Touchdown Magazine logo

Elezioni FIDAF 2017: Manfredi Leone

Chiudiamo le presentazioni per le prossime elezioni FIDAF 2017 con la scheda di Manfredi Leone, consigliere federale in carica candidato in quota dirigenti.

Manfredi Leone Elezioni FIDAF 2017

Chiudiamo la rassegna delle presentazioni per le ormai prossime elezioni FIDAF 2017 con la scheda di Manfredi Leone, 48 anni, palermitano, attualmente in carica come Consigliere Federale e candidato in quota dirigenti per il rinnovo della propria carica.

Egregi Presidenti,
Gentili Tesserati FIDAF,
a breve si rinnoveranno le cariche di gestione della Federazione Italiana di American Football, cui tutti apparteniamo.
Con queste righe sottopongo alle SS.LL un bilancio personale dell’esperienza gestionale trascorsa e sottopongo alcune note che accompagnano la mia candidatura come Consigliere Federale nella quota relativa ai dirigenti di società sportive.

Chi sono

Ho 48 anni, e sono stato catturato dal football giovanissimo quando il football è sbarcato in Sicilia, il 21 settembre 1983, alla formazione dei Cardinals Palermo. Vivo il football da 33 anni, e sono grato a questo sport per quello che mi ha dato sul piano della crescita personale come atleta, come allenatore e dirigente ma soprattutto come persona. Mi sono formato tra Palermo e Roma, nella vita non sportiva sono Professore di progettazione presso il Dipartimento di Architettura all’Università di Palermo, istituzione in cui ricopro anche diversi incarichi di gestione.

Esperienza nel football, squadre di club / nazionali

Come spesso accade nel nostro mondo ho giocato e allenato allo stesso tempo, e ho avuto l’onore di vestire diverse maglie. Ho avuto modo di iniziare anche una carriera da dirigente, prima in supporto sul campo e poi a livello di direzione societaria.
Ho prestato la mia opera tra il 1983 e il 2016 in queste squadre:

  • Cardinals Palermo, Atleta, Dirigente, Allenatore (Head Coach, DC)
  • Blackstars Palermo Atleta, Allenatore (Head Coach)
  • Badalona Drags (Spagna) Atleta, Allenatore (Head Coach)
  • Gladiatori Roma, Atleta
  • Sharks Palermo, Atleta, Dirigente
  • Marines Lazio Allenatore (Special Teams Coordinator)
  • Italia Nazionale Junior Allenatore (Coord, Special teams, 2012)

Sono Allenatore certificato FIAF dal 1986 e Livello III FIDAF dal 2010.
Sul campo sono stato Head Coach, Defensive Coordinator e Coordinatore degli Special Team.

Alcuni tra i risultati sportivi che mi hanno visto partecipe:

  • 1985 Campione 1 Giornata Nazionale Flag Football (Cardinals, Junior Coach)
  • 1988 Campione Spagna FCFA (Drags, Head Coach)
  • 2003 1 posto Campionato FIDAF (Sharks, Player)
  • 2012 Campione Nazionale CIF 9 (Cardinals, Head Coach)
  • 2016 1 posto Torneo di Qualificazione Europei IFAF Gruppo B (Italia, GM)

Esperienza nel football, dirigente in squadre di club

Sono attualmente dirigente dei Cardinals Palermo, di cui sono Vicepresidente, sono stato dirigente degli Sharks Palermo.
Negli anni spesi nelle squadre di club ho ricoperto spesso il ruolo di Team Manager.

Esperienza specifica maturata in FIDAF

In ambito federale sono stato commissioner della 2° Divisione nel 2010, dei campionati giovanili nazionali fivemen U15 e U18 nel 2011 e 2012, e sono Delegato Regionale Sicilia dal 2010.

Dal gennaio 2013 ho ricoperto la carica di Consigliere Federale, e in questo ruolo mi sono occupato di diverse attività tra cui:

  • Sviluppo e completamento del portale WEB (progetto iniziato nel 2012) con sviluppo del sistema di pagamento online.
  • Consigliere responsabile e General Manager delle squadre Nazionali Tackle per le quali ho seguito la gestione di tutti i raduni, degli impegni agonistici e l’implementazione della logistica e dell’amministrazione delle stesse.
    Eventi che hanno coinvolto le Nazionali sotto la mia supervisione
    2013 – Senior, Amichevole Italia-Svezia IFAF Anniversary, Palermo
    2013 – Senior, Europeo di Gruppo B, Milano (2 posto)
    2015 – Junior, Qualification Round Europei Under 19 (Italia-Spagna)
    2015 – Junior, Torneo di Qualificazione Europei, Pessac Francia (3 posto)
    2015 – Senior, test Match vs Svizzera e Serbia
    2016 – Senior, Junior – Amichevoli di preparazione, Castelgiorgio
    2016 – Senior, Torneo di Qualificazione Europei 2018, Lignano (1 posto)
  • Progetto, raccolta catalogo e allestimento del Museo del Football Americano, MUFA, che ha sede in Castelgiorgio, inaugurato nel luglio 2016, unico museo in Europa della disciplina.
  • Strutturazione e supervisione del Corso “Football Americano” che si tiene come materia curriculare presso il Corso di Laurea in Scienza e Tecnica dello Sport dell’Università di Roma 4 (ex IUSM) dal 2014. Il Corso ha già raggiunto la cifra di cento allievi che possono fare tirocinio come assistenti allenatori presso le societa’ sportive delle aree geografiche di provenienza.
  • Componente in qualita’ di tecnico abilitato della Commissione Impianti FIDAF, sviluppando attivita’ di controllo per la Federazione del progetto di recupero del Velodoromo Vigorelli in Milano redatto dal Comune di Milano con City Life e CONI Servizi
  • Sperimentazione e produzione per la Federazione dello streaming video ai Campionati Mondiali di Flag Football ed Europei di Beach Football disputati a Grosseto nel 2014.
  • Supervisione del progetto grafico e identita’ visiva delle Squadre Nazionali (loghi, immgine, divise da gara, su progetto di G. Succo).

Un bilancio sull’attivita’ 2013/2017

Riproporre la propria candidatura per un successivo mandato richiede la verifica degli obiettivi individuati a suo tempo su cui auspicavo che fossero orientate l’azione del Consiglio e la mia personale. Il presidente pro-tempore ha tracciato un esatto bilancio del lavoro svolto, che coincide pressoché per intero con quanto il sottoscritto e buona parte del Consiglio Federale uscente sperava di potere attuare.

Posso affermare che molti punti tra quelli auspicati nella candidatura del 2013 hanno trovato applicazione e sviluppo, tra questi vorrei ricordare:

  • Comunicazione verso l’esterno. Rafforzato l’Ufficio Stampa, strutturate partnerships e aumentata la visibilità su tanti canali (streaming video, social)
  • Diffusione scolastica. Si è lavorato tanto, sia a livello nazionale di coordinamento, che direttamente sul territorio. In alcune regioni il football è entrato stabilmente nelle scuole anche grazie al lavoro dei delegati regionali e dei comitati. Per la Sicilia ad esempio, che ho osservato da vicino sono stati attivati programmi scolastici con il MIUR sia per il Tackle (Catania) che per il Flag (Palermo), e nuovi ne stanno ancora nascendo.
  • Formazione Allenatori. Dal 2013 sono stati stabilizzati e implementati i nuovi processi di formazione degli allenatori con l’attivazione del percorso delle qualifiche secondo il Sistema CONI (SNAQ). Sono stati formati nuovi coaches e promossi ai nuovi livelli tanti altri.
  • Programmi sportivi. Si e’ data stabilità e continuità al sistema di gestione dei campionati: risposte alle domande del territorio e integrazione con i calendari delle Nazionali e gli impegni internazionali. Formazione della U16 a 7 e apertura ai tornei regionali di Fivemen.
  • Potenziamento Squadre Nazionali. Dal 2013 il settore si è sviluppato con una progressione esponenziale e con risultati sportivi importanti (La U19 non vinceva un gara dal 1995). La Nazionale Senior ha visionato circa 300 atleti nell’ultimo biennio, la Junior ha valutato circa 200 atleti per anno provenienti da tutta Italia.
  • Sicurezza atleti. Si e’ lavorato sulla cultura antidoping e sui controlli (sempre più presenti) e sulla sensibilizzazione in argomento – in particolare nelle Squadre Nazionali – con divulgazione diretta delle regole e dei protocolli internazionali.
  • Implementazione portale. Il portale adesso consente la gestione automatizzata di pagamenti/tesseramenti e la gestione amministrativa integrale. Implementato il pagamento on-line con Carta di Credito. Il sistema è frutto di un continuo sviluppo ed è in costante miglioramento.
  • Omogeneizzazione Regolamenti. Rinnovati completamente i regolamenti secondo gli standard CONI, la FIDAF avrà a giorni un nuovo regolamento Organico.
  • Sviluppo Arbitri. Incrementato il numero degli arbitri, si deve continuare a sostenere il reclutamento in questo settore, anche attraverso il bacino di tecnici e personale che gravita attorno alle squadre, come avviene già in altri paesi europei. Il numero totale degli arbitri determina quante partite sono giocabili nel singolo weekend, per cui si deve continuare a farlo crescere per dare ai campionati ancora più continuità e stabilità soprattutto nelle divisioni più numerose dove a volte gli intervalli bye sono forzatamente lunghi.
  • Completamento percorso CONI. E’ un percorso non semplice ma per il quale la FIDAF ha operato con attenzione e dedizione, per farsi trovare in regola con gli standard richiesti dal CONI verso una possibile “promozione”. Un ringraziamento specifico per questo va alla segreteria FIDAF e al suo prezioso operato.

Alcune considerazioni, doverosi ringraziamenti

Il quadriennio 2013/2017 dell’operato di cui ho dato cenno è stato contraddistinto da una condizione imprescindibile: il lavoro di squadra degli organi federali. I risultati di cui scrivo sono il frutto del lavoro di tanti appassionati che compongono la famiglia della Federazione a tanti livelli, ma senza una lungimirante presidenza e senza il supporto degli uffici della segreteria federale in Roma, questo Consiglio non avrebbe potuto ottenere quanto si è fatto in questi quattro anni.

Questi successi sono il frutto del lavoro di un ampio gruppo di dirigenti, siano essi operativi all’interno o fuori il Consiglio, che hanno stima reciproca e passione per questa disciplina. Il lavoro della Federazione, somma delle capacità delle società e degli organi federali, ha consentito di ottenere nuovamente per il football italiano visibilità e prestigio anche in campo internazionale. Prova ne sia, tra tante, l’affidamento all’Italia dei Mondiali di Flag 2014, che proprio per l’arco temporale irrisorio in cui sono stati acquisiti e organizzati, hanno segnato un successo assoluto per efficacia e numerosità, con soddisfazione dell’intera comunità internazionale e la partecipazione di ben 31 rappresentative.

Personalmente sento la necessità di ringraziare tutti i presidenti e i dirigenti delle società che hanno collaborato entusiasticamente in questi anni, gli atleti che si sono messi in gioco nei raduni delle Nazionali dal 2013 ad oggi, i Coaches che si sono dedicati con dedizione allo sviluppo del patrimonio di atleti che la nostra Federazione possiede.

Desidero ringraziare calorosamente tutti quelli che hanno reso possibile concretamente questo sviluppo, che silenziosamente e dietro le quinte lavorano ogni giorno per fare funzionare questa macchina complessa: staff logistico, comunicazione, fotografi, personale sanitario, manager amministrativi, addetti alle statistiche, arbitri, tutti senza indugio hanno fatto proprio il progetto comune della Federazione, che anche attraverso il lavoro delle squadre Nazionali, ha portato risultati inattesi e di eccellenza, riconosciuti concretamente dal CONI.

Ringrazio anche tutti coloro (tantissimi) che hanno collaborato a quanto abbiamo fatto finora, e in particolare al gruppo di entusiasti del MUFA: l’amministrazione di Castel Giorgio, gli autori dei testi, i grafici, i fotografi, i collezionisti, gli sviluppatori e i videomakers. Senza di loro il football non avrebbe la sua casa dei ricordi, tutta in crescita, sviluppata e realizzata in un batter d’occhio.

Obiettivi per il 2017/2020

Credo che per una Federazione composta al 100% da volontari che dedicano il loro tempo libero e la loro passione allo sviluppo dello sport si siano raggiunti obiettivi importanti, nel risalire una china in cui il nostro sport era precipitato da troppo tempo. Il football è oggi uno sport in crescita, una piccola comunità che ogni giorno è più solida, ma che va sostenuta costantemente, con un occhio sempre attento alle piccole realtà, al settore femminile, al mondo del Flag, quest’ultimo disciplina in corso di riconoscimento olimpico e primo veicolo alla diffusione scolastica del nostro sport.
Per il prossimo quadriennio il mio impegno passa attraverso due parole chiave:

STABILITÀ e SOSTENIBILITÀ

La FIDAF e’ cresciuta, con risorse di certo limitate rispetto alle piu’ blasonate Federazioni, ma ha saputo darsi ordine e struttura. L’impegno del prossimo Consiglio, e quindi il mio – se sarò rieletto a questo ufficio – non può esimersi dal rinforzo di quanto fatto finora e dallo sviluppo di nuovi temi, che però siano sostenibili, tanto dalla FIDAF che dal suo territorio operativo: le società che la supportano.

Tra gli obiettivi che ritengo importanti sviluppare e/o implementare:

Formazione Dirigenti e Delegati Territoriali. Seminari e Workshop di confronto, buone pratiche e metodologie di gestione delle societa’ sportive, anche grazie all’attivita’ di formazione che il CONI conduce a livello centrale e sul territorio.

Formazione Allenatori. Diffusione dei corsi, costruzione di una ulteriore piattaforma online di contenuti e calendarizzazione di clinic di confronto e istruzione con coach stranieri e coach nazionali, clinic che affianchino la preparazione istituzionale. Focus sulla sicurezza nel football e implementazione delle tecniche di impatto a basso rischio.

Focus su programmi sportivi, alimentazione e stili di vita degli atleti.

Rinforzo di ulteriori contatti per i coach che lo desiderino a fare stage in College/High School in USA.

Formazione Atleti, soprattutto giovani. Implementazione dei programmi di sviluppo dei settori giovanili con camp e altre attivita’ specifiche che possano sostenere soprattutto le realtà piu’ piccole sul territorio per aiutare lo sviluppo di nuovi atleti, sul modello dello Junior Development Program, con una maggiore capillarita’ sul territorio e nuovi strumenti di formazione. Rinforzo dei programmi di scambio verso l’estero gia’ esistenti.

Università e football. Dopo tre anni di sperimentazione fruttuosa presso Uniroma 4 abbiamo un importante riscontro sulla appetibilita’ in sede accademica dell’insegnamento del football americano. E’ mia intenzione sviluppare in collaborazione con le società che gravitano su poli universitari ulteriori collborazioni per attrarre futuri coaches, arbitri e atleti dalla popolazione studentesca specializzata in Scienze delle Sport (gia’ Scienze Motorie).

Interazione Arbitri / Allenatori. Sviluppo di una convention annuale nazionale per sviluppo e confronto sulle regole (esistenti e nuove) per aumentare il livello di conoscenza delle interpretazioni arbitrali e potere scambiare i rispettivi punti di vista.

Centro Tecnico Federale. Puo’ sembrare ambizioso e non sostenibile, ma non significa necessariamente costruire in pochi mesi una Coverciano del football, non avremmo le risorse nel breve tempo. Prendendo pero’ spunto da quanto fatto a Bologna in questi anni in partenariato col Comune, e quanto sviluppato a Castelgiorgio nel 2016 con la riattivazione del Vince Lombardi Stadium, trovo opportuno stabilizzare e orientare al nostro scopo un luogo dove continuare a “fare base” e sviluppare costantemente la formazione e i raduni (tecnici e atleti). Ci sono in tal senso alcune ipotesi che potrebbero essere sviluppate in breve tempo e su fasi successive. Questo progetto potrebbe condurre a un volano di investimenti e attrazione di capitali da sponsorizzazioni, oltre al coinvolgimento di amministrazioni pubbliche selezionate.

Marketing. Continuare incessantemente nella ricerca di risorse anche con supporto esterno specifico e cercare di rilanciare la visibilità’ del nostro sport che conta su una capacità enorme di evocazione di messaggi positivi che pochi sport hanno.

Comunicazione. Implementare le risorse dell’Ufficio Stampa per aumentare la presenza su tutti i canali possibili e sviluppare in collaborazione con i media partner esistenti e le società il progetto streaming video.

Campionati. La FIDAF ha già un offerta agonistica ampia e diversificata. Raccogliere le istanze del territorio e dare forza in ogni singola area geografica alle iniziative delle diverse tipologie. Sostenere le società locali per coprire adeguatamente su tutta la nazione il livello senior, junior e scolastico, da cui provengono i futuri atleti, e fare si che i campionati siano sempre piu’ stabili e sostenibili soprattutto per le realtà più piccole.

Fundraising e Progetti Europei. La UE mette a disposizione ogni anno risorse economiche per lo sviluppo di progetti che hanno lo sport come fondamento, le politiche di sostegno della salute, l’inclusione sociale, ma anche lo sviluppo di impianti e strutture. Sarebbe mia intenzione individuare linee operative e programmi completi a cui fare partecipare la Federazione e le società che fossero interessate, anche per lo sviluppo di impianti sportivi autosufficienti.

Ascolto e Partecipazione. Amministrare una realtà complessa e tanto diversificata come la comunità del football non è semplice, soprattutto considerato che è un lavoro sviluppato su base volontaria e che richiede tempo. La partecipazione e l’ascolto di tutti i soggetti è un principio cardine IRRINUNCIABILE. Se sarò chiamato a svolgere un ulteriore mandato come consigliere auspico di ricevere sollecitazioni e temi di confronto per sviluppare insieme i temi dell’agenda federale, anche su una apposita piattaforma di confronto, che non sia un territorio di polemica bensì una occasione di raccolta di sollecitazioni ed esperienze.

Sono grato alla Federazione, e quindi a tutti voi, per la possibilità che ho avuto nello scorso quadriennio di fare l’esperienza della gestione di un sistema variegato e complesso, il sistema che ci riunisce tutti sotto una unica bandiera e passione.

Ringraziandovi per la pazienza che avete avuto nel leggere queste righe in cui spero vi possiate riconoscere, rinnovo la mia candidatura e la piena disponibilità a sviluppare ancora ptrogetti per il nostro sport con la medesima dedizione che finora mi ha spinto.

Grazie,
buon anno sportivo a tutti.
Manfredi Leone

» SPECIALE ELEZIONI FIDAF 2017