Touchdown logo

NFL 2019 Power Rankings – Week #9

Non mollano un colpo i Patriots, mentre continuano a stupire i 49ers, che si accreditano ufficialmente come contendenti nella NFC.

Garoppolo Shanahan nfl 2019 week9

Non mollano un colpo i Patriots, mentre continuano a stupire i 49ers, che si accreditano ufficialmente come contendenti nella NFC. I Saints, che ritrovano Brees, continuano nella propria marcia e così anche i Packers, che approfittano dell’assenza di Mahomes e sbancano l’Arrowhead Stadium. Esiste un’alternativa a New England nella AFC?

#1 (=): New England Patriots (8-0-0) – Il rullo compressore dei Patrioti passa anche sopra i Browns. Niente di nuovo sul fronte del Nordest, a parte il taglio di Josh Gordon, così all’improvviso.

#2 (+1): San Francisco 49ers (8-0-0) – Distruggono i Panthers prima e poi vincono mostrando il migliore Garoppolo che si ricordi nel Thursday Night Football della Week 9 (28/37, 317 yds, 4 TDs, 136.9 QB rating)…sì, i 49ers non scherzano!

#3 (-1): New Orleans Saints (7-1-0) Brees ricomincia da dove si era fermato (34/43, 373 yds, 3 TDs, 1 INT, 116.4 QB rating) e scendono di una posizione certamente non per effetto di demeriti loro ma semplicemente perché i 49ers sono caldissimi.

#4 (=) Green Bay Packers (7-1-0) – Approfittano sicuramente dell’assenza di Mahomes ma ci mettono la loro firma nel successo importantissimo che colgono a Kansas City.

#5 (+2): Minnesota Vikings (6-2-0) – Continua la striscia positiva anche con il successo sui Redskins, continua la rincorsa ai Packers nella NFC North.

#6 (-1): Kansas City Chiefs (5-3-0) – Un tempo alla pari con i Packers e statistiche discrete per Matt Moore ma l’assenza di Mahomes pesa. E come non potrebbe pesare?

#7 (+1) Baltimore Ravens (5-2-0) – Approfittano del bye e delle sconfitte altrui per avanzare, in attesa di un super Sunday Night contro i Pats.

#8 (+1): Seattle Seahawks (6-2-0) – Questi Falcons non erano l’avversario più duro del momento ma tornare alla vittoria dopo la sconfitta per mano dei Ravens è un’ottima medicina.

#9 (-3): Buffalo Bills (5-2-0) – Prima o poi una battuta d’arresto ci poteva stare, che sia arrivata contro gli Eagles non è drammatico, anche se sarà opportuno riprendere la marcia da subito contro i Redskins.

#10 (=) Indianapolis Colts (5-2-0) – Si salvano non senza fatica contro i Broncos e continuano ad impressionare per la facilità con cui hanno saputo rimediare alla situazione creatasi con l’inatteso addio di Andew Luck.

#11 (+2) Houston Texans (5-3-0) – La spuntano non senza sudare contro i Raiders e rimangono in scia ai Colts. Peccato per la triste notizia dell’ennesimo infortunio che chiude prematuramente la stagione di JJ Watt.

#12 (=): Dallas Cowboys (4-3-0) – Niente di nuovo nella settimana di bye prima di trovare i Giants nel Monday Night.

#13 (+1): Los Angeles Rams (4-3-0) – Sbrigano la pratica Bengals, secondo le previsioni ma d’ora in avanti vietati passi falsi in una NFC West ipercompetitiva.

#14 (+1): Philadelphia Eagles (4-4-0) – Una vittoria fondamentale a Buffalo per evitare un record perdente a metà stagione, in attesa di capire di più sulle loro reali ambizioni.

#15 (+1): Detroit Lions (3-3-1) – Un po’ troppa sofferenza contro i Giants di Daniel Jones ma un passo in avanti. Manteniamo la convinzione che avrebbero potuto tranquillamente avere un paio di vittorie in più.

#16 (-5) Carolina Panthers (4-3-0) – Non sappiamo se questa caduta nel Power Ranking sia una punizione eccessiva ma quando ne prendi 51 meriti un castigo.

#17 (+2): Jacksonville Jaguars (4-4-0) – Fanno il proprio dovere contro i derelitti Jets e si preparano a ricevere i Texans nel match che potrebbe definirne la stagione, nel bene o nel male.

#18 (=): Oakland Raiders (3-4-0) – Se la giocano quasi fino in fondo a Houston e però dimostrano alla fine di essere alla ricerca di una mentalità che Gruden sta ancora costruendo.

#19 (+1): Pittsburgh Steelers (3-4-0) – Messi sotto per un tempo dai Dolphins in casa, all’intervallo devono essere stati sopraffatti dalla vergogna, ricordandosi che non c’erano alternative alla vittoria contro un avversario così disastrato.

#20 (+2): Tennessee Titans (4-4-0) – Senza brillare particolarmente, lottano e si aggiudicano il confronto contro i Buccaneers, rimanendo vivi in una AFC South assai equilibrata.

#21 (-4): Chicago Bears (3-4-0) – In questo momento non c’è molto da speculare sui Bears: una squadra mediocre, con un QB mediocre e diretta mediocremente dal proprio coaching staff durante le partite. Una difesa sprecata, quasi uno slogan buono per tutte le stagioni a Chicago.

#22 (+3): San Diego Chargers of Los Angeles (3-5-0) – Sopravvivono alla trasferta nella Windy City ma sono più i Bears che si sparano nei piedi che non i Chargers a vincere una partita brutta.

#23 (-2): Arizona Cardinals (3-5-1) – Perdono male a New Orleans e perdono giocandosela contro i 49ers. Non erano le partite più propizie per raccogliere W ma esiste una sensazione positiva intorno alla squadra di Kingsbury, da verificare in partite più alla portata.

#24 (-1): Cleveland Browns (2-5-0) – Parole, parole, parole, prima della stagione e nervosismo alle stelle oggi. Dov’è il Baker Mayfield capace di incantare in campo visto nella sua rookie season?

#25 (-1): Denver Broncos (2-6-0) Ennesima partita persa per un nulla…forse ha ragione Joe Flacco, più coraggio aiuterebbe, perché la fortuna aiuta non gli audaci, non i pavidi.

#26 (+1): New York Giants (2-6-0) – Un piccolo, per quanto insignificante premio, alla bella partita di Daniel Jones a Detroit (28/41, 322 yds, 4 TDs, 124.2 QB rating)

#27 (-1): Tampa Bay Buccaneers (2-5-0) – L’impressione è proprio che nemmeno Bruce Arians possa riuscire a raddrizzare Jameis Winston.

#28 (=): New York Jets (1-6-0) – Sam Darnold continua a vedere i fantasmi in campo e anche il nuovo general manager non sembra avere portato tranquillità, con svariati tentativi di trade illustri falliti (Jamal Adams e addirittura Le’Veon Bell) o andati in porto (Leonard Williams ai Giants). In una parola: disfunzionalità.

#29 (=): Washington Redskins (1-7-0) – Non c’è rivincita contro il grande ex Kirk Cousins e continua l’agonia di una stagione che non darà nessuna soddisfazione.

#30 (=) Atlanta Falcons (1-7-0) – Niente di nuovo ad Atlanta, stagione in archivio e si guarda solo al 2020.

#31 (=): Cincinnati Bengals (0-8-0) – Si decidono a panchinare Dalton ma i problemi vanno ben oltre il QB titolare, ben oltre…

#32 (=): Miami Dolphins (0-7-0) – Un gran primo tempo (per i loro standard) nel Monday Night a Pittsburgh viene vanificato dal solito caos sistematico nel secondo tempo. Attenzione alla sfida di cartello contro i Jets domenica a Miami…sempre in palio la prima scelta assoluta al draft 2020.

(Photo credit: Associated Press / Rick Scuteri)


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.