Touchdown logo

Mi ritorni in mente: Adam Vinatieri

Dopo aver appreso la notizia del suo ufficiale ritiro, abbiamo deciso di ripercorrere i momenti salienti della carriera di Adam Vinatieri, inaugurando la nuova rubrica del nostro magazine legata a personaggi e momenti particolari del mondo del football.


A FOOTBALL PLAYER

Nato e cresciuto nello stato del South Dakota, Vinatieri intraprende la sua personale avventura nel mondo del football professionistico come undrafted free agent ingaggiato nel 1996 dai New England Patriots, allora guidati da Bill Parcells. Il giovane kicker si fece notare dall’intero mondo degli appassionati di football in un particolare momento, ovvero quando riuscì a fermare il potenziale kick return da touchdown del Cowboy Herschel Walker, una giocata che fece pronunciare a Parcells la frase “tu non sei un kicker, tu sei un giocatore di football”.

Il placcaggio di Vinatieri ai danni di Herschel Walker, in volata verso la endzone dei Patriots

La sua stagione da rookie fu molto prolifica, in quanto i Patriots riuscirono a giungere fino al Super Bowl, perso contro i Green Bay Packers guidati da Brett Favre. Erano solo le prove generali per l’avvio della dinastia dei Patriots, conosolidatasi con l’arrivo di Tom Brady nel 2000.

PLAYOFF AND SUPER BOWL HERO

Quando si parla dei playoff del 2001 è quasi impossibile non pensare alla partita disputatasi tra i Patriots e i Raiders sotto la neve di Foxboro, un incontro passato agli annali soprattutto a causa della famigerata “Tuck Rule”. Ebbene, la controversa chiamata degli arbitri, abolita poi nel 2013, finì col porre in secondo piano il ruolo chiave ricoperto dal kicker con la maglia numero 4, il quale non solo realizzò un field goal da 45 yard portando la partita ai supplementari, ma si occupò di centrare i pali da 23 yard per far avanzare New England verso la vittoria del titolo. Un traguardo raggiunto proprio grazie a Vinatieri: con il punteggio fermo sul 17 pari e a 7 secondi dalla fine dell’ultimo quarto, il kicker dei Patriots realizzò il field goal da 48 yard valido per il primo Super Bowl della “Dynasty”.

Looking Back at the Tuck Rule Game | Justin Cirillo's Sports Blog
Adam Vinatieri durante il “Tuck Rule Game”

Una situazione fotocopia capitò due anni dopo, durante il Super Bowl 38: una partita combattutissima, con il tabellone che recitava Carolina Panthers 29 – 29 New England Patriots e 0:09 restanti nel 4° quarto, e Vinatieri scrollò dalle sue spalle i due precedenti tentativi falliti e spedì il pallone attraverso i pali da 41 yard, per consegnare alla sua squadra il secondo titolo di sempre.

La stagione seguente i Patriots vennero chiamati a compiere l’impresa confermandosi back-to-back Super Bowl champions, e il numero 4 rivestì un ruolo meno centrale, ma non per questo irrilevante, nella conquista del titolo: realizzando tre extra points e un field goal nell’ultimo quarto per l’allungo decisivo di New England su Philadelphia, i Patriots divennero campioni per la terza volta, col punteggio di 24 a 21.

THE RECORDMAN

Dopo la stagione del 2005 Vinatieri divenne un free agent fino a quando non firmò con gli Indianapolis Colts di Peyton Manning il 22 marzo 2006. La scelta di Vinatieri fu prevalentemente dettata dal fatto che il kicker era determinato a giocare per una squadra che giocasse le proprie partite casalinghe in un clima non rigido come quello del New England o del Wisconsin ad esempio, oppure in uno stadio al coperto (i famosi “Dome”).

Durante gli anni trascorsi in Indy la carriera di Vinatieri spiccò il volo: la prima stagione con indosso l’horseshoe helmet portò al kicker il quarto anello da aggiungere alla collezione, raggiunto dopo un divisional match da assoluto protagonista contro gli allora favoritissimi Baltimore Ravens, battuti 15 a 6 grazie a 5 field goal del numero 4, e in seguito alla vittoria sui Chicago Bears per 29 a 17 (3/4 FG, 1/2 PAT).

Adam Vinatieri Named AFC Special Teams Player Of The Week
Vinatieri diventa il giocatore con il maggior numero di punti realizzati in NFL durante la Week 8 del 2018, contro gli Oakland Raiders

Successivamente, a partire dal 2007 fino ad oggi, Adam Vinatieri è riuscito ad inanellare record dopo record e, giusto per rigor di cronaca eccone qualcuno:

  • Maggior numero di punti realizzati in NFL – 2673
  • Maggior numero di FG realizzati – 599
  • Maggior numero di FG realizzati consecutivamente – 44
  • Maggior numero di vittorie in regular season per un kicker – 226
  • Maggior numero di vittorie nei Super Bowl per un kicker – 4
  • Giocatore più anziano ad aver realizzato un FG da 50+ e 55+ yard – 46 anni e 303 giorni

E se volessimo pure dare uno sguardo al palmarès completo, oltre ai 4 titoli Super Bowl troviamo:

  • 6x AFC Champion
  • 2x Pro Bowl
  • 2x All-Pro
  • NFL 2000s All-Decade Team
  • Primo kicker ad essere inserito nella lista NFL Top 100

THE MAN, THE MYTH, THE LEGEND

Una carriera durata ben 24 anni, ricca di vittorie e record che raggiunti da un kicker, una delle posizioni spesso molto sottovalutate ed ignorate fino al momento in cui non servono giusto quei 3 punti per mandare la propria squadra ai supplementari oppure quell’extra point in grado di far vincere all’ultimo secondo la partita.

Special offer > adam vinatieri super bowl rings, Up to 70% OFFVinatieri in azione sotto gli occhi di coach Parcells

Adam Vinatieri, come il suo amico di vecchia data ed ex compagno di squadra Pat McAfee, è stato in grado di dare lustro al proprio ruolo, forse anche a causa della frase che il suo primo coach, Bill Parcells, gli disse dopo il placcaggio ai danni di Herschel Walker: essere un kicker è davvero diverso dall’essere un giocatore di football? Nonostante Parcells fosse sicuramente in buona fede nel pronunciare quelle parole, ecco che Vinatieri ha impiegato gli anni della sua onorata carriera a dimostrare che sì, le due figure non si escludono a vicenda, in attesa della chiamata da Canton, Ohio, per far registrare il suo nome, e le gesta sportive legate ad esso, nella football Hall of Fame.

Buon pensionamento, Adam!

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.