Touchdown logo

Un successone il football weekend di Pero

Il weekend di football svoltosi a Pero (Milano) tra il 10 e l’11 gennaio è stato un successo organizzativo sotto ogni aspetto nonostante le premesse.

il pubblico per Italia - Svizzera

il pubblico per Italia - Svizzera

Incredibile a dirsi, il weekend di football svoltosi a Pero (Milano) tra il 10 e l’11 gennaio è stato un successo organizzativo sotto ogni aspetto: pubblico, organizzazione e spettacolo in campo.

Sbavature accettabili nel collegamento in diretta web e anche un blackout causato da un atto vandalico non possono oscurare i dati (carta canta) che confermano la presenza di circa 800 spettatori in tribuna sia sabato per l’incontro tra la nazionale Italiana e quella Svizzera ed altrettanti (se non di più) la domenica per le finali dei campionati tackle juniores FIDAF.

A questi si aggiungono gli oltre 800 “telespettatori” collegati alla piattaforma Rhinos Milano Live che hanno seguito la nazionale in diretta e le altre centinaia che durante la domenica si sono collegate per seguire le tre finali Under13, Under16 ed Under19.

La nazionale batte la Svizzera (avversario meno forte di quando potessimo pensare) e regala subito una buona prestazione al nuovo coaching staff guidato da Davide Giuliano, imponendosi per 30-19 e dando sempre l’impressione di poter controllare le sfuriate elvetiche.

Buona la prova di Tommaso Monardi che ha dettato i tempi giusti ai suoi ricevitori, e buona la prova della difesa che ha sempre costretto il quarterback svizzero (Dea Baumann) a dover uscire dalla tasca per poter avere quel secondo in più necessario a trovare un ricevitore libero.

Per Monardi 11 su 19 per oltre 200 yard e 3 touchdown pass, mentre un po’ meno bene il giovane Simone Slusarz dei Warriors Bologna che ha faticato parecchio (ma era all’esordio), completando 2 passaggi su 15 e lanciando un intercetto.

Le finali juniores della domenica hanno invece visto assegnare gli scudetti di categoria per l’under13, l’under16 e l’under19.

Nella categoria dei piccoli che giocano 5v5, si sono imposti i Giaguari Torino con un perentorio 39-6 ai danni dei cugini dei Blacks Rivoli. Partita mai in discussione e gran gesto di fair play dei gialloneri che hanno declinato un holding sull’unica segnatura dei Blacks, evitandone l’annullamento.

Nella categoria intermedia, l’under16, si sono imposti i Rhinos Milano che nel derby lombardo contro gli Skorpions Varese hanno dimostrato di essere una corazzata vincendo per 45-6 ma di fatto chiudendo l’incontro già all’intervallo sul risultato di 39-6.

Infine nella categoria maggiore portano a casa il titolo i Seamen Milano che hanno la meglio sui Warriors Bologna per 20-6, con i bolognesi che perdono una pedina importante come Di Muro che gli aveva consentito di portarsi temporaneamente in pareggio sul 6-6.

In tutte le partite del weekend si è tenuto un minuto di silenzio prima del kick off in memoria di Tommy Martinolich, quattordicenne giocatore dei Blacks Rivoli deceduto settimana scorsa a Claviere per un incidente sulla pista da sci.

Nel complesso un bel weekend di football con tantissimi giovani e numerosi spettatori, nonostante il freddo e il vento che ha letteralmente spazzato il comunale di Pero per tutto il tempo.

Foto credit (Stefano Schwetz)


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.