Touchdown logo

NFL 2019 Power Rankings – Week #6

Il quinto turno della NFL ci regala delle chicche incredibili, come la sconfitta di Kansas City in casa contro i Colts, ma non solo…

NFL 2019 Green Bay Dallas

E ne rimasero solo due. Patriots e 49ers uniche squadre ancora imbattute dopo 5 partite, mentre i Bears deludono a Londra, i Cowboys soccombono ai Packers e i Chiefs cadono per mano dei Colts.

#1 (=): New England Patriots (5-0-0) – Nessuno problema contro i Redskins e approfittano anche della sconfitta dei Chiefs per ribadire la propria leadership indiscussa.

#2 (+1): New Orleans Saints (4-1-0) Nella vittoria di Tampa la sorpresa è, per una volta, la prova maiuscola di Teddy Bridgewater (26/34, 314 yds, 4 TD, 1 INT, 131.2 QB rating).

#3 (-1): Kansas City Chiefs (4-1-0) – Vari segnali di cedimento in una sconfitta che, anche alla luce di quanto visto a Detroit nella giornata precedente, prima o poi poteva arrivare.

#4 (+1): San Francisco 49ers (4-0-0) – Sono la grande sorpresa del primo quarto di stagione. Distruggono i Browns nel MNF e confermano meritatamente il proprio posto nella top 5.

#5 (+2) Green Bay Packers (4-1-0) Rodgers si conferma imbattuto all’AT&T Stadium e i Packers si candidano come seri contendenti nella NFC.

#6 (+4): Seattle Seahawks (4-1-0) – Pur con una difesa imperfetta, Russell Wilson è una certezza e la vittoria contro i Rams nel TNF li mantiene a contatto dei 49ers.

#7 (+2): Buffalo Bills (4-1-0) – E’ ancora difficile capire dove possono arrivare ma se continuano a vincere e giocare con questo carattere, una wild card non è impossibile (inutile illudersi di insidiare i Patriots nella AFC East…)

#8 (+3): Philadelphia Eagles (3-2-0) Tutto facile contro i Jets e a poco a poco stanno tornando ad essere una delle squadre più pericolose della NFC.

#9 (-5): Dallas Cowboys (3-2-0) – La sconfitta contro i Packers fa male specialmente perché dà credito a chi sosteneva che non fossero pronti a vincere contro avversari di spessore.

#10 (-4): Los Angeles Rams (3-2-0) – Aldilà del field goal mancato da Zuerlein nel finale, è chiaro che la difesa dei Rams ha perso il passo rispetto agli anni scorsi e Wade Phillips deve inventarsi qualcosa al più presto per rimediarvi.

#11 (+3) Indianapolis Colts (3-2-0) – Tolgono l’imbattibilità ai Chiefs e già questo è sufficiente a premiarli con un salto in avanti a ridosso della top 10.

#12 (-4): Chicago Bears (3-2-0) – Male quasi tutto a Londra contro i Raiders. Il lato positivo? Forse la sconfitta in terra d’Albione prima del bye può fungere da salutare bagno di umiltà per Nagy.

#13 (=) Baltimore Ravens (3-2-0) – Vittoria solo all’overtime sugli Steelers ma molto importante per riprendersi la vetta solitaria nella AFC North.

#14 (+3): Minnesota Vikings (3-2-0) – Ritrovano contro i Giants non solo lo spirito che avevano perso a Chicago ma soprattutto Kirk Cousins (22/27, 306 yds, 2 TD, 138.6 QB rating) e Dalvin Cook (21 carries, 132 yds; 6 rec, 86 yds).

#15 (+4) Carolina Panthers (3-2-0) – Proseguono il trend positivo (terza vittoria consecutiva) con un Christian McCaffrey formato MVP (19 carries, 176 yds, 2 rush TD; 6 rec, 61 yds, 1 rec TD).

#16 (+2): Detroit Lions (2-1-1) – Dopo il bye, ecco i riflettori del prossimo MNF di Lambeau Field che potrebbe dire molto sul destino della NFC North.

#17 (+4) Houston Texans (3-2-0) – L’attacco esplode con 53 punti e con un DeShaun Watson così si può sognare in grande (28/33, 426 yds, 5 TD, 158.3 QB rating; 4 carries, 47 yds).

#18 (+4): Oakland Raiders (3-2-0) – E Jon Gruden si inizia a togliere qualche sassolino dalla scarpa…soprattutto quando l’avversario sconfitto si chiama Khalil Mack.

#19 (-4): Cleveland Browns (2-3-0) – Continuano le montagne russe per i Browns. Più che per il punteggio, la sconfitta contro i 49ers deve preoccupare l’impatto sulla fiducia di Baker Mayfield.

#20 (-7): Jacksonville Jaguars (2-3-0) – Stavolta un comunque buon Minshew non basta contro i Panthers e riscattarsi contro i Saints non sarà impegno dei più semplici.

#21 (-1): Tennessee Titans (2-3-0) – I Bills di quest’anno meritano rispetto ma i Titans hanno perso sicuramente un’occasione importante di mantenersi al vertice della AFC South.

#22 (-6): San Diego Chargers of Los Angeles (2-3-0) – Torna Melvin Gordon ma, come previsto, non sposta gli equilibri. La sconfitta contro i Broncos è più di un segnale di allarme.

#23 (=): Tampa Bay Buccaneers (2-3-0) – Non sono ancora all’altezza dei Saints ma se la giocano e questo rafforza le cose buone viste a sprazzi in questo inizio di stagione.

#24 (=): New York Giants (2-3-0) – Non bene stavolta Daniel Jones contro i Vikings, che ne soffre la difesa asfissiante e non riesce a ripetere le belle prestazioni delle precedenti partite.

#25 (+2): Denver Broncos (1-4-0) Congratulazioni di cuore a Vic Fangio per la prima vittoria da head coach, meritatissima dopo le crudeli sconfitte casalinghe patite in precedenza.

#26 (=): Pittsburgh Steelers (1-4-0) – Cedono ai Ravens solo all’overtime ma chissà come sarebbe andata se Earl Thomas non avesse messo KO Mason Rudolph.

#27 (+1): Arizona Cardinals (1-3-1) – Non perdono la ghiotta occasione che i Bengals offrono e a Cincinnati Kyler Murray e Kliff Kingsbury ottengono la prima W in carriera.

#28 (-4) Atlanta Falcons (1-4-0) – Li metteremmo più in basso ma le ultime 4 non si toccano. Che spreco di talento questi Falcons…

#29 (+1): New York Jets (0-4-0) – Hanno solo 4 sconfitte, gli altri ne hanno 5 o sono peggio di loro. E abbiamo esaurito le note positive…

#30 (-1): Washington Redskins (0-5-0) – Si chiude “l’era” Jay Gruden, anche se i tifosi dei Redskins chiuderebbero più volentieri l’incubo Dan Snyder.

#31 (=): Cincinnati Bengals (0-5-0) – Perdono un’ottima opportunità per sbloccarsi contro i Cardinals ma per fortuna in calendario ci sono ancora i Jets e i Dolphins.

#32 (=): Miami Dolphins (0-4-0) – Anche loro hanno solo 4 sconfitte ma non ce la facciamo proprio a farli salire. Attenzione però al “Tank Bowl” Dolphins vs. Redskins questa domenica!

(Photo credit: Dallas Morning News)


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.