Touchdown logo

I Redskins portano 18 alunni veronesi ai giochi studenteschi di Parma

Il Football americano piace ai giovani studenti veronesi. Lo sport, che a Verona può contare su una squadra che campeggia in Serie A nel campionato nazionale, i Redskins Verona, ha infatti conquistato la simpatia di nove scuole. In particolare, sei classi dell’istituto Betteloni, per un totale di 130 ragazzi, che, come le altre scuole, hanno […]


3-mIl Football americano piace ai giovani studenti veronesi. Lo
sport, che a Verona può contare su una squadra che
campeggia in Serie A nel campionato nazionale, i Redskins
Verona, ha infatti conquistato la simpatia di nove scuole.
In particolare, sei classi dell’istituto Betteloni, per un
totale di 130 ragazzi, che, come le altre scuole, hanno
scelto di aderire al Progetto Scuola, ideato dalla società
Redskins Verona. Cinque gli incontri che si svolgono nei
diversi istituti scolastici, distribuiti durante l’anno, e
che si svolgono nell’ora di educazione fisica. Ma
quest’anno c’è una bella novità, che riguarda
l’istituto Betteloni: i Campionati Studenteschi di Parma.
“Sono 18 gli alunni che hanno espresso il desiderio di
giocare – spiega Andrea Butturini, incaricato Redskins per
il Progetto Scuola – sia femmine che maschi: con loro ci
alleniamo in un’ora supplementare, il pomeriggio. Ci
stiamo preparando per affrontare la sfida di sabato 9
maggio, quando si svolgeranno i Campionati Studenteschi di
Parma, al Centro Universitario”. I “Pellerossa”
allargano quindi il loro “campo di battaglia”, cercando
di primeggiare anche nei Campionati Studenteschi. Ma niente
placcaggi: si gioca Flag Football, una versione leggera del
football americano, in cui non avviene nessun tipo di
scontro diretto. E poi chissà, ad alcuni di questi giovani
atleti spetterà forse un futuro ruolo nei Redskins Verona.
“Due ragazzi, un maschio e una femmina, sono già entrati
nel Flag football della società. Per gli altri si
vedrà”, afferma Butturini. L’attenzione intanto è
tutta catalizzata sull’imminente 9 maggio, con una
trasferta che vedrà i Redkins Verona accollarsi la parte
più consistente del costo delle spese. “La scuola non
poteva permettersi di pagare la trasferta ai suoi 18 alunni,
se non in minima parte: così abbiamo deciso di finanziarla
noi”, spiega Silvano Accordini, presidente della società
Redskins Verona. “I piccoli giocatori partiranno alla
volta di Parma, e con loro ci sarà, oltre i responsabili
Redskins del Progetto Scuola che li hanno allenati in questi
mesi, anche l’insegnante delle scuole Betteloni Rita
Bravi”. Il football non ha conquistato solo le scuole
medie Betteloni: i Redskins infatti sono impegnati con il
Progetto Scuola in altri 9 plessi a Verona, ma anche in
provincia. “È un dispendio energetico non da poco –
commenta Butturini -, però è stato piacevoli farsi
“travolgere” da impegni e richieste. Sono stati molti,
in questi mesi, gli attestati di stima nei nostri confronti
per progetti come questo. A fine maggio porteremo a
conclusione questa seconda edizione del Progetto Scuola. Ma
non finiremo con i piccoli appassionati del football
americano: a san Giovanni Lupatoto, dove domenica 5 aprile
abbiamo giocato la terza di campionato serie A, vinta da noi
per 20 a 9, ci hanno chiesto di partecipare ai Grest
estivi”.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.