Touchdown logo

Brutta partita ma terza vittoria consecutiva per San Francisco su Washington

Al Levi’s Stadium i San Francisco 49ers battono i Washington Redskins e restano in corsa per i playoff.

hyde td sorpasso

hyde td sorpasso

Il sole sulla baia splende per l’inizio della dodicesima giornata; ed al Levi’s Stadium si affrontano i San Francisco49ers ed i Washington Redskins. I redskins guidati dalla promessa Robert Griffin III sono sempre in cerca di identità si ritrovano in fondo alla loro divisions con un record di 3-7. I padroni di casa reduci da un paio di “brodini” presi in trasferta sono invece sul 6-4.

Primo drive iniziale per gli ospiti non proprio promettente che registra pure un sack subito dal QB RGIII. Di tutt’altro tenore è quello dei niners: inizio dalle proprie 41yd con Kaepernick che corre per quasi completare un primo down, successivo lancio ricevuto per il WR Boldin per 18yd e corsa del RB Gore per 4yd. La posizione è sulle 30yd, kaepernick ben protetto dai suoi uomini di linea trova sulla destra del campo Boldin che riceve poco prima della riga della end zone varcandola poco dopo per il primo TD della partita! 7-0 SanFra.

Washington non si da per vinta e con le corse del RB Morris crea sconpiglio nella retroguardia californiana, ma quando si tratta di utilizzare i lanci arrivano gli incompleti ed il punt è una conseguenza logica a tutto ciò.

La posizione di partenza non è delle migliori per l’attacco dei 49ers che tuttavia con una corsa e un completo per il WR Crabtree (autodefinitosi con una “leggera” punta di egocentrismo che da sempre lo caratterizza “Mr 3° down”) al 3° down tolgono d’impiccio gli uomini della baia.

Comunque il tutto non basta ad avanzare ulteriormente, e soltanto grazie alla poca produttività offensiva dei “pellerossa” il punteggio resta invariato. Il primo quarto si chiude stancamente con una ricezione di Boldin buona per oltrepassare la metà campo. Prima azione del secondo quarto e primo momento che potrebbe cambiare il corso della partita. Il RB rookie Hyde si fa strappare il pallone che cade e viene recuperato dalla difesa di Washington: fumble!

Tuttavia nonostante il cambio di possesso la partita non decolla e i punt abbondano ed il tempo passa.

Finalmente l’attacco ospite si mette in mostra e RGIII trova il WR Garcon per 24yd! E di nuovo il TE Paul per 11yd. I passaggi riusciti sono merito delle corse di Morris che tiene parecchio impegnata la difesa del “defensive coordinator” Fangio. E con una corsa di 11yd il buon Morris arriva sino alla linea della yd. Dopo una resistenza difensiva durata due down al terzo l’ennesima corsa di Morris pareggia la partita 7-7.

Restano poco più di cinque minuti ai niners; completo per Crabtre e corsa di Gore per un primo down fanno avanzare l’attacco che parte sempre ben dentro le proprie 10yd.All’interno del two minutes warning SanFra affronta un pericoloso quarto tentativo a metà campo. Lancio di  Kaepernick e spettacolare ricezione laterale di Crabtree che non perde occasione per fare le sue “sceneggiate” post ricezione!

Il kicker Dawson a pochi secondi dallo scadere del primo tempo mette a segno il field goal del vantaggio californiano per 10-7 rendendo meno vana la ricezione precedente.

Le operazioni della seconda parte del match riprendono con due… fantastici  3&out per le due squadre, il che la dice lunga sulla spettacolarità dell’incontro!

A dire il vero ci sarebbe una splendida corsa di Morris per 30yd da mettere agli onori della cronaca, ma resta un piccolo lampo nel mezzo del buio totale di entrambi gli attacchi.

L’unico momento che fa sobbalzare, ma leggermente eh…, è un lancio sul profondo per Boldin che viene intercettato da Ducre. Nonostante le due situazioni che hanno portato il recupero del possesso i redskins non ne approfittano. Sembra si assistere ad un match di rugby con il continuo ricorso ai punt per allontanare il pallone!!

Finalmente, una bella ricezione del WR ospite Jackson per 32yd ravviva la partita. E ulteriormente ad aggiungere pepe arriva un sack subito da RGIII che viene valutato come penalità per un contrasto “helmet to helmet”. In pratica Washington si ritrova sulle 12yd offensive, non riescendo a progredire ma almeno impattando la partita con il Field goal trasformato: 10-10.

Il termine del terzo quarto con la partita in bilico ci fa sperare, vista l’incertezza dell’incontro, in un finale avvincente. L’unica cosa certa è la bruttezza dell’incontro!

Con SanFra in possesso sulle proprie 29yd ricorre alle corse di Gore. Lo stesso non si accorse del sopraggiungere di un linebaker che lateralmente gli tocca il pallone e lo fa cadere a terra. Il recupero della SS Thomas consegna una posizione invidiabile agli ospiti: terzo turnover per SanFra! Tuttavia la difesa californiana, che pure deve far a meno da diverso tempo di due assi come Willis e Bowman, regge il colpo; i pellerossa non avanzano ma sono pronti a prendere il comando del match con il field goal che viene trasformato! 10-13!

Mancano 7 minuti e trenta secondi! La reazione dei niners non accenna a vedersi anzi Kaepernick subisce l’ennesimo sack della stagione (sono 15 in stagione maggior numero NFL).

Altro momento decisivo è il tentativo di conversione di un quarto down. Avviene grazie ad una corsa di Gore per 3yd. Come scossi e liberati dal torpore che li ha attanagliati durante tutto il match i 49ers e il suo Qb Kaepernick riescono a combinare un big play proprio nel momento in cui ne avevano più bisogno. Lancio sul profondo per Boldin che riceve per 29yd viene affrontato dal DB che lo colpisce con l’elmetto e penalità. Quello che colpisce è il fatto che colui che rimane a terra è il DB Clark e non il ricevitore rosso-oro.

Una corsa di Hyde che guadagna 5yd con un gioco che sembrava concluso e la successiva ricezione per 10 yd di Boldin posizionano l’ovale sulle 4yd.

Palla a Hyde nuovamente, bloccaggi giusti e entrata praticamente intoccato in end zone per il nuovo sorpasso niners 17-13!

La reazione di Washington non esiste ci si avvicina ai two minutes warning con SanFra che non riesce ad avanzare di territorio riconsegnando l’ovale agli ospiti sulle proprie 8yd con poco più di 1 minuti e mezzo a disposizione ma senza timeout.

Ovviamente i niners sono in nickel defense che “barbaramente” tradotto potrebbe essere interpretato così: tutti dietro e vediamo che succede. La pressione viene portata da solo tre uomini; uno di questi è Justin Smith che dal lato cieco riesce a toccare il pallone al QB di Washington. L’ovale non tocca nemmeno terra, ma viene preso da LB Brooks che non sa dove si trova e fa per correre nella direzione sbagliata accasciandosi in terra poi poco più in la. Questa azione pone fine alla partita.

Altro ennesimo brodino per i padroni di casa di San Francisco e brutto colpo ininfluente sulla classifica per Washington. Se la stagione volge al termine per gli uomini della capitale, nel giorno del ringraziamento, giovedì prossimo, in California arriveranno i campioni in carica e arcirivali di division Seattle Seahawks. La partita è quella attesa da tutti per “vendicare” il championship dello scorso gennaio che molti strascichi e parole ha lasciato dietro di se. Ci sarà bisogno di un altro spirito e di altre scelte soprattutto in attacco per i 49ers se vorranno rientrare in corsa per un posto ai playoffs.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.