Touchdown logo

Redskins da videoclip

Dai campi di football alla tv; da giocatori ad attori. Le troupe della società Run Mutlimedia sono sbarcate a Verona martedì 5 maggio, al Campo Sportivo Nino Mozzo in via Olimpia, San Giovanni Lupatoto, per girare il nuovo videoclip sulle note di “Nanana”, ultima canzone del gruppo Broken Heart College, band che Mtv – canale […]


redskins-mtv1Dai campi di football alla tv; da giocatori ad attori. Le troupe della società Run Mutlimedia sono sbarcate a Verona martedì 5 maggio, al Campo Sportivo Nino Mozzo in via Olimpia, San Giovanni Lupatoto, per girare il nuovo videoclip sulle note di “Nanana”, ultima canzone del gruppo Broken Heart College, band che Mtv – canale tv musicale più popolare in Italia e all’estero, e il più seguito dai giovani – sta lanciando sul mercato. La società Run Multimedia (che ha firmato i videoclip di Laura Pausini, Adriano Celentano, Tiziano Ferro, Giorgia, J-Ax e altri), ha scelto come protagonisti del videoclip, presentato la settimana scorsa a TRL, programma di punta di Mtv, proprio loro, i Redskins, i “Pellerossa” scaligeri, storica squadra veronese che milita sui campi di football dal 1981, e che quest’anno, per il secondo anno di fila, gioca in Serie A nel Campionato Nazionale Lenaf (lega nazionale american football). Protagoniste nel videoclip, assieme ai giocatori, anche l’affiatato gruppo di Cheerleaders veronesi della squadra dei Redskins, capitanato dalla ventunenne Maddalena Aiani, che alla passione per il football americano ha saputo unire il ritmo della danza moderna. Il videoclip dei Broken Heart College è molto ironico. Sulla scena si sfidano due squadre: una composta da giovani atletici e prestanti; l’altra invece, da “sfigati”. Ma per una volta non saranno i più ganzi a vincere: saranno, appunto, gli sfigati. Il video è stato girato nel corso di un’intera giornata, con Gaetano Morbioli dietro la telecamera intento a coordinare le Cheerleaders e la squadra, al Campo Sportivo di San Giovanni Lupatoto, dove il 9 aprile scorso i Redskins hanno battuto i Blue Storms di Gorla per 20 a 9, nella terza partita di campionato Serie A. “Siamo molto contenti che Mtv e la Run Mutlimedia abbiano individuato noi come società rappresentativa del football americano, come un certo modo di vedere questo sport – commenta Silvano Accordini, presidente Redskins Verona -. C’è da dire che quello che si vede in onda non è il vero Football Americano: è una spettacolarizzazione del Football. I ragazzi – continua Accordini – si sono sentiti orgogliosi di poter rappresentare anche all’esterno il lavoro che fanno tutte le settimane sui campi di Football”. Segno, anche, che il Football piace sempre di più. “Sicuramente il fatto che è stata scelta una squadra di Football piuttosto che una di calcio è un buon segno: significa che questo sport sta ritornando in auge”, aggiunge Accordini, come anche testimoniano le 400 persone normalmente presenti alle partite dei Redksins. La squadra, in questo campionato, ha finora inanellato una vittoria dopo l’altra, tranne una sola sconfitta. Ottimi i risultati raggiunti contro squadre molto forti, come quella del 2 maggio contro i Mustang di Trieste (13 a 6) e del 17 maggio contro i Draghi di Udine (23 a 6).


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.