Touchdown logo

Nuovo k.o. per gli Islanders

Venezia, 31 marzo 2014 – Gli Islanders Venezia non passano a Trieste ma, dal campo della capolista del Girone E, tornano con una prestazione di livello che lascia ancora aperti spiragli per la corsa playoff. Al Ferrini, in una partita intensa e corretta, i Muli s’impongono 22-16 e conservano l’imbattibilità nel LENAF 2014 Seconda Divisione, […]


2014.03.29_isla-muli02_credit sharon vinci

Venezia, 31 marzo 2014 – Gli Islanders Venezia non passano a Trieste ma, dal campo della capolista del Girone E, tornano con una prestazione di livello che lascia ancora aperti spiragli per la corsa playoff. Al Ferrini, in una partita intensa e corretta, i Muli s’impongono 22-16 e conservano l’imbattibilità nel LENAF 2014 Seconda Divisione, ma i giovani blu teal danno filo da torcere ai più esperti giuliani, dimostrando che la brutta prestazione nel ko interno coi Draghi Udine è stata solo un episodio. L’attuale record dei ragazzi di coach Will Kreamer è 1-2 ma, col piglio visto a Trieste e limando ulteriormente gli errori, le cinque partite che restano al termine della regular season danno ancora chance di centrare i playoff. Cruciale la sfida di Udine contro i Draghi – domenica 6 aprile – che hanno espugnato 31-19 il campo dei Cavaliers Castelfranco.  Cronaca. Il grande equilibrio iniziale, con gli Islanders che dimostrano un altro piglio rispetto quello arrendevole di due settimane fa coi Draghi, è interrotto da alcuni discutibili fischi arbitrali. In un attacco Islanders, il quarterback Jakaj lancia dalla propria metà campo sotto pressione, la palla viene stoppata e cade per terra generando un incompleto, ma gli arbitri assegnano un fumble che è ricoperto dai triestini. Da qui il possesso passa ai Muli che trovano il primo touchdown sull’asse Zingale-Jankovic, con trasformazione di Savi (7-0). Altra serie in attacco per i blu teal partendo dalle proprie 5 yards dopo un errore di valutazione del ritornatore Sportillo che, credendo di essere in end zone, si inginocchia pensando di ottenere un touch back per far ripartire l’azione dalle 20 yards. Invece, col campo “corto” alle spalle, il quarterback isolano viene placcato nella propria end zone generando una safety. Nel secondo quarto i blu teal macinano yards grazie alle corse e trovano il primo touchdown con Grassi (Barbaro trasforma per il 9-7). Trieste però fa valere le proprie qualità offensive e sempre sull’asse Zingale-Jankovic costruisce un altro touchdown. Gli Islanders avrebbero l’opportunità di accorciare: arrivati a ridosso della endzone giuliana, Barbaro trova il touchdown ma gli arbitri annullato per una spinta sul difensore e nel possesso successivo l’attacco viene intercettato. L’ultima azione è un field goal di Barbaro che però non centra i pali. Alla ripresa il terzo quarto non offre particolari emozioni, segno di un match in equilibrio. La trasformazione di un field goal di Barbaro avvicina gli Islanders (19-10), ma dopo la metà del quarto una corsa di 16 yards del veloce Viveros mette l’ipoteca sulla vittoria dei padroni di casa (22-10). Nonostante tutto gli Islanders non si arrendono e segnano con una delle più belle giocate della serata: il quarterback veneziano Jackaj lancia un pallone telecomandato per 70 yards a trovare Sportillo che termina la corsa in end zone per il 22-16 che chiude l’incontro, con la difesa Islanders (Matteo Cester due intercetti) brava nel bloccare qualche quarto down per i Muli. Programma Week 5: Crusaders Cagliari-Cardinals Palermo 18-21; Sharks Palermo-ASD Aft Catania 14-28; Angels Pesaro-Neptunes Bologna 13-3; Titans Romagna-Hogs Reggio Emilia 2-34; Frogs Legnano-Skorpions Varese 27-45; Blue Storms Busto Arsizio-Blacks Rivoli 12-21. Girone E: Cavaliers Castelfranco-Draghi Udine 19-31; Muli Trieste-Islanders Venezia 22-16. Classifica Girone E: Muli 6; Draghi 4; Islanders 2; Cavaliers 0. In allegato due foto della partita fra Muli Trieste-Islanders Venezia (foto Sharon Vinci)


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.