Touchdown logo

Cowboys @ Patriots preview: is BB Sauron or Gandalf?

I Cowboys fanno tappa a Foxboro da favoriti, per New England non sarà facile fermare l’attacco guidato da Prescott, ma sarà l’unico modo per sopravvivere.

Dallas at New England preview week 6 NFL 2021

Se un altro Head Coach di nome Bill era conosciuto come Big Tuna l’Head Coach dei New England Patriots non ha un vero è proprio nickname famoso anche se alcuni lo chiamano the Hoody visto le sue famose felpe con cappuccio. Proprio questo gli danno quell’aria da saggio. Belichick non solo è un grande stratega ma sembra avere sempre un asso nella manica o in questo caso nel cappuccio della sua felpa. Bill Belichick studia giorno e notte film su quello che fanno gli avversari e sicuramente avrà passato la settimana nel suo ufficio (anche dormendoci per recuperare più tempo possibile) a studiare tutto quello che ha fatto l’OC di Dallas Kellen Moore, quali sono le sue tendenze, cosa preferisce fare in alcune situazioni ed in alcuni downs con un certo yardage. Avrà studiato quale personnel viene schierato e cosa fa ogni atleta in campo in quel determinato schema. Tutto questo così da essere preparati quando si ripresenta in campo quella specifica situazione. La stessa cosa avrà fatto con Dan Quinn sul quale però ha già più materiale essendoci da più tempo nella NFL. Non c’è scontro più difficile quando si tratta di affrontare un Coach avversario sia sul piano strategico sia sul piano delle chiamate degli schemi. Ovviamente lui hai i suoi Coordinators ma li tiene così all’erta che lui stesso studia ciò che dovrebbero sapere e poi fare i Coordinators stessi, così da non lasciare spazio ad errori eventuali. Fosse così sarebbe partita vinta ogni partita per Bill Belichick ed i Patriots e lo era finché aveva un forte nucleo di campioni con Tom Brady in testa. Ora ancora di più sarà costretto a mettere la sua impronta visto che non ha più le grandi stars.

Game Plan

Per i Patriots sarà importante fermare la fortissima Offense dei Dallas Cowboys e partendo con il fermare la Run. Cosa che finora è riuscito solo a Tampa Bay nella 1^ partita della Season dopo di che Dallas ha corso e sfiancato tutte le altre Defenses. Se i Pats riescono a fermare o rallentare la Run dei ‘Boys allora Dak e company saranno costretti a passare ed essere più prevedibili e qui New England può sperare di mettere pressione con Winovich, Uche e l’onnipresente Bentley senza dimenticare il duttile Van Noy. La DL dovrà giocare la miglior partita possibile e colpire i punti deboli nella OL dei Cowboys, ossia il C Biadasz (ultima partita con troppe incertezze), LG Connor Williams non proprio una forza dirompente e Terence Steele che sta progredendo ma ancora non è ai livello di La ‘el Collins.
Sull’altro lato invece la Defense di Dallas dovrebbe (ed uso il condizionale) avere vita facile se non commettono errori grossolani. Sarà più facile per Dallas mettere in difficoltà e contenere la Offense dei Pats visto che non presentono grandi minacce e con il giocatore più forte, RB James White, fuori per infortunio. Mancheranno gli OLinemen LT Wynn (Covid), OT Brown (su IR) e OG Mason un po acciaccato. Uniche armi pericolose, che potrebbero usare per poter mettere in difficoltà i Cowboys, sono i due TE Jonnu Smith e Hunter Henry che se usati insieme potrebbero creare qualche problema di copertura per i ‘Boys. Questo costringerebbe Dallas a cambiare lo schieramento perché Parsons non è tanto adatto alla copertura, se non nel corto raggio, e potrebbe avere più reps Jabril Cox insieme a Keanu Neal contro il 12 personnel. Ciò potrebbe spostare Parsons di nuovo in posizione di Passrusher e mettere pressione su Mac Jones che non è affatto mobile anche se è bravo a liberarsi velocemente della palla. In questo caso Jones e i Pats dovranno usare più screen passes, flats, slants e traiettorie più corte e veloci. Il rischio nel liberarsi subito della palla è quello che non tutti sono in posizione ed aumenta il rischio di intercetti.

Rischi

Il rischio per i Pats è quello che Mac Jones possa essere pressato prima del dovuto e commettere qualche errore di valutazione così da esporsi ed offrire il proprio fianco al “ballhawk” Trevon Diggs che è in un momento di gloria. Altro rischio è per la OL di New England un po martoriata e decimata possa soffrire la pressione dei ‘Boys. Per Dallas il rischio è quello di sottovalutare i Patriots e di pensare di essere più forti e di poter controllare la partita, ma contro Belichick bisogna stare sempre pronti ed all’erti perché lui sa come tenere i suoi uomini concentrati e far dare il meglio ad ognuno. Infatti finora anche se i Patriots hanno 3 sconfitte ma solo contro i Saints il distacco ha superato i 2 punti. Non bisogna ascoltare l’hype di chi vede i Cowboys tra i favoriti verso il Super Bowl perché per quanto stiano giocando bene ancora è molto lunga la strada. Armi segrete per Dallas potrebbe essere questa Domenica Tony Pollard perché mentre i Pats si concentrano a fermare le Runs centrali di Zeke il cambio di passo e l’esplosività di Pollard potrebbe creare subbuglio nella New England Defense. L’arma segreta di Bill Belichick e dei Patriots potrebbe rivelarsi Garrett Gilbert il QB sulla practice squad che l’anno scorso ha giocato qualche partita e quest’anno era nel Training Camp di Dallas prima di essere tagliato. Questo potrebbe rivelarsi utile per BB per poter conoscere quantomeno come ragiona Kellen Moore e rivelare qualche segreto su alcune chiamate.
Qualcuno considera Bill Belichick come Sauron un cattivo che farebbe di tutto pur di prevalere, altri invece lo vedono come Gandalf che ha sempre qualche potere nascosto e usa la sua saggezza per sconfiggere il suo avversario. Non importa come lo vediate BB rimane una mente eccelsa della NFL e va rispettato. Passerà alla storia non solo per i suoi Lombardi vinti ma anche per la sua filosofia e stile di lavoro: “Do your job…well!”

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.