Touchdown logo

Favre e Moss non bastano ai Vikings per vincere coi Jets

Tutto pronto per un Monday Night affascinante: Favre che torna a far visita ai Jets dove ha giocato nel 2008 e Randy Moss che si riunisce ai Vikings dopo sei anni di assenza. Squadre disposte in campo per il kickoff e… “tuono” …ma soprattutto fulmini. Rinvio sacrosanto e risate per stemperare la tensione a bordo […]


Randy Moss (#84) riceve il suo primo TD pass in maglia Vikings da Brett Favre (AP Photo/Seth Wenig)

Tutto pronto per un Monday Night affascinante: Favre che torna a far visita ai Jets dove ha giocato nel 2008 e Randy Moss che si riunisce ai Vikings dopo sei anni di assenza.

Squadre disposte in campo per il kickoff e… “tuono” …ma soprattutto fulmini.

Rinvio sacrosanto e risate per stemperare la tensione a bordo campo.

Prima azione della partita post kick off, reverse per MIN con lancio di Moss per… Favre. Se questo è l’inizio, la partita si preannuncia quanto meno divertente.

In realtà le premesse si rivelano più interessanti della realtà. La partita finirà 29 a 20 per i Jets con ben 17 punti di Folk, Kicker di New York (5 FG e 2 Extra point), un solo TD per l’attacco dei Jets di Greene su corsa (anche se Tomlinson accumula 94 yarde battendo Peterson che ne fa 88 per MIN) e un TD su ritorno di intercetto di Lowery a 1.30 dalla fine sulla classica serie finale della serie “o la va o la spacca” dei Vikings.

Molto, ma molto più interessanti le statistiche per il nostro simpatico Brett: Favre inanella due record, primo QB a superare le 70000 yarde su passaggio e primo QB a superare i 500 TD pass; 264 Yarde per 3 TD e 1 INT per il quarantunenne di Gulfport con il 500esimo TD lanciato proprio al figliol prodigo Moss.

Ma, come dice il titolo… due fumble (di cui uno veramente orribile) e due intercetti, hanno pesato molto. Uno non lo troverete in statistica visto che era sul tentativo da due punti sul 15-13 per i Jets ma ha pesato quasi tanto quanto il successivo visto che i due punti mancanti erano proprio quelli per cui MIN si trovava ad inseguire 20-22.

Nel complesso una partita combattuta, ma sicuramente dimenticabile se non fosse per i due record di cui sopra.

Ultima nota statistica: l’ultima vittoria di MIN sui Jets risale al 1975, Brett, Randy e le intere Twin Cities ci speravano…non è bastato. Ci riproverà qualcun altro l’anno prossimo. Se Favre deciderà finalmente di appendere casco e shoulderpad al chiodo, e forse, è anche ora di farlo.

“Betto”

Foto credit: AP Photo/Seth Wenig


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.