Touchdown logo

I Dolphins vogliono il bis contro i Marines

Dopo la convincente vittoria interna dello scorso weekend contro le Aquile Ferrara, i Dolphins Ancona cercano ancora una volta di mantenere l’imbattibilità dello Stadio Dorico, ma soprattutto cercano conferme del lavoro svolto allenamento dopo allenamento, questa volta contro i Marines Lazio. “Partita da prendere con le molle quella con i laziali – spiega il presidente […]


dol mar

Dopo la convincente vittoria interna dello scorso weekend contro le Aquile Ferrara, i Dolphins Ancona cercano ancora una volta di mantenere l’imbattibilità dello Stadio Dorico, ma soprattutto cercano conferme del lavoro svolto allenamento dopo allenamento, questa volta contro i Marines Lazio. “Partita da prendere con le molle quella con i laziali – spiega il presidente Leonardo Lombardi – E’ vero che i neroazzurri hanno ancora zero punti in classifica, avendo perso le prime due partite contro i Seamen Milano e i Panthers Parma. E’ altrettanto vero però che hanno giocato subito contro le due maggiori pretendenti al titolo finale, dovendo fare i conti con alcune assenze importanti e con l’infortunio all’ultimo minuto del quarterback americano Nick Eyde sostituito in corsa con Andrew Banks. Giocheremo domenica contro una formazione che ha potuto far fare esperienza ai diversi giovani all’esordio, che ritrova alcuni giocatori chiave e che ha avuto il tempo in queste settimane di “rodare” meglio l’intesa e l’amalgama con il nuovo quarterback, affiancato in difesa dall’esperto Kellen Pruitt, presente anche lo scorso anno“. Esito non scontato, quindi, ma tutto da guadagnare sul campo, con una partita fatta di concentrazione, aggressività e intensità da parte degli anconetani, chiamati a confermare la prestazione fatta contro le Aquile, che ha visto il quarterback Keith Welch in gran spolvero, sia sulle corse con 3 touchdown personali, sia sui lanci con un ottimo 69% di passaggi completati sui propri ricevitori con ben 7 “target” diversi e 3 TD pass indirizzati a Filippo Limitone, Michele Marchini e Tommaso Mosca. Anche la difesa dovrà confermare il buono fatto domenica scorsa, con pressione costante e aggressiva sui portatori di palla e sul quarterback per disinnescare i raid aerei. Lorenzo Pignataro, Mattia Dal Monte, Paolo Meneghetti e Mejdi Soltana i migliori contro le Aquile, vedremo domenica chi metterà più placcaggi e sack sul tabellino. Una veloce occhiata alla storia per i precedenti tra le due formazioni: anche se è una rivalità cominciata di recente – la prima sfida risale “solo” al 2002 – entrambe le formazioni disputano da molti anni la serie A, quindi gli scontri sono stati frequenti. Ben 16 i precedenti totali tra Dolphins e Marines, con netta prevalenza dei dorici per 12 vittorie contro 4 sconfitte, comprese 3 partite di playoff nel 2002, 2003 e 2005, con la vittoria sempre sorridente ai delfini. Gli “incroci” più vicini nel tempo lo scorso anno, con la doppia vittoria Dolphins per 26 a 14 in casa e per 47 a 13 in trasferta. Purtroppo i Dolphins affrontano questa gara con alcune assenze “pesanti”: il defensive tackle #77 Luca Stoppoloni infortunatosi al braccio domenica scorsa contro le Aquile Ferrara e l’offensive lineman #75 Gabriele Caruso.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.