Touchdown logo

Venezia a Udine per non perdere il treno play off

Venezia, 3 aprile 2014 – Trasferta a Udine per restare aggrappati ai playoff. Dopo la doppia sconfitta contro Draghi e Muli Trieste, gli Islanders Venezia fanno visita proprio agli udinesi che, il 15 marzo scorso, espugnarono 19-6 il Comunale di Mirano. Domenica 6 aprile, al Comunale di Palmanova ore 15.00, i ragazzi di coach Will […]


2014.04.03_isla-draghi_credit giovannamarton

Venezia, 3 aprile 2014 – Trasferta a Udine per restare aggrappati ai playoff. Dopo la doppia sconfitta contro Draghi e Muli Trieste, gli Islanders Venezia fanno visita proprio agli udinesi che, il 15 marzo scorso, espugnarono 19-6 il Comunale di Mirano. Domenica 6 aprile, al Comunale di Palmanova ore 15.00, i ragazzi di coach Will Kreamer devono vendicare la sconfitta di venti giorni fa. Dopo quattro giornate nel Lenaf 2014 Seconda Divisione, l’obiettivo è quello di agganciare i friulani in classifica e proseguire nella caccia ai playoff. La situazione del Girone E vede infatti i Muli Trieste imbattuti a 6 punti (impegnati sabato sera sul campo dei Cavaliers Castelfranco, ultimi con un record 0-3), inseguiti dai Draghi a 4. Gli Islanders hanno invece solo due punti e i margini di errore sono ridotti al minimo. Vincendo tutte e cinque le prossime gare (compresi gli interdivisionali con Titans Romagna e Neptunes Bologna) i playoff sarebbero ancora raggiungibili.

Precedenti. Vincendo lo scorso marzo, i Draghi Udine si sono portati avanti 2-1 nel computo delle sfide dirette. Inserite in due gironi diversi la scorsa stagione, gli unici precedenti ufficiali risalivano infatti al 2011: vittoria friulana 13-7 a Palmanova e successo isolano 16-6 a Favaro Veneto.

Le due squadre. La trasferta di Trieste, oltre alla sconfitta, ha lasciato in dote qualche defezione. Sicuri assenti saranno infatti il linebacker Marco Rossi e il centro Gianluca Zennaro, ma i passi avanti a livello di prestazione in terra giuliana da parte dei giovani lasciano fiducioso il coaching staff. Bene la difesa, guidata da Matteo Cester, meglio l’attacco con Jakaj in regia e la crescita di Sportillo e Barbaro. In casa Draghi, che dopo la sconfitta all’esordio coi Muli hanno inanellato due vittorie e sono reduci dal pirotecnico 31.19 di Castelfranco, i pericoli principali arriveranno dal running back Odiase (150 yards corse e due touchdown nell’ultima partita) e dal quarterback Simonetti, già decisivi nella vittoria di Mirano.

Coach Kreamer. «Attendiamo con impazienza la rivincita contro i Draghi. Schierando tanti giovani è normale che la nostra squadra abbia sperimentato “i dolori della crescita”. E lo si è visto chiaramente proprio nella partita contro Udine, sembrava quasi che stessimo sostenendo un allenamento per l’impatto con cui siamo scesi in campo. Loro hanno giocato bene, intensi e fisici, meritando la vittoria. Imparata la lezione, dovremo essere mentalmente pronti per una partita difficile e fare tutto il possibile per raggiungere la vittoria. A Trieste contro i Muli, risultato a parte, abbiamo reagito di squadra, evidenziando netti passi avanti. E’ la strada giusta, ma ora bisogna abbinare prestazione e risultati».

Programma Week 6: ASD Aft Catania-Crusaders Cagliari; Hogs Reggio Emilia-Titans Romagna; Grizzlies Roma-Guelfi Firenze; Sharks Palermo-Cardinals Palermo; Saints Padova-Redskins Verona; Hurricanes Vicenza-Mastini Verona; Legio XIII Roma-Barbari Roma Nord. Girone E: Draghi Udine-Islanders Venezia, domenica 6 aprile ore 15.30; Cavaliers Castelfranco-Muli Trieste, sabato 5 aprile ore 20.30. Classifica Girone E: Muli 6; Draghi 4; Islanders 2; Cavaliers 0.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.