Touchdown logo

TNF: spettacolo AJ Green e Cincinnati stende Baltimore

Entusiasmante Thursday Night Football al Paul Brown Stadium di Cincinnati, dove i padroni di casa vincono il confronto con i Ravens per 34-23.

AJ Green touchdown Bengals Ravens 2018

L’avevamo previsto ieri, Bengals vs Ravens aveva tutti i presupposti per essere un big match divertente con tanti punti sul tabellone, e così è stato.

Avevamo scritto che la chiave dell’incontro sarebbe dovuta essere la prestazione difensiva di Cincinnati e così è stata, le tigri hanno concesso oltre 400 yards a Flacco & Co., ma più della metà sono arrivate nella seconda parte della gara, a risultato acquisito, ed inoltre, cosa ben più importante, il front end difensivo di casa ha saputo fermare l’attacco avversario nei momenti giusti, piazzando 2 intercetti e 1 fumble, e non consentendo a Flacco di riprendere le redini della partita.

Altra chiave dell’incontro era la prestazione di Dalton, che già aveva disputato una buona gara contro Indianapolis. Ebbene il quarterback dei Bengals si è superato, la percentuale di completi è calata (57%), in compenso il numero 14 di Cincy ha messo in cascina 4 touchdown pass e zero intercetti, per un bottino di 265 yards.

Il giocatore tuttavia che più ha influito sull’incontro è stato l’asso dei Bengals AJ Green, il ricevitore numero 18 dei nero-arancio ha spaccato la partita con 3 touchdown sulle prime 3 ricezioni che ha fatto tra il primo e il secondo quarto di gioco, creando un gap (21-0) che poi si è dimostrato incolmabile per l’attacco guidato da Flacco.

Altra nota lieta per i Bengals è stata la prestazione di Joe Mixon, running back al suo secondo anno da pro, che ha corso per ben 84 yards togliendo molta pressione da Dalton. Anche Bernard ha fatto il suo con 6 corse per 27 yards, se si considera che invece lato Ravens, Alex Collins è stato impegnato solo 9 volte per un total run di 35 yards.

Per Cincinnati però la prestazione del giorno è stata della linea difensiva, capace di mettere spesso le mani addosso a Flacco (e punita ingiustamente almeno in un’occasione dalla crew arbitrale), con Sam Hubbard, Carlos Dunlap e Geno Atkins dominanti! Mentre in secondaria un paio di sbavature di Bates e Williams hanno aperto le porte ad una possibile rimonta nel secondo quarto, sulla ricezione da circo di Brown in mezzo a tre difensori (tra i quali appunto Bates e Williams, che comunque hanno messo a referto anche un intercetto a testa).

La seconda metà della gara scorre via con i Bengals forse appagati dal punteggio di 28-14 che faticano a riprendere il ritmo, AJ Green marcato a vista non è più letale come all’inizio, anche se viene trovato in due occasioni da Dalton. Il gioco dei padroni di casa si basa più sul ball control che sulla ricerca frenetica dei punti. Punti che invece arrivano da parte dei Ravens con Flacco che sembra finalmente in partita e grazie all’ottima performance di Brown (4 ricezioni per 92 yards e 1 touchdown), e muove palla a sufficienza per arrivare a punti prima con un field goal da distanza siderale (55 yards) di Tucker nel terzo quarto, e poi nell’ultimo quarto di gioco con una ricezione quasi impossibile proprio di Brown, sul quale Kirkpatrick fa il possibile, che porta il parziale a 28-23 a causa della mancata trasformazione da 2 punti.

Con ancora 9 minuti da giocare ci sarebbe tutto il tempo per i Ravens di ribaltare l’incontro, ma i Bengals tornano a controllare il gioco e con un buon drive che si porta via più di 6 minuti, vanno a segnare 3 punti determinanti con un field goal da 28 yards di Rany Bullock che allunga il gap a 8 i punti a meno di 3 minuti dal termine.

Il drive successivo di Flacco segna la parola fine sulla partita, dopo due incompleti su Brown e Crabtree, il quarterback dei Ravens fuori dalla tasca subisce il placcaggio di Shawn Williams (già autore di un intercetto) che provoca un fumble ricoperto dal defensive end Jordan Willis (#75) restituendo la palla ai padroni di casa sulle 29 Ravens, e da li dopo 3 corse mangia-tempo di Mixon, è ancora Bullock a piazzare un field goal che allunga a 34 i punti dei Bengals. Un +11 su Baltimore che non sarà più colmato, nonostante gli ultimi 2 minuti regalino un Flacco da 8 completi su 11 lanci che porta i corvi fino alle 12 avversarie, prima che il tempo vada a zero.

Nel complesso una partita divertente, forse spezzata troppo duramente dal 21-0 con il quale si è aperto il secondo quarto di gioco, ma che ha rischiato di esssere rimessa in bolla nel quarto quarto, grazie anche alle buone giocate difensive dei Ravens che, forse sfruttando l’appagamento dei Bengals, hanno impedito per un quarto e mezzo agli avversari di andare a punti.

Bengals quindi primi nella AFC North con 2-0 e Ravens che perdono il confronto storico numero 45, che ora vede Cincinnati avandi per 23-22.