Touchdown logo

Seconda divisione: le partite del week end

Il weekend di Football parte Sabato 29 Marzo, alle 20.30: è derby del Nord-Est tra Cavaliers Castelfranco Veneto e Draghi Udine. I trevigiani nelle due partite disputate non hanno ancora collezionato una vittoria (sconfitti da Islanders e Muli). I friulani dopo la sconfitta nel derby con i triestini in week 2, la scorsa settimana hanno realizzato il colpaccio andando […]


2014.03.27_islanders-muts foto archivio

Il weekend di Football parte Sabato 29 Marzo, alle 20.30: è derby del Nord-Est tra Cavaliers Castelfranco Veneto e Draghi Udine. I trevigiani nelle due partite disputate non hanno ancora collezionato una vittoria (sconfitti da Islanders e Muli). I friulani dopo la sconfitta nel derby con i triestini in week 2, la scorsa settimana hanno realizzato il colpaccio andando a vincere 6-19 a Venezia. Un successo che ha dimostrato, casomai ce ne fosse bisogno, che questi terribili ragazzini sanno far fronte ai problemi che sono costretti ad affrontare. E sono un osso durissimo per chiunque. I veneti sono troppo sbilanciati nei reparti: con un’offense che è poco incisiva e la defense che, per ora, ha subito troppo. I Draghi, invece, pur non avendo un attacco eccessivamente esplosivo hanno dimostrato di poter ben contenere le sfuriate degli attacchi avversari. Anche in questo caso, comunque, i risultati sono pesantissimi perché questo girone E è equilibrato e combattuto. Attenzione dunque sia alle vittorie che al coefficiente punti. Nelle fiabe il Cavaliere sottomette sempre il Drago. Ma qui siamo sul campo di Football..vedremo come andrà a finire!

Alle 21.00, Muli Trieste contro Islanders Venezia. Come previsto, i Muli stanno recitando il ruolo di mattatori del girone. Doppia vittoria (nel derby, ad Udine e in casa con i Cavaliers). 54 punti segnati, 12 quelli subiti. Già le cifre “raccontano” la forza di questo roster che si prepara, quanto meno, a bissare la buona stagione scorsa. Per i veneti, 1 vittoria ed 1 sconfitta. Inaspettata, quella casalinga della scorsa settimana con i Draghi Udine. Con i friulani a dimostrare che le “cenerentole” in LeNAF non esistono. Neanche quando ci sono problemi pressanti di vario genere. Precedente nel 2012, quando gli Islanders Venezia batterono 15-0 gli allora Mustangs. Il gioco dei lagunari è un po’ troppo discontinuo. L’anno scorso gli è bastato per arrivare quanto meno alle Wild Card. Ma in questa stagione non sarà così semplice. Certo, lo spettacolo ne guadagna visto che ogni incontro sarà combattuto e determinante. Forse, però, il pubblico veneziano si aspettava qualcosa di più. Occhio, però: gli Islanders sono imprevedibili e mai domi!

Il programma di Domenica 30 Marzo, parte alle 12.00 con Crusaders Cagliari contro CardinalsPalermo. I Crusaders non hanno vinto neanche una partita e hanno 7 punti all’attivo e 39 subiti. Il roster sardo ha problemi sia in attacco che in difesa. E’ troppo poco incisivo in fase di end zone e subisce eccessivamente le sfuriate delle offense avversarie. All’andata i palermitani si sono imposti per 32-0. I Cardinals sono i mattatori di questo girone A. 3 vittorie in 3 partite. Con l’ultima, di prestigio, a Catania nell’acceso derby di Sicilia (week 3). Una squadra che gira su percentuali vertiginose. 94 punti fatti e 44 subiti. Quando hai un’offense così, puoi anche permetterti di concedere qualche TD. Certo, quando ci si affronta in campo queste cifre lasciano il tempo che trovano. Può bastare una giornata no, un episodio e tutto cambia. La vittoria poi servirebbe ai sardi per il morale. Per abbandonare l’ultimo posto nel girone. Quel che è sicuro è che nessuna delle due squadre vorrà mollare metri agli avversari.

Alle 14.00, derby siciliano tra Sharks Palermo ed Elephants Catania. Come i Crusaders Cagliari gli Sharks Palermo non hanno totalizzato alcun successo. I palermitani però si sono dimostrati più coriacei. Nella gara di esordio, hanno subito 16 punti senza mai andare in TD contro gli Elephants Catania. Ma nel derby stracittadino con i Cardinals hanno fatto sudare i primi in classifica. Un solo TD di differenza. Gli Elephants sono secondi con 2 vittorie ed 1 sconfitta (subita contro i “rivali” Cardinals). Il roster etneo sembra meno minaccioso dello scorso anno. Anche se, con questo andamento, il superamento del turno appare comunque alla portata. L’anno scorso in week 5, 41-22 per i catanesi. E, al ritorno, in week 9, 12-34 sempre per gli Elephants a Palermo. Gli Sharks hanno dimostrato di essere degli avversari sempre di tutto rispetto. E che vincere con loro costa sempre sudore e fatica. Gli Elephants hanno un roster molto possente fisicamente. Riusciranno le fauci degli Squali a intimorire il mastodontico Elefante? Quel che è sicuro e che ne uscirà un incontro elettrizzante!

Alle 14.30, Angels Pesaro contro Neptunes Bologna. Gli Angels ho avuto modo di vederli dal vivo. Un roster quadrato, ordinato, efficiente. Con un Terenzi in grandissima forma e tutta la offense che gira a mille! Quando vai in touchdown direttamente in corsa da un fumble (e con una squadra come i Titans) non stai andando a casaccio e non si tratta di fortuna. E del resto, le 3 vittorie in 3 partite parlano chiaro. 99 punti realizzati, 20 quelli subiti. Anche la defense si concede ben poche sbavature. Gli Angels si rivelano all’altezza del nome storico e glorioso che portano! Per le “matricole” Neptunes 3 sconfitte e nessuna vittoria. L’attacco degli emiliani non è micidiale ma sa colpire. Il vero tasto dolente invece è la defense, che concede troppi spazi. Ma, considerata l’età media del roster e la prima esperienza in LeNAF, c’è da ben sperare. All’andata, in week 1, 7-20 per i marchigiani in terra d’Emilia. Gli Angels veleggiano verso i play-off, i Neptunes cercano la prima vittoria per non rimanere in coda alla classifica. Niente è scontato. Nessun risultato lo è mai. Questi Angels, però, sembrano davvero, nel girone C, di un altro pianeta..

Ore 15.30, di scena Titans Romagna contro Hogs Reggio Emilia. Romagna contro Emilia. Una rivalità storica, accesa, intensa. Per entrambi i roster una vittoria e una sconfitta. Gli emiliani, provenienti dalla IFL, la “serie A”, hanno registrato un pesantissimo 47-0 all’esordio con gli Angels Pesaro (in week 2), vincendo poi con i Neptunes Bologna. I romagnoli hanno battuto i Neptunes e poi, la settimana scorsa, sono usciti sconfitti (ma a testa alta) nel match contro gli Angels. I due team si sarebbero dovuti incontrare in week 1 ma la partita è stata rinviata. I Titans sono una franchigia generosa e combattiva. Non mollano mai. A Pesaro, nonostante tre quarti dominati dai padroni di casa (da rilevare, però, le pesanti assenze per i romagnoli), hanno sfoderato un ottimo quarto quarto. I Titani non mollano neanche quando il risultato è compromesso. Figurarsi quando ci sono in ballo punti pesanti. Troppi errori in fase di gioco. Questo si, è da rivedere. Quanto agli Hogs, la vittoria con i Neptunes non è probante. E quindi in questo incontro non solo si giocano punti decisivi ma possono anche dimostrare il reale valore del roster. Fino ad ora, sembra regnare l’equilibrio. Questa è una partita importante: chi vince resta in scia Angels e può ambire quantomeno ad un posto alle Wild Card. I Titans hanno la giusta esperienza in LeNAF e con qualche pedina importante in recupero potrebbero stabilizzarsi e dimostrare appieno il loro potenziale. Gli Hogs non sono da sottovalutare. Il pubblico non potrebbe chiedere di meglio da un incontro.

Ore 15.30, i Frogs Legnano ospitano gli Skorpions Varese. Mesto ultimo posto per le rane, 3 sconfitte in 3 partite. Gli Skorpions hanno una vittoria e una sconfitta (23-0 ai Blue Storms Busto Arsizio nel derby del varesotto e sconfitta di misura 7-2 con i capiclassifica Blacks Rivoli). Niente male per dei “rookies” provenienti dal Cif9. La classifica dei Frogs è menzognera. Nelle ultime due partite hanno perso davvero di misura (2 soli punti a Busto Arsizio e 3 punti soli subiti in casa contro i Blacks). Nessuno fino ad ora ha messo realmente sotto il glorioso roster milanese. Eppure, ancora nessuna vittoria. L’andamento è discontinuo. Magari i punti presi non sono poi così tanti, ma l’attacco ha difficoltà a imporsi. Questo girone D è veramente in bilico. A parte i Blacks al primo posto con 3 vittorie. Ogni vittoria può spostare gli equilibri. E quindi i Frogs possono determinare anche le posizioni in classifica. Lo spirito combattivo dei lombardi può rivelarsi decisivo. Oltre alla volontà di non finire la stagione senza vittorie. Del resto, il Campionato è ancora lungo. Questa partita è da tenere d’occhio attentamente. Tre squadre si giocano l’accesso al turno successivo.

Alle 16.00, i Blue Storms Busto Arsizio se la devono vedere con la capolista, Blacks Rivoli. Per i piemontesi 3 vittorie in 3 partite. L’ultima, la settimana scorsa, per soli 3 punti con i Frogs (0-3, a Legnano). Anche con gli Skorpions, un risicato 7-2, in week 1. Più ampia la vittoria contro i Daemons Cernusco (42-26, week 3). I Black soffrono e non hanno un’offense così stellare. Ma hanno il “cinismo” necessario e capeggiano il girone. Anche questo, signori, è indice di carisma. I Blacks sono una squadra attenta, equilibrata, esperta..e lo stanno dimostrando con i risultati. B come Brena (il clan-famiglia a capo del roster). B come Blacks. Con i Giaguari in IFL, il Piemonte è targato Blacks. E i Blacks stanno dimostrando di meritare sul campo questo ruolo. Per i Blue Storms una vittoria e due sconfitte. 28-26 all’esordio in LeNAF, contro i Frogs (week 2). In week 3 sonora sconfitta nel derby del varesotto con gli Skorpions Varese (23-0 per i “cugini”) e in week 4, sconfitta in OT a Cernusco con i Daemons per 27-21. Anche i Blue Storms come rookies provenienti dal Cif 9 non stanno affatto sfigurando. In un girone difficile dove anche l’ultima in classifica (i Frogs) dà parecchio filo da torcere. Comunque vada, l’esperienza potrà dirsi positiva. Perché mettere limiti ai sogni? E’ ancora tutto possibile…

Quel che sappiamo per certo, è che ci aspetta un’ennesima, entusiasmante giornata. E come ci piace ribadire ogni volta: applausi per tutti! Vincitori e vinti. Questo è lo spirito sportivo. Questo è il contenuto etico del Football Americano. Tanta sana rivalità in campo, nessun rancore né recriminazione dopo il match.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.