seattle Seahawks (6-2-0) – Con una difesa così, neanche un Wilson formato Superman può ragionevolmente garantirgli chance di titolo.

#9 (-1) Tennessee Titans (6-3-0) – Bene con i Bears, male con i Colts nel Thursday Night e questa è una sconfitta che fa male.

#10 (+1) Indianapolis Colts (6-3-0) – Male con i Ravens, bene con i Titans nel Thursday Night e questa è una vittoria che fa bene.

#11 (+4) Miami Dolphins (5-3-0) – Quattro vittorie consecutive, l’ultima in casa dei Cardinals per dimostrare che Tua è pronto: questi Dolphins fanno sul serio.

#12 (-2) Arizona Cardinals (5-3-0) – Nessun dramma, perché i Dolphins sono come detto una bella realtà dell’NFL, ma resta il rimpianto per il mancato aggancio ai Seahawks.

#13 (-1) Los Angeles Rams (5-3-0) – I Seahawks dopo il bye: una grande occasione per approfittare di un avversario ferito che non sa trovare risposte alla crisi della propria difesa.

#14 (-1) Cleveland Browns (5-3-0) – Bye e Texans sono due ingredienti promettenti per continuare la corsa verso una wild card con legittime speranze.

#15 (+1) Las Vegas Raiders (5-3-0) – Fondamentale la vittoria sui Chargers per non perdere il treno dei playoff.

#16 (-2) Chicago Bears (5-4-0) – Tre sconfitte consecutive contro avversari di livello, un attacco inesistente: ecco come i Bears stanno sprecando ancora una volta una difesa dal talento indiscutibile.

#17 (=) San Francisco 49ers (4-5-0) Ultima chiamata contro i Saints, per cercare di salvare una stagione compromessa.

#18 (+1) Carolina Panthers (3-6-0) – Ci provano fino alla fine contro i Chiefs e quasi gli riesce la sorpresa.

#19 (+2) Philadelphia Eagles (3-4-1) – Il bye li vede avanzare solo in virtù delle disgrazie altrui ma per garantirsi un posto nei playoff dovranno certamente cambiare marcia nella seconda metà di stagione.

#20 (=) Denver Broncos (3-5-0) Trovano dei Falcons in crescita e provano la rimonta disperata nell’ultimo quarto, senza successo.

#21 (+5) Minnesota Vikings (3-5-0) – Battono i Lions e si meritano questo balzo in avanti, trascinati da un Dalvin Cook strepitoso (22 corse, 206 YDS, 2 TDs, 2 ricezioni, 46 rec YDS)

#22 (-4) Detroit Lions (3-5-0) – Vanificano i progressi del mese di ottobre, perdendo contro i Vikings la chance di inserirsi nella lotta per una wild card.

#23 (+2) New England Patriots (3-5-0) – Vincono per il rotto della cuffia il Monday Night contro i Jets ma fino all’ultimo quarto la paura l’ha fatta da padrona.

#24 (+3) Atlanta Falcons (3-6-0) – Segnali di progresso anche contro i Broncos ma resta il rammarico per un inizio di stagione da incubo.

#25 (-3) Cincinnati Bengals (2-5-1) – Il bye per prepararsi agli Steelers, senza pressioni.

#26 (-3) San Diego Chargers of Los Angeles (2-6-0) – Niente da fare nemmeno contro i Raiders e permane il contrasto stridente fra le prestazioni di Herbert ed i risultati deludenti.

#27 (+2) Houston Texans (2-6-0) – Faticaccia contro i Jaguars ma portano a casa la seconda W stagionale, finalmente.

#28 (-4) Washington Football Team (2-6-0) – Kyle Allen subisce un infortunio nella sfortunata tradizione dei QB di Washington e Alex Smith non ha fortuna contro i Giants.

#29 (-1) Dallas Cowboys (27-0) – Competitivi per tre quarti contro gli imbattuti Steelers, finiscono come prevedibile ma un ultimo periodo di gioco così disastroso brucia.

#30 (+1) New York Giants (2-7-0) – Hanno la meglio su Washington in un confronto tra “super potenze” della NFC East…che rimanga aperto un pertugio per provare a conquistare la vetta divisionale?

#31 (-1) Jacksonville Jaguars (1-7-0) – Nemmeno con i Texans si sbloccano e la vittoria di Week 1 rischia di rimanere ancora a lungo l’unica soddisfazione dell’anno.

#32 (=) New York Jets (0-9-0) – Per tre quarti del Monday Night contro i Pats ci credono ma ora non resta molto tempo per evitare l’umiliazione di una stagione senza vittorie. Dopo il bye la sfida contro i Chargers potrebbe essere l’occasione più “ghiotta” per centrare una W.

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.